Carrello

Il carrello è vuoto

Subtotale
Acconto (30% del totale)
  • American Express
  • Apple Pay
  • Mastercard
  • PayPal
  • Visa
Alonissos

Alonissos

Alonissos è come un acquerello

Alonissos è la più remota delle Sporadi, è anche la più vicina alla natura. Isola "isolata" più che le altre, interamente protetta da un parco marino, gelosa nel preservare il suo ecosistema delicatissimo. Il mondo insulare di Alonissos è uno dei pochi rimasti nel Mediterraneo ad essere ancora abitato da foche monache e molti altri animali rari. Nello stesso tempo, sull'isola ci sono villaggi all-inclusive famosi come il Marpunta Village o l'Alonissos Beach. Due resort che sono veri e propri mondi a parte e che vengono percepiti quasi di sfuggita nel "vibe" quotidiano, sempre assolato e assonnato, che scuote con indolenza quest'isola lontana.

Alonissos

Votsi è uno dei più caratteristici villaggi di Alonissos

Tutto questo accade ad Alonissos senza rinunciare ai piaceri semplici: qui abbiamo mangiato tra le pite più buone di Grecia, qui rincorso gli sguardi sotto la complice ombra di oliveti millenari, qui amato con più passione che altrove.

Il parco delle Sporadi non comprende solo Alonissos ma anche i suoi vicini isolotti, tutti disabitati e visitabili in caicco con una fantastica gita in giornata. I loro nomi sono speziati: Peristera, Kyra Panagia, Gioura, Psathoura, Skantzoura e Piperi. Come pigmenti di colore diluiti in acqua, insieme ad Alonissos creano il guazzetto di un acquarello che appendiamo con soddisfazione nella stanza delle isole greche che ci sono piaciute di più.

Alonissos vive una beata tranquillità

Ad Alonissos, dato che gli isolani sono pochi, e le regole ambientali del parco ferree, si è salvaguardato un territorio ancora per molti versi incontaminato; anche ai bei tempi prima del coronavirus, ad agosto l’isola era sì piena, ma sempre in grado di regalare istantanee di serena meditazione. tra qualche beach hotel e villaggi sornioni a pelo d’acqua, mini market pieni di saporita frutta ed economiche spaghettate di aragosta. 🦞

La fragilità della vita remota che si è sempre portata avanti ad Alonissos ci fa amare questo angolo di Grecia in maniera particolare. Con le grandi città della Grecia a 4 ore di nave, Atene che sembra su un altro pianeta, qui più che altrove si è in balia del mare. Il "distanziamento sociale" vige da sempre.

Un viaggio ad Alonissos fa rivivere quelle cose perse durante l'infinita quarantena. Vento che stanca sul viso, vestiti appiccicati di salino, strade che percorri a fatica perchè tanto dove vuoi andare, uomo, senza attraversare quel blu che ti circonda? Quel blu che significa tutto e niente, bellezza e paura quando in inverno un blackout manda ko l’elettricità anche per alcuni giorni e i collegamenti per Skiathos e Volos sembrano una benedizione perduta e impossibile da riconquistare.

Prenota il tuo hotel ad Alonissos con Grecia Mia:

Mappa di Alonissos

Prima di tuffarci alla scoperta delle meraviglie della più piccola e meno turistica delle Sporadi, è sempre utile dare uno sguardo d'insieme alla mappa di Alonissos. Solo così potremo capire come e dove siano posizionati i luoghi di interesse. Come si vede, le località più importanti si trovano vicine tra loro, racchiuse in un cerchio di pochi km nella parte sud dell'isola.


Alonissos: villaggi incantati

Ad Alonissos ci sono quattro paesini con cui si dovrà obbligatoriamente fare conoscenza. Fa parte del piacere di una vacanza da queste parti. Prendere uno scooter e gironzolare per un giro per i suoi villaggi, senza pretese, solo per il gusto di toccare con mano la bellezza, fare foto, prendere il sole, respirare aria che odora di ginepro e sambuco.

