Carrello

Il carrello è vuoto

Subtotale
Acconto (30% del totale)
  • American Express
  • Apple Pay
  • Mastercard
  • PayPal
  • Visa
Peloponneso

Peloponneso

Quanto ci sarebbe da scrivere sul Peloponneso, questa penisola che da sola vale come un’intera nazione!
O meglio, dell’intera civiltà occidentale, in effetti, perchè quasi tutto quello che riguarda l'antica Grecia, Atene a parte, viene da qui.

L’intero Peloponneso, oggi reso un’isola dal canale di Corinto, odora di poesia e mitologia, antiche città il cui solo nome infonde rispetto e senso della storia.
Corinto, Sparta, Olimpia.

KALAMATA E MESSINIA, LA TERRA DELLE OLIVE

Il Peloponneso dell’epoca moderna è rimasto un pò nell’ombra durante i lunghi anni di risalita turistica della Grecia, seguiti all’emigrazione di massa verso le classiche mete che hanno alimentato la diaspora di un’intera nazione, USA, Australia, Germania. Una terra svuotata dal succo più prezioso, i suoi abitanti. Spremuti via dalla Grecia come olive.

Un fatto alimentato dal territorio del Peloponneso, increspato, aspro, scavato e plasmato dalla povertà delle campagne. Insomma: agli albori dell’età turistica moderna questa parte della Grecia Continentale non era certo tra le più popolari al momento di scegliere le proprie vacanze in Grecia. Ma le cose stanno lentamente cambiando, alcuni voli si dirigono all’aeroporto di Araxos, vicino a Patrasso. Lo fanno comunque nel modo migliore: lento.

Andiamo con ordine, un viaggio in questa regione dovrebbe assolutamente includere almeno le seguenti tappe:
Kalamata e la regione di Messinia, la terra delle olive, protagoniste di un territorio gentile e davvero da scoprire, attraversato da strade mozzafiato e villaggi opsitali e caratteristici (pensiamo a Koroni). ll clima è eccezionale anche d’inverno, il turismo in crescita ma non ancora troppo invasivo, porta della regione del Mani.

visitare il Peloponneso Grecia
Scale della fortezza di Palamidi, Nafplio

Nafplio, a nord ovest, fu la prima capitale della Grecia. Una città che a tutt’oggi offre tantissimo, storia, ritmo di una piccola metropoli. Nafplio è piacevole da visitare e mai noiosa, e offre divertimenti di livello.

A pochi passi da qui si trova il teatro di Epidauro, uno dei monumenti dell’Antica Grecia meglio conservati in tutta la nazione. L’acustica è incredibile, nulla cambia alla magnificenza del luogo anche a seguito di qualche millennio…

Anche Micene si trova in zona. Il sito è conservato alla grande ed è il luogo natale di Agamennone, di cui un pò tutti ci ricordiamo le gesta dai tempi della scuola..

E il mare? Nel Peloponneso ce n'è quanto ne vogliamo. Ermioni, Porto Heli, o le notti di luna piena da vivere sulla piccola spiaggia che guarda in faccia la cittadina fortificata di Monemvasia.

Olimpia è un’altra tappa essenziale, ovviamente, per un giro nel Peloponneso. Perchè non pianificare un viaggio qui ad inizio primavera? ideale per combinare Olimpia con il Monte Helmos, alto 2500mt e maggior centro sciistico del Peloponneso ma anche il migliore dove sciare in Grecia!

 

cosa visitare nel Peloponneso
Nafplio e la fortezza di Bourtzi, magie del Peloponneso
itinerario Peloponneso Grecia
La fortezza di Palamidi, Nafplio è uno dei tanti castelli del Peloponneso

 In estate, oltre alla culture ai ricordi dell’età antica che affiorano praticamente ad ogni curva, quello che maggiormente impone del Peloponneso è l’illimitata scelta di spiagge che abbiamo a nostra disposizione. La maggior parte sono di sabbia fine, improvvisamente interrotte da grotte (Diros) e piccole isole (Elafonisos ad esempio: dove c'è Simos Beach, probabilmente una delle più belle spiagge di sabbia di tutta la Grecia.

Elafonissi Peloponneso GreciaIsola di Elafionissos, Peloponneso da amare
Una volta in Peloponneso, imperdibile è anche una visita al Canale di Corinto, una delle vere meraviglie tecnologiche dell’800.

Affiancato in questa speciale categoria per i nostri tempi dal Ponte Rio Antirio vicino a Patrasso sempre nel Golfo di Corinto, senza dubbio uno dei ponti più belli e rappresentativi d’Europa.

La carne al fuoco, dunque, non manca. Una vacanza da queste parti non basterà sicuramente per scoprire a fondo il Peloponneso, ma in ogni caso si sarà ripagati dalla sua genuina atmosfera e dalla sua grande personalità.

Città del Peloponneso

Il Peloponneso è una regione della Grecia prevalentemente rurale, terra di olivi arsa dal sole e segnata da gole impervie e strade sconosciute persino a Google Maps. La più grande città del Peloponneso è sicuramente Patrasso, che conta circa 170mila abitanti.  La segue, a molta distanza ma non per bellezza e piacevolezza dei dintorni, Kalamata.

