Carrello

Il carrello è vuoto

Subtotale
Acconto (30% del totale)
  • American Express
  • Apple Pay
  • Mastercard
  • PayPal
  • Visa
Cipro Grecia Mia

Cipro

Cipro

Pochi sanno che Cipro è effettivamente, e a tutti gli effetti, parte importante della nostra famiglia e della nostra vita. A Cipro infatti vive la zia di Katerina, sorella del papà che con i suoi 4 figli ci ha portato in dote 4 cugini, tutti della nostra età e tutti con bambini come noi. Insomma, l’albero genealogico di Grecia Mia ha radici ben salde da queste parti, dove finisce il mediterraneo o quasi. Cipro, più vicina alla Siria che alla Grecia: ma indiscutibilmente parte integrante di essa, per sangue, per cultura, per destino.

Cipro bridge of lovers

Bridge of lovers

In questa pagina andremo a conoscere Cipro, le sue città, la sua gente. Scopriremo cosa vedere a Cipro e passeggeremo per Nicosia, la sua capitale. Capiremo meglio dove si trova, anche sulla cartina, e andremo a toccare con mano la linea verde che divide l’isola in due: parte greca a sud, parte turca a nord. Capiremo come arrivarci, quali sono i voli Italia Cipro da prenotare, e qual’è il suo porto principale. Faremo conoscenza del mare e delle spiagge più belle di Cipro, quelle più vicine a Larnaca e a Pafos, o Limassol. Non ci dimenticheremo di dare uno sguardo al clima dell’isola, e dulcis in fundo, vi faremo prenotare la nostra migliore selezione di hotel a Cipro, quelli più comodi e strategici, ma allo stesso tempo accoglienti ed economici.

Dove si trova Cipro

Cipro si trova alla fine del mediterraneo, schiacciata a nord nella sua parte più orientale, stretta tra la Turchia, la Siria e il Libano, con gli occhi puntati a sud dritti verso l’Egitto e la striscia di Gaza. Per sua sfortuna, si trova – almeno la parte sud, quella greca, quella che conosciamo e che possiamo raccontare – nell’unione europea. La moneta è l’euro, e la sua fiscalità è molto bassa, arrivando anche a solo un 7%. Un paradiso fiscale che ha trasformato Limassol in una nuova, piccola Dubai, e di cui è importante fare conoscenza per capire l’anima di quest’isola così particolare, e così travagliata, e che per anche per questo, ci piace moltissimo.


La bandiera di Cipro

La bandiera di Cipro, così particolare, ci fa già capire che non ci può parlare di Cipro senza parlare di politica. L’alloro e il bianco della pace, il profilo dell’isola stilizzato, da una parte. La mezzaluna turca rossa, su sfondo bianco, dall’altro. Cipro nord e Cipro sud. Greci e Turchi. Occidente contro Eurasia. È tutto così attuale! Eppure, così antico. Cipro, nella sua lunghissima storia è da sempre una faglia, da sempre un territorio da conquistare e da difendere. Una tappa sulle eterne vie del commercio che collegano l'Europa occidentale all’estremo oriente. Un’isola che ha visto tutte le culture che “contano” sul proprio territorio. Romani, bizantini, genovesi, veneziani, inglesi, ottomani. E proprio l’anglosfera, qui, ha lasciato il segno anche nella modernità. A Cipro si guida a sinistra, come in Inghilterra. A Cipro le prese di corrente sono quelle britanniche. I nomi dei condomini, riprendono la nomenclatura in uso in britannia. Le persone, generalmente, si sentono bilingue, greco e inglese convivono (anche troppo, purtroppo o per fortuna) nella quotidianità.


 

Cosa vedere a Cipro

Scoprire cosa vedere a Cipro sarà un entusiasmante  sguardo al nostro passato e al nostro futuro. Questa è un'isola dove c’è tantissimo da esplorare, e ogni città è zeppa di monumenti, testimonianze, attrazioni di ogni tipo. Inoltre, le piccole distanza aiutano, non ci sarà davvero mai da perdere troppo tempo negli spostamenti, e le giornate potranno essere davvero piene e ben sfruttate. Visto che Cipro è da decenni meta prediletta del turismo internazionale, c’è solo da mettersi calmi, e decidere cosa realmente ci interessa.

 

A Nicosia non mancherà di impressionare, e far discutere, il restyling di Piazza Elefteria, la piazza principale della città, oggetto di un recupero che si è trovato a dover unire e ricucire secoli di architettura urbana. A pochi metri di distanza, c’è Ledra Street e i suoi vicoletti che conducono dritti dritti al checkpoint che permette l’ingresso a Cipro settentrionale. A Nicosia ci sono alcune chiese molto belle, e poi le nuove strade, quelle che proiettano l’isola nella contemporaneità. E allora sono i grattacieli – si proprio l’architettura che da un’isola greca non ti aspetti – a dominare lo skyline di Nicosia. Che per dirla tutta, è una città pigra, calda e piacevole nelle sue zone residenziali, che non vede un turista manco a cercarlo col lanternino e che è tutta giacca e cravatta e fatturato.

