Il paradiso ha fatto capolino a Kimolos

Kimolo mia, paradiso mio. Così si legge un pò ovunque nel villaggio, scritto per terra, nel cemento, nei bidoni della spazzatura e nel cuore di chi la abita.
Kimolo è un posto strano, un po’ dimenticato, e quindi vero. Il paradiso della gente semplice e che fugge dai prezzi e dall’atmosfera chic di Pollonia.
Il turista di Pollonia, a grandi linee, viene qui in giornata. Fa il bagno solo a Prassa Beach, e prende l’ultima pantofola, la navetta che spola tra le due isole. Come fosse un compitino: casella sbarrata nelle cose da fare, la dimentica presto, sopraffatto dalle bellezze di Milos.
La Kimolo mia, di Grecia Mia, è invece il mio paradiso per scrivere di Ellada.
Il panorama ti spinge a scrivere di corsari che si nascondevano a Polyegos e che oggi hanno lasciato il posto ad Abramovich e Madonna, e di donne dalla pelle scura e tozze e rotonde come il pane con cui preparano la ladenia, lo spuntino locale, una deliziosa focaccia ricoperta di salsa di pomodoro.
La mia Kimolo è un posto bello e silenzioso. Allora stiamo qui e ne respiro la lentezza. Anche se ci conoscono poco, ci vengono già a cercare al Kafeneio, e ci telefonano per sapere dove siamo quando non ci vedono per la solita birretta.
Come sempre viene voglia di restare all’infinito, come sempre la prima nave ci porta via. Il paradiso, ancora una volta, deve attendere.

 

vacanza a Kimolos
"Kimolos mia, paradiso mio"
Kimolos pescatori rimesse per le barche
Goupa Kara, rimesse barche
visitare Kimolos da Milos
L'elefante di Kimolos
Kimolos casa tradizionale
Casa in pietra
Kimolos casa di pescatori
Casa di pescatori