Isole greche più belle

Cos'è la bellezza? C’è qualcosa di oggettivo in essa? Oppure è solo un capriccio soggettivo? Ci possono essere isole greche più belle delle altre in termini assoluti? Per Platone, era possibile renderla universale: come disse la straniera di Mantinea a Socrate c’è giusto un momento nella vita che è degno di essere vissuto da un uomo più di ogni altro: ed è quando si contempla il bello in sé. Così, da quando abbiamo creato Grecia Mia, io e Katerina siamo stati fortunati molte volte a vivere questo momento, in queste isole. Ed ogni volta, di fronte a questo bello incondizionato, nel nostro piccolo troviamo una nuova conferma di noi stessi. Assaporiamo una dignità nuova nel nostro lavoro, unici sull'internet italiano ad aver visitato per davvero tutte le isole greche, e scriverne solamente per esperienza personale, e mai per sentito dire.


Koufonissi

"La Natura è grande nelle grandi cose, ma è grandissima nelle piccole". Lo aveva già capito Plinio il Vecchio, e la conferma ci arriva anche oggi, quasi due mila anni dopo e senza timore di smentite, ogni volta che scendiamo dalla nave a Koufonissi. Come sia possibile che un’isola di neppure 30 kmq possa racchiudere in sé così tanta bellezza, è un mistero. Forse ha fatto dei patti oscuri di cui non siamo a conoscenza. Forse si è venduta alle forze oscure, e la piscina naturale che stupisce ogni turista e che i locali hanno chiamato “l’occhio del diavolo” potrebbe essere il definitivo indizio. Che sia posseduta o meno, Koufonissi rimane una delle isole greche più belle e lo è specialmente per noi italiani. Sarà perché non riusciamo mai a resistere al peccato?


🚁Come arrivare

😴 Dove dormire


Milos

Milos è un’isola che ti sorprende. Più la visiti, più la afferri, più ne cogli aspetti a cui non avresti pensato. Chi avrebbe mai detto ad esempio che è l’isola del cioccolato? Come il cacao, Milos crea una golosa (e pericolosa) dipendenza. Se poi al cioccolato, caldo, fuso, metti assieme lo shock del gelato, una volta che lo assaggi sei fregato. La dimostrazione si avrà alla pasticceria Arethousa, la cui torta è così buona che non ha nemmeno bisogno della farina per conquistare il palato. Milos, allora, corrisponde pienamente a questa eccitante anima duale della sua prelibatezza più goduriosa: è turistica, precisa, ricca. Ha alloggi ben rifiniti e dalle lenzuola morbide, odorose di mughetto. Ma sa anche essere grezza, sabbiosa, polverosa sugli sterrati tutti da conquistare verso l’ennesima spiaggia deserta, anche ad agosto. E per questo, è una delle isole greche più belle per tutti quelli che amano la folle schizofrenia della vita.  

isole greche più belle

🚁Come arrivare

😴 Dove dormire

 

Paros

Capita di trovarsi in un bar di Naoussa, una sera di fine aprile. E, avvolti nel fumo delle sigarette della nutrita diaspora albanese, fissare avidamente gli occhi allo schermo dell’unica TV. Cose che capitano quando c’è l'Eurolega di basket, c’è il Panathinaikos, e la vacanza si lascia spazio a quell'ansia tutta sportiva che toglie la voglia di parlare. Ma appena lo fai il ragazzo vicino a te si gira e ti chiede se sei italiano. Lui lo è e tifa Olimpia Milano, ed è qui perché i genitori hanno casa sulla spiaggia di Ambela. Una passione in comune, un’isola in comune. Paros non è finta: è una casa, dove soffri, vinci e perdi al di là del risultato. E se proprio le cose vanno male (come sono andate quella sera, sconfitta ed eliminazione), i colori di Martselo Beach sapranno ricucire le ferite. Non bastasse, quanti altri rimedi della nonna! Le cene a Lefkes, i tramonti al Kastro di Parikia...

isole greche più belle

🚁Come arrivare

😴 Dove dormire


Naxos

Che Naxos sia una delle isole greche più belle lo capisci solo dopo qualche giorno, addentrandoti nel ritmo strafottente dell’Egeo, quello che a colpi di vento ti blocca la voglia di fare e di pensare. Dopo l’iniziale entusiasmo, di quello che prendi una macchina e scendi a Panormos a farti dire di tutto da un pastore, che guidi un'ora e mezza sino a Kalandos a domandarti perché esiste un porticciolo così.. Dopo esserti stupito dei colori di smeraldo (non a caso.. qui li estraevano per davvero) della spiaggia di Lionas, o della incredibile, beata solitudine di Apollonas, alla fine decide il meltemi. Così, basta fermarsi in spiaggia ad Agios Georgos, scegliere uno dei due bar sulla sabbia - quelli a sinistra mi raccomando - e passare la giornata tra un club sandwich, una birra Esa e l’immancabile sfilza di pensieri. Ecco, è il momento di spegnerli, un respiro dopo l’altro. Se non ce la fai, ci penserà un amico che ancora non conoscevi, offrendoti una bottiglia di plastica piena di quella che pensi sia gazzosa ma invece è raki.