Nicosia Cipro

Tra le cose da vedere a Cipro c’è da allocare del tempo nel fare conoscenza della veneziana e genovese città di Larnaca, con il suo bel lungomare chiuso al traffico nei fine settimana d’estate (l’unico di tutta Cipro). Qui da non perdere c’è il castello e nei vicoli appena retrostanti, la chiesa di San Lazzaro, che qui ha le reliquie e che non è una chiesa qualunque ma un luogo magico, specie al tramonto quando la luce si fa dolce tra i portici e scintilla morbidamente sul lastricato della piazza. Spostandosi poco fuori dal centro, sulla via che riporta verso l’autostrada, c’è da fare conoscenza con il magnifico acquedotto, uno dei più belli visti durante i nostri viaggi nel mondo greco, secondo solo a quello davvero magnifico di Kavala, in Tracia, sulla strada che da Salonicco porta al confine con la Turchia.
 
Oltre Larnaca, verso sud est, c’è Ayia Napa, la località turistica più famosa in assoluto di tutta Cipro. È quella che il mare e le spiagge più spettacolari, dai colori unici e dal ritmo danzereccio come Nissi Beach. Ayia Napa è particolare, nel senso che c'è il massimo del peccato e della trasgressione, a poca distanza dalla purezza e dalla sacralità di una delle chiese più iconiche di tuta l’isola, Agia Thekla, bianca e blu come fossimo a Amorgos, eretta proprio di fronte ad un mare dai colori talmente cristallini che nemmeno a Koufonissi. Senza contare che nel pieno centro di Ayia Napa c'è un bellissimo monastero, che resiste a tutto, misticamente schiacciato dai bar e club circostanti, come dire, la fede è irriducibile e c'è una speranza per tutti, anche dove meno te lo aspetti.. Ultima chicca in zona? Il famoso faraglione "bridge of lovers", che più fotogenico non c'è, o forse solo a Capri!

Agia Thekla Cipro

La piccola chiesa di Agia Thekla, e sulla destra la spiaggia omonima
 

Allontaniamoci adesso verso ovest, da Larnaca direzione Pafos l'autostrada corre veloce tra le campagne coltivate (in tarda primavera quando è tutto giallo, correre tra queste corsie è un vero spettacolo per gli occhi) fino a raggiungere la città più importante di Cipro. Città che possiamo categorizzare senza esitazioni come una cosa da vedere a Cipro  da non perdere: parliamo della “nuova” Limassol,  la destinazione più "hot" di tutta l’isola, la sua capitale per energie, il cuore pulsante dell'economia cipriota. Limassol è cambiata, oh se è cambiata, dalle nostre prime volte. Ora fa il verso al nuovo mondo. C’è questa nuova strada lungomare, tutta palme, giardini e pista ciclabile, che corre parallela alla spiaggia e immediatamente sotto questi grattacieli arditi, dalle forme più strane. E tutto sotto, una città che esplode di giorno come di notte di una effervescente quotidianità greco cipriota.
A Limassol, inoltre, c’è da vedere il Kourion, il più spettacolare anfiteatro romano di Cipro, dalla vista mozzafiato come i suoi mosaici. L’occhio si perde tra il mare e l’immensità dei campi di grano, il blu e il giallo canarino che insieme alla luce quasi divina delle isole greche ci regala un quadro di Van Gogh, ma senza le sue terribili ansie e anzi con l’apollineo benessere che ci fa respirare la cultura classica.
Nei dintorni di Limassol, impressiona sempre il castello di Kolossi, utilizzato dai templari.

Kolossi Cipro

Kolossi
 

Proseguiamo oltre: lungo la strada che collega Limassol a Pafos, l’ultima cittadina dell’isola proprio sul suo lembo occidentale, c’è il simbolo di tutta Cipro: la famosa Petra to Romiou, ossia le scogliere di Afrodite. Proprio qui Venere pare abbia scelto di venire al mondo, tra le schiume di un mare sempre impetuoso. Questo luogo di contende la nascita della dea della bellezza e dell’amore con un’altra isola greca che amiamo particolarmente, Citera.

Pafos, infine, è la più piccola tra le città principali di Cipro. Ma forse è la più bella, nel senso in cui noi italiani intendiamo la bellezza, tanto da avere pure un vero e proprio distretto archeologico accanto al centro cittadino. Tra i vicoli della città alta, come tra le antiche pietre che fondano la fortezza che protegge il porticciolo, ci sentiamo a casa come non mai. Tra le cose da vedere a Cipro a Pafos c’è anche la Laguna Blu, forse il “pezzo” di mare più spettacolare di tutta l’isola. Colori come questi che noi abbiamo visto soltanto a Tiganakia bay, nella minuscola isola di Arki e Marathi, nel Dodecanneso.
 
