Il carrello è vuoto

Subtotale
Acconto (30% del totale)
  • American Express
  • Apple Pay
  • Mastercard
  • PayPal
  • Visa

Da Paleochora a Elafonissi – un itinerario a Creta

Da Paleochora a Elafonissi – un itinerario a Creta

A piedi percorrendo il sentiero E4

Il modo che consigliamo per muoversi da Paleochora a Elafonissi (e il più divertente) è quello più semplice, economico e naturale del mondo: a piedi!
Lo si potrà fare percorrendo un pezzo del sentiero E4, una delle più eccitanti avventure outdoor che si possono vivere tentare nella vita. Uno di quei progetti ”da pazzi” nati in ambito comunitario, quello di collegare tramite sentieri tutto il continente, in questo caso dalla Spagna a Cipro, coprendo oltre 10:500km. Il progetto si chiama Rete sentieristica europea e tanti ne passano anche dalle nostre parti, in Italia. Ad esempio il numero 1, quello che parte da Capo Nord e arriva a Capo Passero, in Sicilia.

sentiero da Paleochora a Elafonissi

Andata a piedi…

Il tratto di E4 che ci interessa raccontare oggi è quello che passa per la Grecia, in particolare per Creta – (qui la nostra introduzione generale) – e che corre a fil di costa da Paleochora a Elafonissi. Si tratta di due località che ci stanno molto cuore e che si trovano in una delle zone più incredibili a livello naturalistico di tutta l’isola. E non solo l’ambiente è fantastico, i vantaggi sono molteplici: per spostarsi tra l’una e l’altra in auto occorrono 80 minuti e quasi 50km di strada. Facendosela a piedi, invece, la lunghezza del sentiero/strada diventa di soli 20 km. E non presenta difficoltà alcuna!
Qui sotto abbiamo indicato la traccia gpx del trekking, da scaricare da GPSies e caricare sul vostro sportwatch. 

 

…Ritorno in barca/BUs

La cosa fighissima di questa escursione è che si potrà percorrerla anche solo in un senso, non avendo preoccupazione di camminare anche ritorno. Una volta arrivati a Elafonissi, e goduto un buon pranzo e bagnetto, ci sono due modi per ritornare alla base di Paleochora. Il traghetto che viaggia solo nei mesi estivi di alta stagione, e l’autobus, che copre meglio le esigenze di chi pianifica questo trekking in primavera ed in autunno. 

1. Il traghetto Paleochora Elafonissi

C’è una barca che viaggia tutti i giorni da Paleochora a Elafonissi. Parte la mattina (tra le 9 e le 10, controllare sul posto) e fa ritorno a tardo pomeriggio, intorno alle 16.30. Elafonissi è spesso affollata e conseguentemente la naveMeglio quindi parlare con il gestore della barca la sera prima, in porto a Paleochora, e riservare in anticipo i posti del ritorno.  Questo permetterà di dedicarsi alla gita in tranquillità, avendo solo la precauzione di partire molto presto, vuoi per evitare il caldo, che qui picchia senza tregua, vuoi per non avere problemi di perdere il battello al ritorno.

2. Il bus Paleochora Elafonissi

Per chi avesse paura del mare (e lo zio di Katerina è un perfetto esempio) meglio muoversi con il bus sulla tratta. La partenza è tutti i giorni anche in questo caso intorno alle 16 (ma controllate in loco perché con i greci non si sa mai. Fanno in tempo a cambiare orari e servizi molto più velocemente che noi di Grecia Mia ad aggiornare gli articoli del blog!)

Il percorso: si puO’ accorciare partendo da Krios BEACH

Nella mappa qui sopra indicata, abbiamo segnalato il percorso integrale da Paleochora a Elafonissi

 
percorso da Paleochora a ElafonissiE4: il sentiero tra Paleochora e Elafonissi

in partenza dal centro di Paleochora. Il primo tratto segue fedelmente la strada asfaltata. Si cammina lungo il fianco di molte calette incredibili, passando accanto alle serre di Koudoura, proseguendo per circa 9 km in direzione a ovest del paese, sino a Krios Beach. Questa è una delle più lunghe e piacevoli spiagge di Paleochora e da qui inizia il sentiero E4 vero e proprio.
Si può arrivare facilmente in taxi abbreviando di quasi la metà il tragitto. 

Da krios si lascia la civiltà alle spalle

 
spiaggia rossa Paleochora CretaKokkino Ammoutsaki

Possiamo dire che l’avventura comincia a Krios e d’ora in poi si lascia la civiltà alle spalle. Il nostro unico amico sarà il segnavia giallo e nero E4 che ci accompagnerà da buon amico sino ad Elafonissi.
Il primo incontro lo si fa con la baia circolare di Viena, che ospitava un santuario romano, di cui vediamo ancora alcune rovine di antichi pilastri sulla spiaggia.
Proseguendo, il sentiero ora sale leggermente qualche centinaia di metri sul livello del mare, e raggiunge una cappella, dove possiamo fermarci per scattare fotografie della baia di Kedrodasos e della laguna di Elafonissi. Questa cappella, San Giovanni (Agios Ioannis), ci darà anche una visione costante della spiaggia remota e rossa di Kokkino Ammoutsaki, che sarà un punto di sosta obbligatorio, e direi anche un “punto di bagno obbligatorio”.

Kedrodasos sarà l’highlight della gita

Da Pahia Ammoutsa, ripreso a marciare, poco più di mezz’ora ci separa dalla grande star di questo trekking: la splendida spiaggia di Kedrodasos.  Kedrodasos prende il nome dai bellissimi cedri della zona, ed è molto frequentata anche dai campeggiatori liberi. L’ambiente naturale è favoloso e a questo punto non si deve avere avere nessuna fretta di arrivare. Anche perché da qui basteranno solo 45 minuti di tranquilla passeggiata per arrivare a destinazione. Attraversato infatti il piccolo porto dove si fermano le barche da Paleochora, la laguna di Elafonissi sarà conquistata, con la sua sabbia rosa e le pazzesche, straordinarie tonalità del suo mare. 

 
spiaggia Kedrodasos CretaKedrodasos

Distanza Da Paleochora a Elafonissi in macchina

Ok, non tutti avranno voglia di camminare, specie in agosto quando i 40 gradi non sono eventualità rara da queste parti. Visto che senza dubbio la grandissima maggioranza di voi avrà scelto di noleggiare un auto al proprio arrivo a Creta, ecco che quella da Paleochora a Elafonissi sarà la perfetta strada per una gita di giornata. A proposito, quello qui sotto è il tragitto ci propone Google Maps per muoversi il più velocemente possibile con le fedeli quattro ruote. Sono tante curve: forza e sangue freddo, magari il premio sarà un buon piatto di calamari fritti a Paleochora!