isole greche più belle naxos

🚁Come arrivare

😴 Dove dormire


Amorgos

Da sempre nostro pallino, Amorgos non può non essere inserita in una lista che si prefigge di far conoscere al mondo intero (almeno quello che legge in italiano) quali siano le isole greche più belle. Va inserita perché è un mondo magico di paesini fatti di case bianche barricate tra la montagna e il cielo, di porticcioli dove le onde fanno i dispetti ai baffi dei gatti che si aggirano tra le bitte e la banchina. Pure le sue persone ci colpiscono: c’è la gente chiusa di Katapola, e quella allegra di Aegiali, che d’estate vende le camere e d’inverno raccoglie le olive. E i suoi tesori, ovvio: icone sacre (al monastero Choziotissa) e relitti (a Liveros Bay) che non hanno avuto la fortuna di tornare in porto, o sentieri vertiginosi  (il numero 5) e spiagge che appaiono come l'ultima oasi prima di un viaggio nell'infinito mare di Grecia (Halarà).

isole greche più belle

🚁Come arrivare

😴 Dove dormire


Lipsi

Lipsi, nascosta e spesso dimenticata tra Patmos e Leros, è una di quelle isole greche senza presente: o sono punti di fuga, o di nuovi incontri. Isola di evasione, isola di rinascita. Cene a parlare di libri, grigliate a casa di amici, salti al forno per due chiacchiere e dopo un pigro pomeriggio al mare. Lipsi non può mai essere un mordi e fuggi, richiede tempo e richiede di entrare a far parte della sua comunità. Tanto che più che cercare tra i nostri studios, quello che ci vorrebbe è comprare una seconda casa. Ed essendo una delle isole greche più belle, grazie ad uno dei più spettacolari tratti di mare in Grecia, (Platys Gialos - Katsadia - Koklahura - Eleni Beach solo per citarne quattro) l’acquisto sarà un investimento garantito: certi asset non perdono mai di valore, perchè si valutano a misura di cuore.

isole greche più belle

🚁Come arrivare

😴 Dove dormire


Patmos

L’isola della rivelazione, dell’apocalisse, ha cambiato tante volte pelle nel corso della sua storia. A  Patmos c’è stato un tempo dove nulla era materiale. Il cibo era quello dell’anima, il nutrimento era interiore: era il tempo della gloria e della grandezza della nostra civiltà. Oggi, si cammina su una china decisamente più pericolosa. Quello che ti avvicina al cielo si misura in numeri: prezzi al metro quadro, numero di croceristi sbarcati, posti a sedere sull'autobus turistico scoperto che fa il giro dell’isola, numero di scatti con il vip hollywoodiano incontrato nei vicoli di Chora. Pure Tom Hanks recentemente si è trasferito qui da Antiparos. L’eternità si è ridotta ad un calcolo, a cui tutti siamo sottoposti! I nostri conti dicono che il risultato è positivo: Patmos è una delle nostre isole greche più belle, e sappiamo che risolta l’equazione di arrivarci, saremo un passo più vicini al nostro personale paradiso.

isole greche più belle

🚁Come arrivare

😴 Dove dormire


Chios

Chios è indubbiamente una delle isole greche più belle, sotto ogni punto di vista. Sarebbe citata ovunque e meta di un costante pellegrinaggio vacanziero se solo avesse spiagge di sabbia, ma accade che il mare di tutta Chios è circondato solo da splendidi ciottoli, alcuni bianchissimi, altri multicolore. Che blasfemia, disse madonna Sabbia! Così, il turista che viene in Grecia solo per due settimane sotto l’ombrellone, finisce per non filarsela manco di striscio, e lasciare Chios al suo destino intellettuale. Già perché gli stimoli per una vacanza a Chios sono infiniti. I nostri spunti preferiti sono sicuramente a livello architettonico (Pyrgi, Anavatos, il vecchio Hammam), balneare (Agia Dinami, Mavra Volia) culinario (tutto a base di mastice!) e di gite (le isole di Oinousses, Psara) ma è garantito che ognuno troverà il suo divertimento, in un'isola così completa.