Pochi sanno, tra le altre cose, che a Cipro ci sono anche alte montagne: sono quelle della catena dei Monti Troodos, duemila metri sopra il livello del mare. Proprio come i Lefka Ori e lo Psiloritis a Creta. Ma qui, sono più organizzati: hanno anche un piccolo comprensorio sciistico! Un giro nella Cipro di montagna lo consigliamo a tutti, anche per sviare un poco dalle coste sudate ed affollate. Tra l’altro, sui Monti Troodos si mangia bene e si beve del buon vino autoctono, che sarà più che piacevole degustare in una delle tante cantine delle favolose strade del vino di Pafos e Limassol. Infine – ma è un buon ultimo, qui ci sono delle chiese dai meravigliosi affreschi bizantini. Insomma, durante le vostre vacanze a Cipro, una giornata lontana dalle spiagge è assolutamente da mettere in preventivo.


Come arrivare: voli Italia Cipro

L’isola di Cipro ha due aeroporti internazionali, uno per “estremità”: Pafos e Larnaca.

Pafos serve essenzialmente per raggiungere la parte occidentale di Cipro, ed è ideale per chi sceglie di pernottare non solo a Pafos e dintorni, ma anche nella zona di Limassol. L’aeroporto di Pafos viene servito per la maggior parte stagione estiva, con le ultime partenze schedulate per la fine di ottobre.

Questi sono i voli Italia Cipro per raggiungere Pafos (PFO), tutti operati da Ryanair.

  • Bergamo
  • Bologna
  • Bari
  • Pisa
  • Venezia Treviso
  • Roma Ciampino

#

L’aeroporto di Larnaca, invece, è l’aeroporto “di bandiera” di Cipro. È quello più centrale, dove atterranno anche le compagnie aeree major con tutti i loro clienti business.  L'aeroporto di Larnaca è quello che serve la capitale Nicosia, ma anche Larnaca stessa e tutta la zona turistica di Ayia Napa e Protaras, per intenderci quella dove c’è il mare più bello e la vita notturna più sfrenata.
L’aeroporto di Larnaca va comunque benissimo, comunque anche per raggiungere la zona di Limassol, e se i prezzi e gli orari fossero comodi, perchè no anche per Pafos. Cipro in fin dei conti è piccolina!

Paphos Cipro

Paphos vista dall'aereo

 Questi sono i voli Italia Cipro con destinazione Larnaca (LCA)

  • Roma Fiumicino – Wizz Air
  • Milano Malpensa – Easyjet

#

Non si può non dimenticare che Cipro, come isola, ha anche un terzo aeroporto, quello che si trova nella zona settentrionale dell’isola, sotto controllo turco. Si chiama Ercan e non dispone di voli Italia Cipro diretti: è possibile arrivare in questo aeroporto solamente transitando via Istanbul con Turkish Airlines.

Cipro porto


Il porto principale di Cipro è quello di Limassol. Non è un porto passeggeri, tanto che dopo decenni di nessun o quasi collegamento, quest’anno per la prima volta Cipro sarà collegata con la madrepatria greca. Sarà un collegamento solo estivo, che toccherà nell’ordine Rodi, Santorini, Mykonos e Atene, facendo capolinea al porto del Pireo. Per il resto, quello di Limassol è un porto molto attivo sul fronte delle crociere, sono sempre di più le grandi navi che decidono di includere l’isola di venere nel loro itinerario nel mediterraneo. Gli attori sono i soliti grandi nomi: Costa, MSC, Royal Caribbean, Celestial Cruises, compagnie che inseriscono Cipro in un percorso che generalmente tocca anche Israele e prosegue per una crociera nelle isole greche.


Come muoversi a Cipro: auto a noleggio

La rete dei trasporti pubblici a Cipro non è per nulla ben sviluppata. Anzi, possiamo dire che sia una delle peggiori d’Europa: non ci sono treni, le linee di autobus nelle città sono pochi, ma per fortuna non mancano collegamenti di bus extraurbani tra le principali città e tra esse e l’aeroporto. Tutto questo, fa sì che per muoversi a Cipro sia praticamente obbligatorio dotarsi di una macchina a noleggio. La si potrà prenotare direttamente tramite Grecia Mia, con il nostro supporto e la nostra assistenza.

