Candida di nome e di fatto

Bianca, abbacinante, brulicante, Heraklion è il cuore di Creta. Noi italiani la chiamiamo anche Candia, dal veneziano per colore della pietra utilizzata nelle antiche abitazioni, e non è un luogo qualunque. Stiamo parlando di una della città più importanti di tutta la Grecia, un faro culturale, oltre che turistico, e totalmente identitario. Heraklion è uno di quei luoghi baciati dalla storia, qui davvero si può dire che siamo arrivati in una culla di civiltà. Non sarà Roma, ma prima di Roma c’era Minoa e la Creta minoica significa Cnosso. Un sito incredibile a nemmeno 5km dal centro, ancora un’occasione per riflettere su chi siamo e da dove veniamo, e come fare a non perderci.

QUESTO È UN PORTO E UNA CAPITALE, PRIMA DI TUTTO

Intanto la inquadriamo così. Heraklion è un porto sempre attivo, dove attracca quasi tutto quello che serve per far andare avanti la vita di tutti i giorni a Creta. Poi è un porto crocieristico in pieno boom, negli ultimi anni è diventata tappa quasi obbligata, sfruttando anche la sua vicinanza a Santorini. Il centro di Heraklion è un contrasto unico e spettacolare, tra negozi sfacciatamente turistici e altri che del turista proprio se ne infischiano del tutto. Qui non c’è ancora, per fortuna, nessun effetto di disneyficazione. A Heraklion si combatte per la città e lo si fa con passione nascondendosi dietro ai colori bianconeri dell’OFI Creta. Alcuni la troveranno decadente, altri priva di attrattive: la realtà è che Heraklion è semplicemente come deve essere, una grande città di mare del Sud Europa, intrisa di ellenismo e grecità sino al midollo.

 

visitare Heraklion Creta

UN CENTRO COMPATTO

Si fa presto a visitare il centro e le principali attrattive di Heraklion, anche e anzi meglio a piedi. La città si sviluppa in modo circolare a partire dal porto antico, con il cerchio più interno ancora protetto da mura veneziane, e con il cuore costituito dalla piazza principale, Plateia Venizelou.
Come tutte le principali città greche Heraklion è un ammassarsi di vecchio e nuovo, armonico e disordinato, povero e ostentato. Anche qui, sopratutto qui vista la lunga dominazione turco/ottomana, oriente e occidente si incontrano e si scoprono essere la stessa realtà.
Si può cominciare percorrendo in auto la strada che corre lungo il mare, con una promenade perfetta per un pò di running e che è stata recentemente migliorata.

 

cosa vedere a Heraklion CretaIl porto

LE SPIAGGE

In città non si va al mare. Ma la sabbia è poco distante, non c’era da dubitare. Heraklion ha a portata di una passeggiata dal centro una spiaggia lunga e sabbiosa, attrezzata e lunga quasi 5km. Il mare è pulito e sebbene non sia certo la più bella di tutta l’isola, per essere inserita in un contesto così urbanizzato non è niente male. SI chiama Ammoudara. Altre belle spiagge nelle immediate vicinanze di Heraklion sono quelle di Gouves e Hersonissos, l’Ibiza cretese, anche se via via che ci si allontana in direzione di Agios Nikolaos il mare diventa sempre più invitante.
A ovest di Heraklion, invece, in direzione di Rethymno e Chania quindi, la costa diventa più frastagliata e irregolare, la strada più tortuosa e allora il litorale non perrmette lunghe spiagge e schiere di hotel sul bagnasciuga. Lygaria e Agia Pelagia sono le migliori località balneari con annessa spiaggia nelle immediate vicinanze. Proseguendo ancora oltre, Bali merita una citazione per le sue acque davvero splendide.

