La più famosa, a ragione, delle isole del golfo Saronico.

Hydra odia le auto, ama le celebrità, la vita sportiva e conserva un carattere tutto speciale. Non è per nulla un’isola come le altre. Anzi, è veramente unica. Dove lo troviamo oggi un posto così, senza macchine, senza strade, bello da morire? In Grecia quasi da nessuna parte. Io e Katerina abbiamo visitato poche isole che ce la ricordano così tanto. Forse Telendos, nel Dodecaneso vicino a Kalymnos. Magari Chalki, sempre in zona, ma più vicino a Rodi. Eppure Hydra è diversa da loro. Telendos e Chalki sono in fin dei conti solo due piccole comunità i cui abitanti hanno resistito alla tentazione di trasferirsi nelle città che contano, Kalymnos e Rodi appunto, finanche Atene. Hydra invece no. Hydra ha una sua personalità unica, è essa stessa il punto di riferimento per chiunque abiti nella zona. Anche se per abitarci, serve fare dei compromessi. Serve non avere una macchina, anziché studiare per la patente meglio capire come si accudisce e tiene cura di un asino, perché i pacchi li porta lui.

 

Hydra isola greca
Il lungomare di Hydra

L’ISOLA DI HYDRA IN PILLOLE: DOVE SI TROVA

Pochi ci pensano, ma Hydra si trova nel Peloponneso, isolata isolata proprio dove la sua ala più orientale, che i greci chiamano Argolida e che noi conosciamo tutti anche senza saperlo perché qui si trovano posti storici mica da ridere come Micene, Argo ed Epidauro. Possiamo dire che si trova a metà strada tra Atene, un paio d’ore di aliscafo, e la bellissima cittadina di Nafplio, la più importante della zona. Hydra è quindi molto remota, anche se così vicina alla terraferma. Lo si vedrà subito una volta sul posto. Vista da Hydra, la costa del Peloponneso appare imponente, solitaria e deserta.

E COME LA SI RAGGIUNGE

Non ha senso perdere tempo in questa sezione quando abbiamo scritto una pagina intera su come arrivare a Hydra dettaglio per dettaglio. Ma per farla breve, chiunque ha una macchina dovrebbe semplicemente parcheggiarla a Metochi e prendere da qui il taxi boat. Gli altri, hanno il “delfino volante dal Pireo.

 

traghetti per Hydra

DICONO CHE SIA CARA E CHE SIA LUSSUOSA

In parte è vero, in parte assolutamente no. È sempre divertente sfatare miti e luoghi comuni, o perlomeno precisarli. Non è detto che se Hydra è amata dai vips debba automaticamente essere irraggiungibile per noi comuni mortali. L’alloggio è più caro della media delle altre isole greche, è vero, ma ad esempio, Mykonos e per molti versi Santorini (vista caldera) sono decisamente più care. Ad Hydra è difficile trovare lo studios col letto di legno e il bagno anni 70, è vero. Ci sono alcuni resort fighettissimi, è vero, ma ce ne sono anche molti altri al livello di tutte le tasche che possono permettersi una vacanza in Grecia. E il cibo? Quello costa come dappertutto. E poi ci si muove solo a piedi, quindi si risparmierà su noleggio auto e motorini!

TUTTO ACCADE SU UN MAGICO FERRO DI CAVALLO

Ma insomma, così ha quindi Hydra di così speciale? Semplicemente, è la quintessenza di un porticciolo. È tutto così sfacciatamente come dovrebbe essere che non sembra possa essere vero. Il Lungomare forma un magico ferro di cavallo, semicerchio perfetto dove piccoli negozi di artigianato convivono in perfetta armonia con sgarrupati minimarket, caffè, dehor e taverne di pesce. E poi c’è la montagna, che abbraccia e protegge il paese, concentrandolo in una baia intima e cristallina. I parcheggi sono sostituiti da asinelli al laccio, e non c’è nessuna strada dove andare, giusto un pò di vicoli pieni di buganvillee et voila. Ogni tanto, dai cortili di qualche palazzo in rovina spunta fuori un gallo, e la notte il loro chicchirichì sarà l’unico rumore che ascolterete.

MA COME SONO LE SPIAGGE?