Una volta al volante (anche se dalla parte sbagliata.. le prime ore sono sempre traumatiche agli incroci e al momento di immettersi nel traffico) si scoprirà il lato positivo della medaglia: Cipro ha una rete autostradale fantastica. L’autostrada raggiunge tutte le principali città ed è sempre gratuita. Anche le strade secondarie onore al merito, pure quelle che salgono in montagna sino ai monti Troodos, sono in perfette condizioni e hanno un asfalto su cui è davvero un piacere guidare. Il costo della benzina, beati loro, è leggermente inferiore a quello dell’Italia e a quello della Grecia.

Spiagge: mare di Cipro

Le spiagge e il mare di Cipro sono un’emozione unica, da vivere lungo tutta la costa dell’isola e senza esclusione di colpi. A Cipro ci sono spiagge di ogni tipo, da quelle fatte di ciottoli multicolore alla sabbia fine, passando per lagune caraibiche, finendo a spiagge libere cittadine attrezzate con sdraio e ombrelloni. Bello come il mare di Grecia, ma con un suo "twist" tutto particolare.

Le spiagge di Pafos e dintorni fanno si che questa zona sia una delle destinazioni migliori di tutta Cipro per chi cerca il mare a tutti i costi, e lo vuole vivere tutto il giorno, a tutte le ore. Per questo, e non solo, Pafos è uno dei migliori luoghi in cui organizzare le proprie vacanze a Cipro: qui c’è il mare, ci sono belle spiagge, una cittadina vivace ma tranquilla, cose da vedere in abbondanza e divertimenti a non finire.

La nostra spiaggia preferita a Cipro nei dintorni di Pafos è Venus Beach, seguita da Laorou Beach, poco a nord di Coral Bay, e poi quelle selvagge che si trovano nella incredibile penisola di Akamas. Prima tra tutte la iconica Blue Lagoon, che senza dubbio rivaleggia per tonalità dei colori con Pori a Koufonissi. Akamas è una riserva naturale che ti trasporta in un regime di wilderness che da quasi alla testa. Con una jeep a disposizione però!
 
In generale, la costa nord di Cipro, nella regione di Pafos, per intenderci quella nelle vicinanze della cittadina di Polis, ha un bel mare, poco frequentato e molto “aperto”, fatto di spiaggioni di sabbia di un bel colore arancione scuro che mette l’anima in buona disposizione con gli elementi. Da non perdere saranno allora le spiagge di Giannakis Beach, Latsi Beach e l’infinita distesa sabbiosa di Argaka.

Il mare di Cipro ha la sua spiaggia più famosa, però, nel tratto di costa sud, e precisamente nel tratto che separa Pafos da Limassol: stiamo parlando del meraviglioso ed imperdibile scoglio di Afrodite.

Cipro Lady's Mile

Lady's Mile beach - a Limassol


Viene poi il turno delle spiagge di Cipro nella zona di Limassol. Qui il mare più bello lo si può godere sicuramente a Ladys’s Mile (ma attenzione, solo sul suo lato terminale, quello appena confinante il distretto militare di Akrotiri, alla fine del lago salato). Nel tratto cittadino, dove ci capita spesso di fare fare il bagno senza allontanarci troppo dalla famiglia, il meglio è probabilmente il litorale di Akti Olympion, proprio di fronte dello zoo di Limassol.Non male anche Armonia Beach.

Lasciata Limassol, ci si avvicina a Larnaca. In questo tratto intermedio di isola ci piace molto il porticciolo di Alaminos e conseguente spiaggia. Si trova in una zona piacevolmente rurale dove i campi di grano la fanno da padrone. Ad Alaminos c’è una piccola promenade, e un buon beach bar, e possibilità per il kite ed il surf, ed è un ottimo luogo dove trascorrere piacevoli giornate nel mare di Cipro, senza dubbio!

Arrivati in centro a Larnaca, imperdibile è una sosta a Finikoudes, la spiaggia principale della terza città di Cipro, che si apre subito dopo il castello. Ha una sabbia morbida e giocosa, ideale per famiglie con bambini e si trova a fianco del lungomare, tra palme e negozietti. Tutti a Larnaca la frequentano in ogni momento dell'anno e della giornata, per una cena, per un caffè, per una corsetta. Non c’è nulla di meglio di farsi trovare a Finikoudes per vivere la città proprio come i locali.

Il meglio però, dal punto di vista delle spiagge di Cipro, arriva nei dintorni della sua località turistica per eccellenza, Ayia Napa. Qui, davvero imperdibile, è la spiaggia di Agia Thekla, una delle più belle che abbiamo mai visto, Grecia compresa, e che potrebbe tranquillamente trovarsi a Milos o in una delle più cristalline isole cicladi. Ma c'è molto altro, praticamente ogni chilometro si trova una spiaggia più bella dell'altra. Ovviamente, tale bellezza non poteva rimanere non sfruttata e così il tutto è fin troppo antropizzato. Albergoni di ogni tipo, vere e proprie portaerei del turismo si contendono ogni metro di litorale. Il risultato non è peggiore di altri luoghi, e almeno, le spiagge sono di libero accesso a tutti e il prezzo per un ombrellone o sdraio o lettino è onesto, circa €2,50 al giorno per ciascuno di essl.