COSA VEDERE A HERAKLION

I migliori musei di Creta si trovano in questa città, e valgono la pena di una visita: soprattutto quello archeologico, che ha una buona esposizione seconda sola al Museo dell’Acropoli ad Atene, e quello storico, molto concentrato sul lato culturale e sempre attivo con mostre temporanee di pittori, scrittori e cultura cretese. Inoltre è ospitato in un palazzo bellissimo, dove è solo che gradevole venire per bere un caffè e rilassarsi dopo una giornata al mare tra le mille spiagge della provincia di Heraklion.
Non ci sarebbe inoltre visita in città senza fare conoscenza della fortezza e dell’arsenale, entrambi veneziani e che non tarderanno a catturare l’attenzione mentre si passeggia sul trafficato lungomare, mentre famosissima è la fontana Morosini, datata 1628.
Ma c’è ovviamente molto altro fuori città, a partire dall’entroterra. Scendendo a sud, tra spiagge e montagne oltre i 2mila metri e paesi incontaminati come Zaros. Piano piano ne scriveremo sempre di più, per cui tornate regolarmente a visitare le nostre pagine!


Kastro HeraklionLa Fortezza di Heraklion

VITA NOTTURNA: QUANTA NE VOGLIAMO

Non si va a Heraklion solo per il mare. Ci si va anche per sbevazzare la sera e farsi due risate con gli amici, per vivere l’estate come andrebbe vissuta: perdendola tra divertimento e spensieratezza. E per fortuna la scelta che ci offre questa città è ampia!
Il centro di Heraklion città offre una movida più da studenti, ma anche più adulta e sofisticata, con un milione di baretti, piazzette dove socializzare tra una birra e l’altra, con le discoteche che si trovano appena fuori nelle immediate periferie. Gli stranieri preferiscono Hersonissos e Malia, mentre i greci se ne stanno rintanati tra i vicoli intorno alla piazza centrale subito dietro il porto, mescolandosi ben poco ai forestieri, se non a tarda notte quando si va alla ricerca della classica pita per riprendere le energie e non andare a letto troppo affamati.

  • Centro città
    In Korai Street (parallela a Daedalus), c’è una strada pedonale piena di caffè con musica greca e le varie hits tutto l’anno. Nel mercato centrale, invece, la sera si può gustarsi un ouzo in santa pace, ascoltando musica tradizionale greca e musica popolare contemporanea. Si può cercare la piazza Agios Titos dove ci sono molte taverne e caffè aperti fino all’alba mentre vicino ad Agios Minas (la cattedrale, il patrono di Heraklion) ci sono alcune vecchie “dermitzadika”, ossia le più antiche taverne, che servono ouzo, cibo tradizionale e raki. Nel lungomare (a ovest della fortezza veneziana di Koules, via Sofocle Venizelos) si viene quando la notte è già finita. Con una sfilza di locali con viste mozzafiato sul mare, sarà il tempo di godersi l’alba sorseggiando un drink.
  • Appena fuori Heraklion
    Per i più giovani, Hersonissos (28 km a est di Heraklion) e Malia (34 km a est di Heraklion), hanno una vivace vita notturna. Qui ci sono un gran numero di pub, club, bar, bar sulla spiaggia che organizzano eventi estivi con DJ di fama internazionale. Sull’altro lato della città, invece, un’altra destinazione della vita notturna vicina gradevole, con un’atmosfera un po ‘più rilassata e perfetta per gli “anta” e le coppie, è la spiaggia di Agia Pelagia (18 km a ovest di Heraklion).

COME ARRIVARE A HERAKLION

Essendo la capitale dell’isola, e quinta città della Grecia, i collegamenti con i vari mezzi pubblici sono decisamente buoni. Ci sono voli per Heraklion da un sacco di città italiane. È la base cretese di Easyjet, Volotea, Blu Express, tra le altre. L’aeroporto di Heraklion è vicino al centro, e ben collegato anche in autobus, con la linea 1. In alta stagione ci sono corse ogni 15minuti e ferma in pieno centro, Plateia Elefterias. Il taxi per lo stesso tragitto costa intorno i 15€. Da notare che non esistono corse dall’aeroporto per altre località che non siano il centro, e che le corse per le altre destinazioni principali di Creta hanno due stazioni. C’è la stazione A per Chania, Agios Nikolaos e Rethymno, e quella B che gestisce le località minori, ad esempio tutti i paesino della costa sud.

 

cosa fare a Heraklion