🚁Come arrivare

😴 Dove dormire


Creta

Verrebbe voglia di trascinare via Creta, spostandola assieme alla Grecia continentale per non trovarsi sempre a doverla citare, lista dopo lista, classifica dopo classifica, tra le isole greche più belle. La verità è che inserirla in graduatoria insieme alle altre isolette è ingiusto come il calcio moderno. Come possiamo pretendere di far vincere la Champions a chi lotta per la salvezza?
Creta è, in generale, la più bella delle belle, perchè non le manca niente. Mare da sogno? Balos, Elafonissi. Storia millenaria? I minoici. Palazzi, musei, città storiche? Cnosso, Chania, Rethymno. Cibo e ospitalità senza pari? Apaki e raki. Paesini di pescatori sperduti, dimenticati dal presente e dal futuro incerto? Spili, Zaros, Frangokastello. Case bianche e porte blu? Loutro. Resort all-inclusive dove rinchiudersi una settimana a mangiare spaghetti e melanzane alla parmigiana? Anche loro. Creta è come Amazon, col vantaggio che non serve l'abbonamento a Prime per godersela illimitatamente.

isole greche più belle

🚁Come arrivare

😴 Dove dormire


Skopelos

Se c’è un’isola che corrisponde all'ideale tipico e caratteristico della Grecia, dove un universo di vicoli fioriti si stempera in un dipinto di case bianche e tegole rosse, questa è Skopelos. Skopelos è una delle isole greche più belle per i romantici, per le coppie, per chi ama le isole verdeggianti e quelle che sembrano uscite da un libro, ma che in realtà l’hanno solamente ispirato. Skopelos è isola dove prendere un drink sotto la Panagia, dove prendere un lettino di lusso a Limnonari, dove fare i naturisti alla spiaggia di Velanio. Piccole cose, grandi soddisfazioni. 

isole greche più belle

🚁Come arrivare

😴 Dove dormire


Lefkada

Lefkada è quell'isola che non diresti mai. Tolte due tre spiagge magnifiche, di una classe a parte, aliena, extraterrestre (Egremni, Porto Katsiki), il resto è di una bellezza diversa, non ostentata, delicata. Come accade solo nello Ionio. C’è uno splendore malinconico, crepuscolare. Il paesino, Lefkada città, non ha ad esempio la potenza evocativa della varie Chora sparse nelle Cicladi. La natura non è brulla ma generosa, ancora genuinamente contadina (Karya, Eglouvi), a tratti audace e ardita, tanto che il mare lo si guarda e lo si gode anche con lo sguardo dell’aquila. Il piacere di vedere dall'alto il suo blu così acceso sarà intenso tanto quanto di un tuffo ad Agios Ioannis di prima mattina. Lefkada è un’isola giovane, bella come sono belle le sue ragazze il venerdì sera, quando tornano dalle università di Atene e Patrasso e affollano i bar del lungomare, e lo inondano di speranzosi pettegolezzi.

isole greche più belle

🚁Come arrivare

😴 Dove dormire


Agathonissi

Agathonissi non ha nessuna attrattiva. Agathonissi ha solo un paio di spiagge. Agathonissi è interessante solo perché ogni due per tre i jet turchi di Erdogan provocano la sovranità greca, sorvolandola per dispetto o per gelosia di non possederla. E allora, che ci fa qui? Misticamente, Agathonissi ci gira sempre per la testa, spunta sempre fuori al momento di mettersi a scrivere pagine come questa. Per noi, e soprattutto per Katerina, è un’isola speciale, dove trovare tutta la Grecia che si può, abbracciandola con lo sguardo. Silenzi, avventura, una baia calma e riparata dai venti, dove si ferma una barca solo quando capita. E ancora capre, pescatori, feta. Ci possono essere isole greche più belle di così?

isole greche più belle

🚁Come arrivare

😴 Dove dormire

E Mykonos e Santorini?

Non ci sono, in questa lista, perché andiamo, sono due isole che non hanno bisogno di nessun riflettore. Basta chiedere all'uomo della strada e alla domanda su quali siano le isole greche più belle e ti risponderà senza dubbio Santorini, al massimo Mykonos. Esagerando, litigherà con la casalinga di Voghera che è stata in crociera a Rodi. Con questo, non diciamo certo di non andarci: specie per chi non le ha mai viste, fanno curriculum e se sono quelle che sono, un motivo ci sarà. Ma poi, via dritti alla scoperta delle perle meno turistiche e meno conosciute. Ad esempio una tra queste isole vicino a Mykonos, o tra le 5 strepitose isole vicino a Santorini!

Extra bonus: due penisole!