Da non perdere è Makronissos Beach, con tanto di sito archeologico annesso, e Landa Beach. Per non parlare della più famosa in assoluto, Nissi Beach. E proseguire con Vathia Gonia e Glyki Nero. La nostra preferita, è però Ammos Kambouri, meno frequentata e cristallina "come si deve".

Cipro Nissi beach

Nissi beach ad Agia Napa

Superato Capo Greco, con le sue grotte marine e i suoi faraglioni e il suo faro, c'è la seconda località turistica più famosa di questa sezione di Cipro: Protaras. La punta di diamante, dal punto di vista del mare, è Konnos Beach, seguita a bravissima distanza da Fig Tree Bay, la baia dell'albero di fico. Due spiagge dalla sabbia dorata e dal mare paradisiaco, attrezzate a tutto punto e frequentate da viaggiatori di tutto il mondo. Una piccola spiaggetta extra per conoscere fino in fondo il mare di Cipro? Kalamies Beach.

Le città di Cipro


Larnaca

Larnaca è un perfetto compromesso per partire alla conoscenza di Cipro. La città numero 3 per abitanti è infatti un buon mix di mare, storia, piacevolezza dell’abitare, comodità nei trasporti e distanze da percorrere, vista la vicinanza di qualsiasi altro centro principale dell’isola. Nicosia è a mezz'ora, Ayia Napa pure, Limassol sono 45 minuti di autostrada e Pafos 1h e 30. Ed ha pure l'aeroporto. Nello stesso tempo, Larnaca è una piccola città e un grande paesone. Turistico ma solo relativamente, tanto che non esiste confine tra una zona esclusivamente “per bagnanti” e un’altra vissuta esclusivamente dai locali. Larnaca è probabilmente la città di Cipro che più profuma di mediterraneo, con le casette basse e le strade disordinate, che vagano senza un perché tenendosi sempre a poca distanza dal mare. Larnaca è ideale per chi ama sentirsi sempre a portata di tutto, e magari ha pochi giorni a disposizione. Larnaca fa veramente capire cosa sia Cipro, in un colpo solo!

Larnaca Cipro

Larnaca e lungomare del centro


Pafos

Pafos è spesso la prima scelta quando ci si trova a decidere dove alloggiare a Cipro. Questo perché Pafos ha tutto. Mare spettacolare, spiagge divine. Le tombe dei Re, una delle più grandi necropoli d’Europa. Un lungomare vivacissimo, reso splendido dal castello. In pieno centro ci sono mosaici, una villa romana, e tante cose da fare come waterpark, minigolf, lo zoo, addirittura un relitto arenato poco al largo su un banco di sabbia, la Demetrios II. Rispetto alla zona di Ayia Napa, quella di Pafos è una scelta più adatta per le coppie e famiglia, che chi ama fare le ore piccole ed è magari più giovane.  Per noi, a Pafos c’è un angolo di cuore personale, perchè è qui che il papà di Katerina ha conosciuto Maarit, la sua seconda moglie.. e non c’è mai niente di meglio quando i ricordi personali si intrecciano col vissuto presente.. Pafos è una scelta che siamo davvero sicuri possa accontentare tutti, anche gli amanti della Grecia ma che sono dubbiosi se sia davvero il caso di prenotare una vacanza a Cipro o meno. 


Limassol

Limassol, per noi, è impossibile da tratteggiare in maniera imparziale. In questa città c’è tutta la famiglia, tanto che, dopo Genova, è il luogo in cui abbiamo più parenti! Una bella fortuna, visto che, per essere sintetici, Limassol è Cipro. Non c’è altro luogo, rispetto a questa città, che possa racchiudere tutto lo spirito dell’isola in un luogo solo. Limassol, va comunque detto, non è per tutti. Si tratta di una grande città, trafficata e caotica: assomiglia ad Atene, ma senza il Partenone. Una città che vibra per la sua vita notturna e i suoi eventi. Una città dall’anima russa, con quasi 60 mila residenti provenienti da lassù dove regnano gli zar, che qui trovano una seconda casa dal clima che a casa loro non è concesso. I russi amano Cipro anche perché ne condividono la religione, l’ortodossia, e che amano sempre chiacchierare con noi italiani. Limassol è anche seconda casa di molti inglesi: hanno i loro pub, guidano allo stesso modo, a Cipro si usano le stesse prese elettriche.
Qui c’è anche la nostra squadra di calcio preferita, l’Apollon Limassol, che presto giocherà in un nuovissimo stadio. A proposito di architettura, Limassol è la città giusta per gli amanti delle nuove costruzioni e delle grandi altezze. Non possono passare inosservati i suoi grattacieli extra lusso, dai cui balconi la vista spazia tra infinity pools da sogno e un mare che sembra non avere fine.
Limassol è una destinazione perfetta per le coppie, ma anche per gruppi di ragazzi che vogliono provare la movida cipriota fatta di cocktail, localini e club essenzialmente greci, moltto indie ma anche caciarona, fighetta ma anche sbragatamente turistica. A Limassol c‘è anche il miglior club di musica elettronica di tutta Cipro, il Guaba Beach Bar, e a livello di ristoranti, gioca ad armi pari con Nicosia nell’offrire la miglior cucina cipriota!

