Facciamo un giro per i villaggi (tradizionali e no) di Santorini

cosa vedere a Santorini


visitare Santorini
Chiesa a Perissa

Nonostante la maestosità del luogo, non si può venire a meno del fatto che Santorini sia enormemente sfruttata ad uso e consumo del turismo, specialmente a Fira (il capoluogo), e Oia. La buona notizia è che ci sono ancora dei villaggi, Emborio in primis e Megalo Chori, che del turismo internazionale se ne infischiano e resteranno sempre squisitamente greci.

A Fira si può perdonare tutto, i negozi di souvenir, la calca, la sensazione che tutto sia falso e l’anima venduta al commercio. Il panorama è talmente meraviglioso che non importa quante volte lo si sia ammirato, stancarsi impossibile. Lo sguardo comincia a vagare e.. si fa labile il confine tra realtà e fantasia.

“IL TRAMONTO PIÙ FAMOSO DEL MONDO SI TROVA A OIA”

Oia è più raffinata di Fira, qui dominano le gallerie d’arte, ceramiche, artigianato, e al tramonto tutta l’isola si raduna qui, a bere un bicchiere di vino e ammirare ogni giorno uno spettacolo che si porterà a lungo nel cuore.
Emborion è la Santorini Greca, che non si svuota d’inverno, ignara del turismo, con le sue insegne in greco e i kafeneio dove i vecchietti siedono a giocare a backgammon giudicando le sorti del mondo. Realtà parallela.

 

Santorini visitare Oia
Oia
panorama di Santorini
Oia
villaggi di Santorini
Le case di Oia