Tra le città del Peloponneso la lista prosegue poi con Corinto, e la capitale del cuore agricolo della penisola, Tripoli. Magari qualcuno la conosce per la sua squadra di calcio, l'Asterias Tripoli. Noi di Grecia Mia ci siamo fermati qui un paio di volte, facendo rotta da Atene verso il Mani, e pur non avendo nulla di che, è un posticino che portiamo nel cuore. E poi ci sono Sparta e Nafplio, la prima sempre con la solita dura tempra, la seconda deliziosamente turistica e dal "sapore" quasi italiano.

Isole del Peloponneso

Considerato il "taglio" artificiale del Canale di Corinto, il Peloponneso è già praticamente una gigantesca isola di suo. Quindi, non ci sarebbe bisogno di andarne a cercare altre.. soprattutto perchè ufficialmente non ne ha alle sue dipendenze.

Tutte le isole che si trovano lungo la costa del Peloponneso, infatti, appartengono amministrativamente ad altri arcipelaghi, che siano le Isole Saroniche o le Isole Ionie. Ma noi che vogliamo conoscere a fondo questa regione della Grecia, gira che ti rigira un'isoletta la vogliamo vedere sempre.. per cui ecco quali sono le isole del Peloponneso raggiungibili dai suoi portI:

  • Da Kyllini (Cillene) partono le navi per Zante e Cefalonia
  • Da Pounta si può raggiungere l'isola di Elafonisos
  • Da Neapoli partono traghetti per Kythira (Citera)
  • Da Porto Heli (Kosta) partono battelli per Spetses
  • Da Metochi ci sono frequenti taxi boat per Hydra
  • Da Galatas si attraversa (quasi a nuoto) per Poros

Le regioni del Peloponneso

Le regioni del Peloponneso hanno tutte nomi così importanti, nomi che abbiamo letto mille volte sui libri di scuola traducendo le versioni di latino e greco. Anche oggi, è un piacere leggerle e sognare di avere la fortuna di visitarle da vivo.

Il Peloponneso è suddiviso in 7 regioni:

  • Arcadia, la parte centrale e montuosa della penisola. Qui, tra le cose da vedere nel Peloponneso c'è soprattutto la bella cittadina costiera di Leonidio, una delle migliori destinazioni tra l'altro dove trascorrere la Pasqua in Grecia.
  • L'Argolida, una delle regioni del Peloponneso più turistiche, per intenderci quella di Argo e Micene, ma anche Nafplio ed Epidauro e Porto Heli ed Ermioni e chi più ne ha più ne metta!
  • La Corinzia, una delle più sconosciute, in assoluto la regione del Peloponneso meno turistica, lungo la strada che da Corinto conduce a Patrasso. Un distretto dai bei panorami e qualche attrattiva come la cittadina di Loutraki, ma che in generale può essere semplicemente attraversato senza prevedere tappe particolari.
  • la Laconia, altra fantastica regione del Peloponneso a grande vocazione turistica. Qui c'è Sparta, che ne è capoluogo, protetta dall'arcigna fortezza di Mystras appena alle sue spalle. Da qui si intraprende la strada per il Mani, dietro le pendici del Monte Taigeto. In Laconia, inoltre c'è l'isola di Elafonisos e la magica Monemvasia, oltre che la bella cittadina portuale di Gythio.
  • Messenia, il cui capoluogo è Kalamata. In questa regione del Peloponneso si visita il Mani, scendendo lungo la costa di Kardamyli e Aeroporli, fino a Gerolimenas e Porto Kagio, e sul lato opposto del golfo di Kalamata, quello occidentale, ci sono Pylos, Koroni e Methoni, senza parlare di Navarino. Località poco turistiche, ma dall'indiscusso fascino ellenico, fatto di mare e paesini sulla costa da trasfervisi subito.
  • L'Acaia è la provincia di Patrasso, il porto prediletto dei traghetti per la Grecia dall'Italia. Qui la grande attrazione è probabilmente il trenino che parte da Xyokastro, sulla costa, e sale sino alla cittadina sciistica di Kalavryta, attraversando canyon, gole, e tunnel scavati nella roccia.
  • Infine, c'è l'Elide, che sembra quasi sconosciuta ma invece è una delle località più famose e visitate di tutta la Grecia: in questa regione del Peloponneso si trova infatti il sito dell'antica Olimpia! La città di riferimento, e in assoluto la migliore in cui fare base, per noi di Grecia Mia è senza dubbio Pyrgos.

Gli aeroporti del Peloponneso

Quando si tratta di studiare dove si trova il Peloponneso e cosa vedere, raramente si considera di arrivarci direttamente in aereo. L'aeroporto principale per questa regione, per ovvi motivi di numero di voli, è sempre quello di Atene. In fin dei conti, dista solo due ore da Patrasso. Patrasso che possiede comunque uno dei due aeroporti del Peloponneso: lo scalo di Araxos, che per nostra sfortuna, non ha alcun collegamento per l'Italia.

Il secondo, e più importante, tra gli aeroporti del Peloponneso è quello di Kalamata, da cui partono i seguenti voli per il nostro paese:

  • Milano Malpensa: Ryanair
  • Milano Bergamo: Ryanair
  • Venezia: Marco Polo Volotea
  • Pisa: Ryanair

© Testo: Andrea Pelizzatti