Carrello

Il carrello è vuoto

Subtotale
Acconto (30% del totale)
  • American Express
  • Apple Pay
  • Mastercard
  • PayPal
  • Visa
Astypalea è una delle isole grevche meno turistiche delDodecaneso

Dodecaneso

Il Dodecaneso e la nostra mappa

isole del Dodecaneso

tutte le isole del Dodecaneso

Il Dodecaneso è l’arcipelago che più degli altri ha un posto speciale nel nostro cuore. Sarà che le sue case pastello ricordano terribilmente la terra natia di Liguria, sarà che la storia di Andrea e Katerina è cominciata a Rodi, saranno molte cose tutte insieme che forse non ha nemmeno senso chiedersi perché sia così.

Il Dodecaneso è un arcipelago per eletti ed iniziati al culto della Grecia. Qui ci sono alcune delle isole meno turistiche, qui si può essere irrimediabilmente lontani dalle destinazioni più scontate. Eppure, tutto questo convive con luoghi famosi e massificati. 
Le isole del Dodecaneso sono una destinazione eccitante, dove far festa ma anche dove rilassarsi, dove far due passi nell'archeologia ma anche tra le vetrine di qualche multinazionale.

Moderne ma tradizionali, in queste isole la lontananza di Atene scioglie tutta la frenesia e rallenta il ritmo della vita quotidiana: ci si sente parte integrante con il mare come da nessun’altra parte.

Accanto alle isole del Dodecaneso scorre inoltre, ineluttabile, il confine con la Turchia. Sempre visibile, sempre presente. E' la frontiera tra l'Occidente e l'Eurasia, dura e tentatrice. Ti entra nell'anima e nelle ossa, la desideri e la respingi. In questo gioco, si rafforza l’identità e c'è solo un posto del mondo greco dove questo tormento si possa osservare ancora più chiaramente, Cipro.

Scommettiamo che leggerete per la prima volta moltissimi dei nomi delle isole qui sotto.  Una lista senza distinzioni, che fa? Incuriosisce. Almeno, lo speriamo. Questa sezione di Grecia Mia è un piccolo aiuto per districarsi nella difficile scelta di quali isole del Dodecaneso visitare. Solo nomi, parole come fossero stilettate. Che magari toccano le corde giuste per decidere a intraprendere il viaggio.

Le isole del Dodecaneso

Dodecaneso

Dodecaneso italiano

Il Dodecaneso, si sa, è stato un possedimento italiano. Per più di 30 anni. Dal 1912 al 1947, conquistato dall’Impero Ottomano, e ceduto all’Inghilterra e al Regno di Grecia. Un periodo che ci ha visto dalla parte degli sconfitti, ma che ancora ci insegue ogni volta che ci si appresta ad un viaggio nel Dodecaneso. Proprio qui, in questo arcipelago come da nessun’altra parte in Grecia, la fratellanza tra i nostri due popoli, a distanza di tanti anni, si respira ancora come indissolubile. Il luogo comune dice che non siamo mai stati percepiti come invasori, e di testimonianze sul piano personale a riguardo ne abbiamo vissute tantissime. Chiunque sia stato quaggiù, confermerà. Da entrambe le parti, c’è sempre quella malinconia, quella tristezza di fondo di esserci un giorno divisi, e non aver proseguito insieme la difficile strada che ci ha condotto fino al presente.

Da Astypalea a Leros, passando per Kos, Tilos, Karpathos e Rodi, ancora oggi ci capiterà di passare accanto ad una bella architettura italiana. Ci balenerà ancora alla mente che una volta eravamo potenza, e avevamo una chiara idea del nostro posto nel Mediterraneo e della nostra identità di uomini di mare, di fede e di commercio. Chissà che la crisi in corso non ci costringa a riscoprire le millenarie radici, che da qualche parte sotto questi marosi sono ferite, ma ancora vive.

Dodecaneso significato

Il significato della parola Dodecaneso è facile, conoscendo un poco di greco: dodeca nissia. Ossia dodici isole. Aggiungiamo a questi gli isolotti minori, come Agathonissi, Chalki, Arki e Marathi.. e arriveremo a 18, il numero che per nostra convenzione utilizziamo qui su Grecia Mia per indicare questo gruppo di isole greche così importante

Dodecaneso mare

Il mare del Dodecaneso è bellissimo. Qui, nei nostri viaggi, abbiamo visto alcune delle spiagge più belle di tutta la Grecia, di quelle che te le porti dentro al ritorno e che ti fanno impazzire quando hai la fortuna di nuotarci dentro. Forse solo le isole Cicladi hanno una tale concentrazione di mare caraibico.. per orientarci, facciamo qualche nome, in ordine sparso.

Gli amanti della sabbia, e delle spiagge grandi e attrezzate, troveranno in Rodi e Kos la scelta più ovvia. Insieme a Karpathos che è come il prezzemolo, chi conosce Ammoupi sa di che spettacolo stiamo parlando, senza dimenticare quel paradiso in terra che risponde al nome di spiaggia di Diakofti.
A Rodi e Kos ci sono posti come Tsambika, o Kefalos, che veramente sono di alto livello, sia come stabilimenti che come sabbia e e servizi.
Gli amanti di ciottoli e sassolini troveranno in Tilos (Lethra beach), Symi (Marathounda) o Leros (Pandeli), il proprio nirvana.

