Una destinazione a cinque stelle, campione in ogni categoria.

Perché Chios non è così famosa come meriterebbe? Forse la risposta la si può trovare nella sua millenaria storia. È un’antica colonia dei genovesi, ponte verso l’Asia Minore. Chios è come loro, schiva e riservata, bellissima e scontrosa, mediterranea e superba. Da subito, in approdo si scopre la sua identità: grande, popolata, rumorosa, disordinata, tradizionale, industriale.

I suoi villaggi medievali nell'entroterra, cosa unica al mondo, sono costruiti interamente di mastice, un particolare tipo di resina. Chios ha tutto per far innamorare di sè, sta al visitatore cedere alle sue bellezze, io credo non se ne pentirà.

chios

Chios eccelle in tutto, l’ombra e la paura di trovarsi sulla rotta dei migranti non le rendono giustizia. È un’isola come nessun’altra per storia, spiagge quasi mai affollate, una delle poche isole greche senza italiani dove le tradizioni, cucina, natura possono riempire due settimane come una vita intera. Non fermarti a questa pagina, approfondisci con noi.

Chios fa parte della nostra top list

Puntura di un'ape a parte - e sarebbe potuto succedere ovunque - non c'è una cosa che non ci sia piaciuta del nostro viaggio a Chios. Il mare, se si supera lo shock di un'isola senza sabbia, ha dei colori unici. Il cibo assaggiato non ha nulla a che fare con quello servito nelle isole più turistiche, dove il cestino del pane arriva accompagnato insieme al burro Lurpark per fare felici i tedeschi. I paesi visitati sono davvero unici al mondo, non solo in Grecia. La natura, i profumi, il mastice, le montagne, i panorami. Chios è sconvolgentemente bella. E nessuno lo sa. Certo, a parte i fortunati che leggono Grecia Mia e che tra nostre isole greche consigliate scoveranno proprio Chios al numero #2 della classifica.  

 

© Testo: Andrea Pelizzatti - Foto: Katerina Pouliaki