Limassol Cipro

Limassol


Cipro nord

Non conosciamo la Repubblica turca di Cipro nord, se non per sentito dire. Non ci siamo mai stati, se non al suo immediato confine, al checkpoint di Ledra Street a Nicosia. Un poco ci affascina, certo. Ma alla fine, per rispetto della famiglia di Katerina, non ce la siamo mai sentita di varcare il confine. Anche perché, gi zii di Kate, Cipro nord la conoscono bene: originariamente, il suocero proviene da Famagosta, che adesso si trova nella zona occupata. A seguito dell’invasione del 1974, è stato costretto a lasciare tutto e a rifugiarsi nella parte greca. Dallo stato hanno ottenuto una casa e un po' di terra poco sopra Limassol.. dove abita ancora ora. Da quel momento, nessuno ha piacere nel tornare, anche se possibile, anche per vedere che fino hanno fatto le vecchie proprietà. Noi  abbiamo capito la durezza dell'aver perso le radici senza averlo voluto, e ne accettiamo il dolore.

Però, qualcosa ne sappiamo lo stesso. Ci hanno detto che a Cipro nord ci sono spiagge bellissime, e una cittadina di mare splendida come Kyrenia e una più turistica come Gazimagusa. Aperta campagna e antiche chiese ortodosse incredibilmente conservate.
Cipro nord non è ufficialmente riconosciuta da alcuna nazione al mondo, se non dalla Turchia. Speriamo vivamente che questi tempi turbolenti partoriscano, alla fine del travaglio che siamo stati destinati a vivere nei prossimi anni, una soluzionee. Cipro merita nuovamente di essere unita come lo è stata da sempre, con le due etnie, quella greca e quella turca in grado di convivere sotto lo stesso cielo e sullo stesso – meraviglioso – fazzoletto di terra.

Ma com’è il rapporto, oggi, tra la Cipro greca e quella nord turca? Politicamente, e sociamente, la divisione è totale, non ci sono rapporti. Ma lo è in un modo disteso, fatalisticamente rassegnato, tanto che sembra ormai vada bene a tutti così. Nel 2024 saranno passati 50 esatti, e le persone si sono calmate negli animi: i ciprioti si sono abituati ad essere divisi. In ogni caso, non è particolarmente difficile spostarsi tra le due parti dell’isola, basta un passaporto, e valicare una frontiera in uno dei vari punti di controllo. Sono per lo più utilizzati dai turisti, o per casi particolari. Ragazzi turchi valicano per farsi giornate di mare ad Aya Napa, altri valicano per fare la spesa o fare il pieno a buon mercato. In generale, però, ognuno è chiuso nel suo mondo linguistico, mentale, e geopolitico. Il sogno di un’isola unita è sempre lì, nel cassetto e in fondo al cuore di ogni isolano. La nostra personale sensazione è che potrà diventare realtà, un giorno, ne siamo certi. Ma quel giorno arriverà solo dopo che Grecia e Turchia si troveranno vicine di casa pacificate, e questo potrà essere solo in un mondo post americano, post NATO e post Bruxelles. Prima di quella mattina, le tensioni inevitabilmente, rimarranno e le troveremo più o meno intense a seconda di come l’occidente collettivo conduca la sua politica verso Ankara e di rimando verso il nascente assetto eurasiatico. Non avremo di che annoiarci, garantito.


La linea verde

 

La linea verde di Cipro, o Green Line, è una classica “buffer zone” come la chiamano gli angloamericani. Una zona demilitarizzata e inaccessibile che divide Cipro in due parti, quasi simmetriche. Più o meno la parte greca occupa il 60% del territorio dell’isola, mentre il restante 40% è sotto giuridizione turca. Da una parte l'euro, dall'altra la lira turca come moneta contante. Capiterà spesso, a Nicosia, di incontrare camionette delle Nazioni Unite, così passeggiare a fianco di reticolati e filo spinato, in un vivere derelitto. La linea verde è lunga 300 km ed è attraversata da 5 checkpoints, per varcare i quali non è richiesto altro che mostrare il passaporto. In generale, è si una grossa ferita al cuore di Nicosia, ma ha saputo trasformarsi in un elemento che la contraddistingue nell’anima. Nicosia è lacerata si, ma schizofrenica mai.

