Un’isola dove essere giovani

isola di Mykonos

Glamour, musica house sotto le stelle, notti infinite e tanto stile. Mykonos è la risposta greca ad Ibiza, la capitale del turismo greca, un puntino obbligato sulla mappa dell’elite vacanziera europea. È inoltre l’isola più italiana dell’Egeo, modaiola, sfrontata, trasgressiva. Riferimento per la comunità omosessuale, per le grandi firme, per le celebrità che amano attraccare con i loro yacht e per gli edonisti a ballare in spiaggia sotto al sole. Mykonos è l’isola del Tropicana, l’isola di Sasà il re di Mykonos. È un’isola da Grecia Mia? Certo. La vita senza musica avrebbe meno senso. La dimensione del rave ci appartiene. Da Genova all’Olanda a caccia di techno, quante volte. Ritrovare questa dimensione in Grecia è come non rinnegare le proprie radici e come essere ventenni per sempre.


visitare MykonosMykonos Town prima che la illumini la notte

MYKONOS HA HOTEL E SPIAGGE DI LIVELLO IMPAREGGIABILE

C’è una piccola, semplice e lineare verità che si tende a dimenticare troppo presto quando si ragiona se andare in vacanza a Mykonos o no. La tentazione di usare invece il suo aeroporto solo come appoggio per dirigersi subito in una delle isole vicine c’è sempre ma facciamo chiarezza: Mykonos è una delle isole greche più belle. Così è e dobbiamo farcene una ragione.
Mykonos ha un mare bellissimo, da urlo. Ci sono spiagge cristalline, sabbia bianca, acqua turchese e fondali bassi. La Chora, Mykonos Town, è bianca e accecante come tutti i villaggi Cicladici tradizionali, ed è così scenografica e romantica che possiamo dire sì, i primi turisti negli anni ’70 ci avevano visto giusto. Pensare che erano quasi tutti hippy e vivevano in spiaggia con due lire e senza lavarsi!
Per ironica legge del contrappasso (o del capitalismo) oggi Mykonos significa soprattutto hotel.
Stilosi come da nessun’altra parte, gli hotel di Mykonos sono il meglio di tutta la Grecia e insieme a quelli Santorini fanno capolino con le loro piscine a raso mare/cielo in ogni rivista di Architectural’s Digest che si deve.

dove fare shopping a MykonosPasseggiando nei vicoli di Mykonos

CARNALE, SUDATA, BRULICANTE

Mykonos è dunque per molti la vera porta delle Cicladi, il primo passo magari da accoppiare con Santorini per spremere il meglio di un’arcipelago, forse di un’intera nazione. E se si vuole evitare il senso di precotto e plastificato che inevitabilmente assale il viaggiatore curioso in Agosto, basta recarsi qui in bassa stagione. Quando l’isola assume un aspetto meditativo, forse complice la luce, forse complice la lontananza dal rush dei mesi agostani. Noi abbiamo avuto la fortuna di fare una scappata a maggio, quando Mykonos è un trionfo di papaveri, e le colline sono verdissime. É allora che la pace ellenica riprende il controllo dell’isola, e la sua leggerezza si respira ovunque tra i vicoli imbiancati. Un pò più sporchi che in altre isole, per la verità, ma non crediate: le casse del comune sono belle vuote. A guadagnare grandi cifre dal turismo sono i soliti pochi.

VITA NOTTURNA A MYKONOS E ESCURSIONI DIURNE

In altre pagine di Grecia Mia parleremo approfonditamente della vita notturna di Mykonos. In questa prima pagina ci basta riassumere cosa è è Mykonos. La migliore isola greca per party-people e edonisti di tutti i tipi. Che siate hipsters o camionisti, amerete le sue spiagge di sabbia e vi scontrerete con il budget elevato per permettervele.
Mykonos è gay friendly, ma non solo, e detto questo, che il party abbia inizio! Per dormire c’è sempre tempo, una volta ritornati a casa.

Visitala anche in primavera

Idea magari fuori dal comune, Mykonos è un'ottima isola da poter visitare anche fuori stagione, nella fattispecie in uno dei ponti di primavera o perchè no a Pasqua. Mykonos non si svuota mai del tutto, c'è una piccola comunità che vive l'isola tutto l'anno, così come le crociere la inseriscono come tappa fissa durante le loro peregrinazioni nell'Egeo. La bellezza della Piccola Venezia, il lusso mai troppo ostentato dei suoi hotel, l'aria salmastra che rosicchia i famosi mulini a vento e il mare che muggisce sotto di loro non hanno stagione. Anzi, si apprezzano meglio con poca e selezionata gente intorno, magari appassionati di Grecia come noi che osano un viaggio alle Cicladi sotto il sole di Aprile. E poi ci sono già dei comodi voli diretti per quasi ogni città italiana. Senza dubbio, Mykonos merita allora un posto nella nostra personale lista delle migliori destinazioni in cui trascorrere il ponte del 25 aprile in Grecia.

Quando di più è meglio

Non si capita a Mykonos per caso. C'è chi la visita per solo poche ore come tappa di una crociera, chi ci si ferma per un paio di giorni prima di andarsi a rilassare su una spiaggia deserta di una delle isole più selvagge, chi ci viene apposta per fare casino e farsi vedere. In un modo o nell'altro, Mykonos è sulla bocca di tutti, e l'importante è esserci. Lo pensano anche di quelli che non gliene frega nulla della Grecia, ma vogliono solo andare a fare una vacanza al mare in un posto famoso e che sia garanzia di sole e bel mare. Mykonos acquisisce senso con la massa. Più che con il resto delle Cicladi, divide il suo immaginario con Ibiza, Formentera, la Costa Smeralda. Più gente c'è, meglio è. Feste più grandi, maggiori condivisioni sui social. Più like, più autostima. Vicoli pieni di gente, quale migliore occasione per conoscere qualcuno e sentirsi più belli e splendenti che mai. Mykonos sarebbe triste senza compagnia. Come Santorini e tutte le altre isole greche più turistiche, Mykonos ci ricorda che l'uomo è un animale sociale e che senza il suo branco sarebbe perduto.  

© Testo Andrea Pelizzatti © Foto Katerina Pouliaki

Blogger di Grecia
Puoi anche leggere la nostra Mykonos qui.