A dispetto di Chalki, dove già in porto ci si può tuffare in un’acqua che dire turchese non le rende giustizia, a Hydra in centro non si fa il bagno. È tutto un via vai di taxi boat, piccoli cargo di pescatori che trasportano anche i beni di consumo sull’isola, e yacht da diporto. Ci sono due opzioni allora: la prima è passeggiare oltre il lungomare, guardando il mare verso destra per Mandraki, sulla sinistra per le spiagge pià belle come Vlychos e Plakes. In entrambi i casi poco più di 1km. La seconda è quella di fare le principesse e farcisi portare in caicco, in questo caso si andrà anche molto più lontano e sarà da mettere in preventivo di spendere una decina di euro a persona. Volete altri dettagli? Qui tutte le spiagge di Hydra su Grecia Mia.

HYDRA TRAIL EVENT

Hydra non è solo mare e non è solo un porticciolo dove sedersi tutto il giorno bevendo un caffè e giudicare gli altri come sono vestiti. Negli anni l’isola ha saputo creare un eventi di livello nel mondo della corsa in montagna e noi abbiamo partecipato. Ogni anno, la settimana prima di Pasqua si organizza l’Hydra Trail Event che è la vera finale di Champion’s League dell’isola in ci si cimentano i migliori trailers di Grecia e i più forti ragazzi locali. Ci sono due spettacolari percorsi, uno di 14km e uno di 26, dove si raggiunge anche la cima del Monte Eros, il più alto di tutti, 500 mt slm. Si correrà per oltre 3 ore (a meno di non essere fenomeni) tra antichi monasteri, oliveti, a fianco di spiagge bellissime e poi l’arrivo sarà un’emozione unica, sul quel magico ferro di cavallo, tra due ali di folla. Già perché quella mattina saranno tutti li, a fare il tifo per chiunque abbia la forza per diventare finisher. Nel video l’arrivo di Andrea, e nel link il sito ufficiale dell’evento.

PROPRIO COME PORTOFINO ALLORA!

Beh, più o meno. Per chi non lo sapesse, anche quello di Portofino è uno dei più bei trail della Liguria. Parallelismi podistici a parte, regge il confronto tra le due località?
A dire il vero no. Arabi e sceicchi da queste parti se ne vedono ancora pochi, e non ci sono super stilisti ad avere una villa ad Hydra. In ogni caso, io e Katerina avevamo a lungo evitato Hydra, alla ricerca di luoghi più autentici e meno commerciali. Così ci suonava perlomeno. Portofino la abbiamo già così vicino a casa a Genova, e non ci andiamo mai. Sbagliavamo, comunque, Hydra ci ha conquistato.

 

Hydra isole Saroniche della Grecia
Hydra città
Come muoversi a Hydra
Trasporti pubblici

FAMOSA PER ESSERE L´ISOLA DEI FAMOSI

Hydra è la vera isola dei famosi greca. Nulla a che vedere con i nostri vip desaparecidos in qualche isola caraibica. Che tra l’altro sotto il nome di Survivor sta spopolando in Grecia, e un paio di puntate (la nonna di Kate si è appassionata) ce le siamo dovute sorbire pure noi.
Da sempre, l’elite greca ed internazionale, ha pagato il dolce dazio di un soggiorno nell’isola più esclusiva del golfo Saronico.
Dalla nostra Sophia Loren a Leonard Cohen, il cantautore, poeta, scrittore e compositore canadese, a Melina Mercouri, un’attrice, cantante e politica greca amata alla follia in Ellada. Ha avuto casa qui anche il pittore Jannis Kounellis. Hydra ha insomma saputo, e continua, ad appagare con il suo charme esclusivo e un pò intellettuale.

CIAK!

Sono stati girati un molti film a Hydra. Pochi avranno visto “Il ragazzo sul delfino” visto che è stato girato nel 1957, che però è interessante perchè c’era la nostra Sophia Loren. Di seguito, ecco un filmato tratto dalla pellicola, proprio quando la Loren canta in greco!

 

 

VITA NOTTURNA GIOVANE E SOCIALE, SENZA FACEBOOK

Si può scegliere Hydra anche per far festa? Non propriamente. Non è che si debba andare a dormire come le galline, siamo pur sempre in Grecia, dove si mangia tardi, e dove alle 3 del pomeriggio si fa la siesta. A Hydra non ci sono club e la vita notturna si riduce a tanti cocktail bar, dove ridere, scherzare, chiacchierare. Stare bene insomma. Questi che di giorno sono caffè la sera diventano eclettici club, dove si suona un pò di tutto, dal rock, house, alle principali hit greche. Ma solo a volte.Per il resto, qui ci si diverte con lo struscio serale, due passi dopo cena per digerire, e fare due discorsi tenendo Facebook scollegato. Almeno così speriamo.