Quando diciamo villaggi parliamo di paesini e non di resort: posti che dietro le porte di casa raccontano le vite di rugosi contadini, pescatori, pensionati. Sono piccole gemme preziose da catturare e fare proprie, almeno per un pomeriggio. Il primo che si incontra è Patitiri ed è ovvio, non c’è isola senza un porto, sgangherato quanto basta, utile abbastanza per sbrigare le formalità e dedicarsi alle piccole commissioni.

Poco più in alto, anche ad Alonissos c’è l'immancabile Chora, che non ci sarebbe Grecia senza un centro storico di pietra arroccato su una collina. Un villaggio bellissimo, un parola, con una vista che spazia a 360 gradi e fa volare anche senza allacciare le cinture.

Lungo il mare di Alonissos ci sono inoltre i villaggi di Votsi, un quartiere di paese che nulla chiede e nulla vuole ricevere se non altro che sonnecchiare il pisolino del pomeriggio, e Steni Vala, il mare fatto paese, paradiso dei piccoli diportisti.

E poi? Basta, almeno per ora. Ma c’è un’altra pagina di Grecia Mia dove abbiamo altri pensieri su questi villaggi delle fiabe, in ordine sparso, e che si potrà leggere in villaggi di Alonissos.

Le spiagge di Alonissos e il suo mare

Sempre a proposito del mare, naturalmente, proseguiamo. Perché chi vuole arrivare sino a qui, di mare e spiagge ne vuole sapere, eccome. La prima cosa bella è che il mare di Alonissos è talmente trasparente che ci si domanda se sia reale oppure no. Uno spettacolo quasi illusorio di tonalità e di ogni gradiente e di ogni goccia di colore che vale veramente il prezzo del biglietto speso per arrivare sull'isola.

La lista delle spiagge di Alonissos è lunga perchè per essere un’isola di soli 64 kmq le spiagge di Alonissos sono quasi 20, e ciascuna unica a modo suo. Le più importanti sono spesso attrezzate e alcune vanno meglio per bambini, altre per isolarsi dal resto del mondo. Le conosceremo una per una in dettaglio nella pagina appena linkata. Comunque, il vero bello è che non serve attaccarsi a Tripadvisor, al meteo, a Wikipedia (o a noi, se per quello) per scoprire dove fare il bagno ad Alonissos, no, è inutile scoprirlo prima. È una figata ovunque.

Alonissos Chora

Andrea a caccia delle miglior taverna della Chora di Alonissos

Cosa vedere ad Alonissos

Se c’è un’isola dove uno può dire senza vergognarsi “ma chissenefrega se c’è qualcosa da vedere, ignoranza sia e vamos di costume ad oltranza” ecco, questa è proprio Alonissos. Mettiamo però di essere fantozzianamente perseguitati da una nuvoletta immaginaria, e non aver voglia di andare al mare per un pomeriggio: cosa fare e vedere, quell'infausto giorno?

Per gli amanti della cultura, ci sono due musei a cui vale la pena dare un’occhiata. Entrambi si trovano a Patitiri, il porto. Il primo si chiama Alonnisos Museum, un museo civico che ci fa fantasticare tra antiche carte nautiche, e una collezione ben documentata di armi da pirata. C’è poi il MOM Information Centre, il vangelo sulla foca monaca mediterranea. Ha buoni display, video con sottotitoli in inglese e personale multilingue sempre disponibile per due chiacchiere. E poi ci sono le varie attività possibili. Ne parleremo nella sezione cosa fare e vedere, che si trova in alto su questa pagina nel menu secondario dedicato ad Alonissos.

Come arrivare ad Alonissos

Alonissos non ha aeroporto, ci mancherebbe altro. Non ci sarebbe nemmeno spazio per costruirlo! E così, a dirla breve, quasi tutti per raggiungerla passano prima da Skiathos, che è la classica porta di accesso a questo arcipelago, e proseguono via nave (circa 2 ore, ma spesso meno a seconda di che aliscafo si scelga).