Se per un motivo o per l’altro, le isole di cui sopra non andassero bene (già viste, amici che ne parlano male, i voli dai prezzi alle stelle, o semplicemente una nostra descrizione che “non fa per me”), non serve desistere: ci sono due penisole che vengono quasi sempre in aiuto, il Mani e Pelion.
Entrambe sono infatti semplici da raggiungere - basta un volo su Atene e poi alcune ore di macchina a noleggio per essere a destinazione. Sono a pieno titolo “quasi isole più belle della Grecia” e come loro hanno lo stesso bellissimo mare, e la storia unica di un paese che come nessun’altro sa coniugare atmosfere antiche e divertimento moderno. Conosciamole meglio.

 

Pelion

La penisola del Monte Pelion si trova in Tessaglia, a circa 4 ore di viaggio dall'aeroporto di Atene, in direzione nord, prima di Salonicco, oltrepassata Volos. E’ una penisola mitica, strepitosamente completa, che straripa di mare e di mitologia. Dalle sue foreste arrivò il legno per costruire Argo, la nave di Giasone e degli Argonauti. E i Centauri ebbero qui la loro leggendaria dimora. Oggi è casa di spiagge incredibili come Fakistra, Milopotas, Tzasteni e Papa Nero, di villaggi addormentati dove la vita si svolge ancora all'ombra dei platani (Milies, Tsangarada, Trikeri Milina) e di un dolce come, e ostinatamente sbuffante quanto anacronistico, trenino a vapore.

pelion grecia

Mani

Il Mani si trova quasi all'opposto della penisola di Pelion rispetto ad Atene, sempre a 4 ore o poco meno di distanza dal suo aeroporto. Come Pelion, il suo destino è deciso dai contorni di montagna, mitologica anch'essa, il Taigeto, di spartana memoria. Un severo blocco di roccia che presidia l’ultimo lembo di Grecia, prima che il continente lasci spazio al regno dell’Egeo. Ed è qui, nel Mani, dove acqua e terra s'incontrano, che possiamo venire a contatto magie come la sonnolenta Kardamyli o le mille torri di Vathia, ma anche le spiagge di Scoutari -epica mangiata di pesce in vista! - e Stoupa. Il mani, dai sui abitanti guerrieri, accoglie oggi il turista in quest'angolo di mondo "caldissimo e dove crescono solo pietre" (cit F. Leigh, Viaggio nel Mani) in un viaggio entusiasmante che termina... alle porte dell'inferno. A Capo Matapan, detto anche Capo Tenaro, si nasconde infatti in una grotta uno dei principali ingressi all'Ade. 

Isole greche più belle poco turistiche

La nostra mission è quella di far capolino un poco più in là, oltre le destinazioni più scontate. Far conoscere la "Grecia vera", a modo nostro. Un piccolo aiuto, allora, è catalogare le isole di cui abbiamo parlato in questo articolo in una estemporanea "scala di turisticità; perchè se è vero che alcune di queste sono “ricche e famose”, altre sono invece delle cenerentole che aspettano il principe azzurro prima di spiccare il volo.
Le meno conosciute isole greche più belle sono sicuramente le seguenti:

  • Agathonissi
  • Lipsi
  • Amorgos
  • Chios

E poi c’è la via di mezzo, quella fatta di isole famose ma non famosissime, molto frequentate e dove in alta stagione c’è sempre il pienone, ma che dentro di loro sanno di essere ancora quelle tradizionali di un tempo.

  • Skopelos
  • Koufonissi
  • Patmos

Infine le quattro destinazioni più affermate: 

  • Creta
  • Milos
  • Paros
  • Naxos

E se proprio tutti questi nomi non fossero sufficienti, ne abbiamo altri ancora, nell'articolo dedicato alle isole greche poco turistiche e meno conosciute

Isole greche più belle con aeroporto

Dopo aver dato tutte queste idee, pensiamo sia importante chiudere il cerchio con un pizzico di logistica, ossia su come arrivare in queste isole greche più belle del mondo. Non tutte, anzi poche, tra queste isole hanno un loro aeroporto. Solo Creta e Lefkada, poi, hanno voli diretti per l’Italia, per le altre, serve o la nave, o un cambio ad Atene.

  • Creta (voli diretti)
  • Lefkada (voli diretti)
  • Milos
  • Paros
  • Naxos
  • Chios

Lipsi, Patmos, Koufonissi e Amorgos invece non hanno nessun aeroporto, e si raggiungono rispettivamente via Kos o Samos (le prime due) e Santorini, Mykonos o Atene (Armorgos e Koufonissi). In ogni caso ci sono moltissime altre combinazioni ed idee, che abbiamo controllato una ad una nel nostro articolo dedicato a tutte le isole greche con aeroporto, sia con voli diretti dall'Italia che no.