Cosa comprare a Cipro

Quello di Cipro è da sempre un popolo industrioso, artigianale. Gente che ci sa fare con le mani, ama produrre, e ha a disposizione una tradizione millenaria a cui attingere. Non potevamo lasciarci fuggire la possibilità di proporvi alcune delle più belle produzioni artigianali dell’isola su Limanaki, il nostro negozio dove tutto è fatto in Grecia e nelle isole greche.

Un’arte che a Cipro è particolarmente ben rappresentata è quella della filigrana. Le creazioni di Sea of Lace sono eccezionali: bracciali, ciondoli e orecchini eleganti e delicati, semplici ma bizantini allo stesso tempo.

Sempre in tema di gioielli, collaboriamo con Actina Jewelry. Maria è un tesoro di dolcezza, creatività e bellezza mediterranea. I suoi anelli ed orecchini rispecchiano in pieno la luce di Cipro, tutti fatti a mano, tutti ispirati al panorama, alle persone, agli odori dell’isola. Pensare che tutto nase da un albero di limoni...
 
A Cipro, quanto ci piace questa, c’è un’altra arte che spesso viene dimenticata in questa era dove si pensa un’intelligenza artificiale, robotica e disumana possa risolvere tutti i problemi. Stiamo parlando della scuola del pensiero, della strategia, e tema quanto mai attuale della geopolitica. Andrea e Katerina sono amici personali di Alex Christoforou che proprio da Nicosia ha creato il suo piccolo think tank The Duran, dove in video quotidiani ci si confronta dei conflitti del presente, e merce rara in questo occidente dove le libertà sono sempre più represse, senza farsi influenzare dalle propagande di tutti gli schieramenti. Sul nostro negozio potremo supportare il suo lavoro acquistando le bellissime tazze e le magliette, nonché alcuni libri.

Infine, a proposito di libri, sempre su Limanaki, abbiamo preparato una piccola selezione di scrittori greci contemporanei e non, e alcune storie ovviamente parlano di Cipro. Abbiamo dei bellissimi libri da leggere tutto d’un fiato, storie di pirati e di bottegai, di gelsomini e di canzoni dimenticate. Letture perfette sul divano di casa come sulla poltrona dell’aereo: non dimentichiamo che il viaggio è lungo: ci vogliono quasi 4 ore di volo tra Milano e Larnaca..


Cosa mangiare a Cipro

 

Evviva le mezè cipriote! A Cipro si mangia bene, molto bene. Quasi meglio che in Grecia, se ci chiedete spassionatamente. Perchè qui, veramente, l’occidente e l’oriente si fondono e si legano in un miscuglio di ingredienti saporiti. Mangiare a Cipro significa assaggiare la Grecia e la Turchia, l’Italia e il medio Oriente. Ci sono piatti che davvero non si possono perdere. Da mangiare a Cipro cìè sicuramente l’halloumi, quel formaggio gommoso che la prima volta che lo mangi dici dio mio e poi non puoi più vivere senza. C’è la mitica sheftalia, piccole salsicce speziate che mettono anche nella classica pita e che ci dispiace, sono più buone del famoso gyros fatto in Grecia. C’è lo stifado di carne, e ci sono i ravioli, che qui mangiano in bianco con solo un poco di formaggio sopra. Anche la classica pita greca, a Cipro è leggermente diversa ed è più lunga e stretta, ovale quasi: più grande, sfama ancora meglio ed è un perfetto piatto unico tanto di giorno quanto la sera. Come salse, a Cipro oltre allo tzatziki è nazionale il tahini, fatto con il sesamo, dal sapore decisamente mediorientale. E poi ci sono cose più particolari come il Kolokasi, fatto di taro e maiale, oppure la zuppa Trachanas, che non può mancare ad ogni matrimonio che si rispetti, e che Andrea odia, insomma non è che ci si può far piacere proprio tutto.
 
