Una passeggiata per Folegandros e i suoi villaggi

Significa conoscere il “playground” perfetto. Dimensioni contenute, facilità di muoversi, tempo da passare in barca e su strade sterrate, foto accanto al lungomare e panorami a 360 gradi sul crinale dove è stata costruita Ano Meria. Facciamo due passi in ognuno.

KARAVOSTASTIS

È un porticciolo carino e solare, che ha tutto a portata di un passo o due a piedi. Mai nome potrebbe essere più adeguato: tradotto dal greco, significa letteralmente “posto dove si fermano le navi“.
Karavostasis è sicuramente la località più balneare dell’isola, ideale per chi ama abitare a un passo dalla spiaggia. É un piccolo porticciolo molto solare, rilassato, con tutto il necessario, sicuramente più tradizionale e laidback rispetto a Chora. Se Chora è posto da camicia, Karavostasis è il regno di costume ed infradito. Trasmette la voglia di abbandonarsi alla pigrizia, per una volta senza colpe: in definitiva siamo in vacanza! Ciliegina sulla torta, a brevissima portata dal paese ci sono 4 ottime spiagge, e da qui partono i caicchi per quella più famosa dell’isola, Katergo. Il porticciolo è sempre pieno di barche a vela, ed è divertente osservare i traghetti che partono e arrivano.

CHORA

visitare la Chora di Folegandros

Lo charme senza tempo di Chora ha conquistato molti con la sua bellezza e fatto innamorare chi viaggia in cerca della Grecia autentica, da cartolina. I (pochi) residenti lo sanno e continuano come niente fosse ad amare i loro gatti che giocano divertiti tra scalette e balconi, e chiacchierare del più e del meno nella loro taverna preferita. Come non invidiarli. Il villaggio gode ancora di un kastro medievale ed è letteralmente aggrappato sul bordo di un brutale costone roccioso a che si getta improvviso nell’Egeo oltre 200 metri più in basso. Lo si può visitare immediatamente, appena scesi dall’autobus, che ci lascia in una piazzetta d’altri tempi, in miniatura. Due caffè, un’agenzia viaggi, e un muretto. Basta affacciarsi per veder cadere a capofitto lo sguardo.
La bella peculiarità di Chora, rispetto a tante altre alle Cicladi, è che a Folegandros questa si trova praticamente tutta in piano, rendendola facile da esplorare angolo dopo angolo. È tenuta molto bene, e gli abitanti sono davvero gentili. La piazzetta centrale, piena di piccoli ristoranti come ci si ben ci si aspetta, è assolutamente una delle più gradevoli. Buona notizia è che anche la qualità del cibo è molto alta, si può uscire dagli stretti canoni della cucina greca, assaporando ottimi piatti di tocco differente dai soliti classici, senza rovinarsi le tasche. Nonostante Chora sia certamente fighetta, non è necessario un budget particolare per viverla.
Ci sono un paio di locali la sera per il dopocena, anche qualcosa di più movimentato in alta stagione. C’è la possibilità di poter bere un vino locale prodotto direttamente nel giardino di un club immediatamente fuori la via principale: non perdetela.

ANO MERIA

A 6km da Chora, le casupole contadine sparse qua e là di Ano Meria accolgono il viaggiatore. Che qui si trova a diretto contatto con un mondo differente da quello urbano occidentale in cui siamo immersi, dove occorreva lavorare duramente per prodursi il cibo, invece che per comprarlo.
La strada è assolutamente eccitante da guidare, la vista si apre in lontananza fino a toccare Milos e Sifnos, Il paesaggio è incredibilmente brullo, l’acqua tanto preziosa che ogni singola goccia viene conservata in cisterne per l’irrigazione: Ano Meria è non sembra aggrappata a logiche di turismo moderno (anche se inevitabilmente vive di questo), ed è in definitiva, un piccolo villaggio che sarà ideale per spiriti anticonformisti e solitari, con alcune soluzioni alberghiere davvero raccomandate!

ANGALI

Sulla strada che lascia Chora verso Ano Meria, si incontrano presto tra antichi mulini a vento. A sinistra, scende una mulattiera verso una spiagga stupenda, Vorina Beach, ma che richiede impegno e fatica per essere raggiunta. La strada asfaltata, a destra, scende verso Angali, la seconda località
balneare di Folegandros dopo Karavostasi. Incassata tra le rocce, si esaurisce rapidamente in un pugno di sistemazioni alberghiere e le immancabili taverna e minimarket.
Il resto è subito spiaggia, sabbia, mare e salino. Dietro la roccia si trova un piccolo, isolato arenile, e dal molo partono con buona frequenza taxi boat per le spiagge più celebri della zona, Agios Nikolaos e Livadaki. Il prezzo è onesto, €2.50€ per persona a viaggio. L’alternativa è una vertiginosa passeggiata di circa 20 minuti.

 

cosa vedere a Folegandros
Il panorama da Chora