Abbiamo raccontato qui di tutti i voli per Skiathos diretti dall'Italia. Se questi fossero cari, o difficili, si può sempre passare da Atene (e qui ci sono i voli per Atene) e poi risalire la corrente dell'Egeo. Prima in bus verso il porto di Agios Konstantinos, e poi in traghetto fino alla meta dei nostri sogni.

traghetti Grecia

Dove dormire ad Alonissos

Veniamo adesso al punto su dove pensiamo sia meglio fermarsi a dormire ad Alonissos. Le opzioni, per un'isola così piccola, sono piuttosto limitate e questo significa che la stragrande dei turisti si divide tra il porto Patitiri e la Chora. Noi di Grecia Mia preferiamo la Chora, più caratteristica, pedonalizzata e fiorita e con le migliori occasioni di uscire in taverna la sera. È talmente dolce e il suo tramonto così magico che come si fa a non consigliarla.

Ciononostante, a Patitiri ci sono gli studios più economici, ed è molto pratica per evitare il saliscendi dei pochi tornanti che conducono al centro storico, la mattina sarà un secondo salire sulle barchette che portano in escursione di giornata, ed è più semplice trovare parcheggio. Inoltre, c'è il capolinea degli autobus: per i non motorizzati è senza dubbio la base da preferire.

Ci sono poi le ville e gli appartamenti sparsi nella campagna e negli uliveti, specie lungo la strada che conduce al porticciolo di Steni Vala e che sono la scelta giusta per chi cerca tranquillità, silenzio, ed è disposto a prendere la macchina la sera per andare a cena o prendere un gelato nei due centri principali. Nella scelta delle nostre strutture sull'isola abbiamo provato a selezionare un mix di tutte queste tipologie di alloggi, e le abbiamo raccolte tutte nella nostra sezione dedicata a tutti gli hotel di Alonissos.

"Un buon consiglio è più raro dei rubini"

Così si esprimeva Miss Rehana, un personaggio di uno dei più famosi libri di  Salman Rushdie, Est Ovest. Non sappiamo se i nostri consigli abbiano tale valore, e anzi ne dubitiamo fortemente, ma pensiamo il detto sia comunque vero, verissimo.  Oggi allora ci sentiamo buoni e vogliamo lasciarne uno a chi avrà la buona fede e l'istinto di fidarsi di noi. Alonissos è sul serio una delle isole più belle che abbiamo visto, e per questo l'abbiamo inserita al numero #5 tra le isole greche consigliate da Andrea e Katerina. Una scelta avvenuta non senza alcune colorite "discussioni interne" tra noi, perchè Katerina l'avrebbe messa anche più in alto. Ma la vita è un compromesso, e questo testo l'ha scritto Andrea...

Le opinioni finali su Alonissos di Andrea e Katerina

Questa è la nostra Alonissos che non è come tutte le altre Sporadi. Ha usufruito (ma solo in parte) dell’”effetto Mamma Mia!” che ha coinvolto in particolare modo le sorelle maggiori Skiathos e Skopelos, dove il film è stato girato, ed è meglio che la fama non si sia sparsa troppo.

Alonissos ha così potuto preservare più facilmente la sua autentica realtà. Un’isola così bella che per splendere non ha bisogno di trucchi e finzioni hollywoodiane, per fortuna! Perchè essendo un acquerello, come ogni dipinto che si rispetti Alonissos ci trasmette sensazioni differenti da persona a persona e diverse ad ogni sguardo, non c’è nulla di prestabilito e di universale, qui.

Anche se le spiagge non sono di sabbia come quelle di Skiathos, e il capoluogo non è così perfettamente iconico e caratteristico come quello di Skopelos, Alonissos conquista il cuore semplicemente perchè Alonissos ha Madre Natura dalla sua parte.


Testo © Andrea Pelizzatti - Foto © Katerina Pouliaki