Anche sul lato del bere, Cipro offre molto. Specie dal punto di vista enologico. Cipro ha un vero e proprio distretto del vino, che si espande sulle dolci colline che digradano dai monti Troodos, a cavallo delle province di Limassol e Pafos. I due principali vitigni locali sono il Mavro (nero) e lo Xynisteri (bianco). Quando questi vengono assemblati insieme, si ottiene la Commandaria, uno dei vini più antichi al mondo, datato circa 6 mila anni, che tra l’altro viene utilizzata anche per la produzione dell'acquavite nazionale, la Zivania, con cui è obbligatorio terminare ogni pasto.
I nostri vitigni locali preferii sono però l'altrettanto antico Maratheftiko e l'Ofthalmo (rosso), magari da degustare in una cantina nella zona di Ormos, dopo una giornata di guida a zonzo tra le bellissime strade del vino. A proposito queste sono 7 e sono ben segnalate con cartelli. Percorrerle permette davvero di addentrarsi nella Cipro più profonda, e scattare delle foto meravigliose.

cipro vino locale

Vigne in posizione fiabiesco


Clima a Cipro

Cipro si trova più o meno alla stessa latitudine della nostra Sicilia. Il clima, per cui, è molto simile alla nostra isola più grande. L’estate arriva presto, e se ne va molto tardi: tanto che solamente metà degli appartamenti ciprioti è dotato di riscaldamento! Proprio per questo, e perché i voli di solito proseguono fino a tardi, Cipro è una delle migliori isole greche da visitare a Settembre, e ancora di più uno dei luoghi perfetti per dove andare in Grecia ad ottobre. Questi due, insieme alla fine di maggio e giugno, sono davvero i mesi perfetti per un viaggio da queste parti. Si fa il bagno, i turisti sono meno, e il caldo è decisamente meno oppressivo, permettendo di potersi muovere con molto più piacere alla scoperta delle tante cose da vedere tra Pafos, Larnaca, Nicosia e compagnia bella!


Hotel Cipro

 

Abbiamo selezionato hotel a Cipro in ogni località principale. Li abbiamo scelti per poter accontentare tutti i prezzi, e tutti i tipi di viaggiatori: ma li abbiamo anche scelti in base a chi pensiamo sia più adatto in base alla destinazione.
 
A Pafos la maggioranza dei nostri hotel a Cipro sarà ideale per famiglie, e coppie. A Limassol, per coppie e amici, ma non che le famiglie non la possano scegliere, eh!
Larnaca e Ayia Napa è ideale per chi vuole fare casino, per i giovani. Protaras, invece, è l’equivalente di Ayia Napa, ma più orientato alla tranquillità e alla vita in famiglia.
Fatti come siamo, proporremo anche delle ville e guesthouses in campagna, perché a Cipro fa caldo e vivere lontano dal centro delle grandi città per le persone giuste, può sempre essere una buona idea.
 
Cipro dal punto di vista dell’hospitality, è molto diversa dalla Grecia a cui siamo abituati. Ci sono molti più alberghi di grandi dimensioni, con piscina, legati a catene internazionali. La piccola dimensione famigliare, a cui siamo così legati, è poco presente. Ma ci sono sempre studios e appartamenti che siamo sicuri vi piaceranno. Come sempre, non esitate a contattarci sulla chat in basso a destra sul sito, saremo felici di darvi tutti i nostri consigli personali su che hotel a Cipro scegliere e quale delle nostre strutture prenotare.

Le opinioni di Andrea e Katerina

Non è possibile davvero trattare Cipro come un’altra delle isole greche. Neppure paragonandola a una grande come Creta, che decisamente le assomiglia e con cui condivide molti aspetti del carattere e pure della lingia parlata. No, Cipro è molto di più, e non a casa è una nazione indipendente. Cipro è rimasta indietro, intrappolata suo sulla linea di faglia dove termina quello che noi oggi chiamiamo occidente e che per infiniti secoli è stata l’Europa cristiana, prima di Roma, poi di Bisanzio, e negli ultimi tempi, di Londra e di Washington.

A Cipro, lungo la linea verde, comincia l’Eurasia, ed è uno spazio politico, mentale e geografico che plasmerà il nostro futuro. Non c’è alcun posto migliore, oggi, per avvicinarsi a questa realtà, farne conoscenza, che Cipro. Con i suoi grattacieli costruiti sulla morbida sabbia del mare, la sua enorme comunità russa, che solo venendo qui si scopre quanto ci è amica, a dispetto di quello che vorrebbero farci credere i nostri governanti. Allo stesso tempo, Cipro è profondamente parte del mondo anglosassone. Tanto da ospitare due piccole enclavi militari britanniche sul proprio territorio, base della RAF, la Royal Air Force, tanto che l’atmosfera coloniale è ancora ben presente, vissuta più come una consuetudine che come una oppressione.

A questi spunti interessanti, che da soli rendono imperdibile il viaggio, si aggiungono i classici elementi che fanno magiche le vacanze in Grecia. Mare splendido e spiagge bellissime. Paesini di campagna e città vibranti di vita notturna e musica malinconica e struggente. Buon cibo dal gusto mediterraneo, tanto sole, anche fuori stagione. Tanta storia, archeologia, castelli, mosaici, per ricordarci da dove veniamo e per costruirci sopra dove andremo. È possibile non amare un posto così?

Cipro Grecia Mia