Ma è nelle isole più piccole e sconosciute che il mare del Dodecaneso dà il meglio di sé. Pensiamo subito a Tiganakia Bay ad Arki e Marathi, o all’euforico porticciolo di Chalki, la spiaggia di Chokalkoura a Lipsi, o Psili Ammos a Patmos. Ognuna di queste merita un viaggio sull’isola solo per un bagno, e la fatica extra per raggiungerle.

Il mare del Dodecaneso ha tante gemme praticamente sconosciute, misteriose, che nessuno o quasi conosce: pensiamo agli isolotti di Armathia, appena al largo di Kassos, o quelli di Kounoupia, poco fuori Astypalea. Ne abbiamo dimenticate – volutamente – moltissime.
Tocca al viaggiatore farsi avanti, e scoprire il proprio mare del cuore. Non sarà facile scegliere, promesso.

Dodecaneso isole più belle

Le isole più belle del Dodecaneso? Tutte, nessuna esclusa. È un arcipelago fantastico, che andrebbe visitato per intero, vacanza dopo vacanza. Due / tre isole alla volta, quattro per i più avventurosi e con più tempo a disposizione. È possibile farlo, anche perché sono tutte relativamente vicine tra loro, e sempre ben collegate con traghetti che impiegano al massimo un paio d'ore per muovesi tra l'una e l'altra.

Comunque, visto che la bellezza - ci insegnano - è sempre relativa, categorizziamo volentieri.
  • Per gli amanti di storia ed archeologia, di quelli che in una vacanza cercano tante cose da vedere e da fare, il bello si troverà tutto compresso in un posto solo, nell’isola più grande del Dodecaneso: Rodi. Come lei c'è anche Kos, che la segue subito a ruota come storia e come attività possibili per ogni età e per ogni divertimento che si cerca.
  • Rodi e Kos sono due isole perfette anche per le famiglie con bambini, proprio come Karpathos.
  • Per gli amanti del mare, abbiamo scritto sopra, tra le isole del Dodecaneso si può gettare un dado a caso, e si cadrà sempre in piedi.
  • Per gli amanti della solitudine, della lontananza, il Dodecaneso ci regala isole come Astypalea e come Agathonissi, che per loro saranno certamente il paradiso in terra.
  • Per chi cerca cocktails sul lungomare, e dare un certo tocco bohemien alla sua vacanza, Kastellorizo e Symi non deluderanno le attese.
  • Per chi cerca turismo greco, e una quotidianità altrove impossibile, Nisyros, Kassos e Leros sono indiscutibilmente la risposta giusta.
  • Poi ci sono Patmos e Lipsi, per il milanese imbruttito ma anche semplicemente per chi cerca le atmosfere uniche delle cicladi in un angolo di Dodecaneso.
  • Kalymnos, infine, è certamente una delle più belle isole del Dodecaneso per quanto riguarda il climbing e l’arrampicata sportiva.
  • Per chi cerca villaggi persi nel tempo, e tranquillità ma senza sentirsi in un luogo sperduto dal progresso, Karpathos è senza dubbio il compromesso ideale.
Dovrebbe esserci abbastanza carne al fuoco per accontentare anche lo stomaco più esigente!


Traghetti Dodecaneso

Il Dodecaneso è molto lontano da Atene e dalla terraferma della Grecia Continentale. Questo significa molte ore di traghetto per chi decidesse di raggiungerlo via nave dalla capitale greca: una notte di pernottamento in cabina è quasi sempre da mettere in conto.
Ad esempio la più vicina ad Atene delle isole del Dodecaneso è Patmos, per raggiungere la quale servono poco più di 8 ore in mezzo alle onde blu. La più lontana di tutte, invece, è Kastellorizo, che richiede una traversata di ben 22 ore! Stesso lunghissimo tempo – 24 ore è necessario anche per arrivare in traghetto a Karpathos, una delle isole più isolate della Grecia, se ci permettete il gioco di parole.

In generale, le compagnie di navigazione greche tendono a suddividere i traghetti per il Dodecaneso in due linee separate. C’è quella che da Atene raggiunge le isole della parte nord dell'arcipelago, e quindi Patmos, Lipsi, Leros, Kalymnos, Kos, Nysyros, Tilos e Rodi, e quella mediana, che “tira dritto” e raggiunge Rodi più velocemente tagliando l’Egeo per Santorini e Kos.

Discorso diverso per Astypalea, che invece a livello di traghetti è considerata come se fosse una delle isole cicladi: le navi che la raggiungono passano prima da Paros, Naxos, Donoussa nelle Piccole Cicladi e infine Amorgos.

Funziona ancora diversamente per Karpathos la cui nave, la indispensabile Prevelis, passa prima da Milos, Santorini e Anafi e poi Kassos, e una volta la settimana addirittura costeggiando tutta Creta, fermandosi nei porti di Heraklion e Sitia.

Per conoscere prezzi, orari, e disponibilità di tutte queste navi il modo migliore è consultare la nostra biglietteria online cliccando sul banner qui sotto, dove si potranno prenotare i biglietti con tutta la nostra assistenza in italiano!
Traghetti dodecaneso