Carrello

Il carrello è vuoto

Subtotale
Acconto (30% del totale)
  • American Express
  • Apple Pay
  • Mastercard
  • PayPal
  • Visa

Libri sulla Grecia

Libri sulla Grecia

5 libri sulla Grecia da leggere ai tempi del coronavirus

Libri sulla Grecia, li vorremmo leggere tutti! Adatti ad ogni momento e periodo della vita, ci fanno compagnia in ogni occasione; provvidenziale stampella cui appoggiarsi quando va male, e trampolino di lancio quando è tutto ok, pronti verso il prossimo viaggio. Adesso che è il momento di chiudersi a riccio, che non ci rimane altro che rintanarsi sul divano e aspettare il disorientante bollettino dei contagi quotidiani, a Grecia Mia pensiamo sia quantomai necessario sparire via con la fantasia, almeno per qualche ora, e accarezzare le parole e le suggestioni dei migliori autori greci.

Cominciando magari con un metaforico sgranchirsi le gambe insieme al più grande poeta greco dell’epoca moderna, Kostantino Kavafis.

Passeggiando per Atene con Kostantino Kavafis

Kavafis è un autore che non si può non incontrare, anche senza cercarlo, quando si parla di libri sulla Grecia. Il poeta nativo di Alessandria d’Egitto ha ben varcato i confini della fama nazionale, ci proietta immediatamente in un mondo in cui il Mediterraneo era ben più aperto di oggi, magnifico calderone di popoli, crocevia di vite, storie e commerci tra Europa e Asia Minore. Viaggiare ad Atene con Kavafis è un amabile flanellare, come si faceva allora. Fare vita di società, incontrare persone, intellettuali, respirare l’ellenismo e la cultura di una società. Ecco, se c’è qualcosa di interessante in questo libro, per il lettore di oggi a cui manca un viaggio in Grecia, questa è la geografia umana. Teatri, caffè e palazzi che oggi magari non esistono più, ma cuore pulsante della vita e del paesaggio urbano di Atene nel periodo tra le due guerre. Un libro interessante questo, anche per la cartina allegata in grado di farci camminare tra le strade dell'Atene di oggi, ma con lo sguardo e il pensiero ben rivolto all’Atene di ieri.



L’ultimo rebetiko

Ci pare ancora di vederlo, Kafavis, seduto in un caffè, pensieroso, a meditare su qualche tormentato verso erotico, disperato di passione. Rapito in ascolto del dolore di qualche altro poeta del bouzouki, ubriaco di ouzo e amore non corrisposto. L’abbiamo scritto tante volte, non si può capire la Grecia senza ascoltarne i suoi cantori moderni, i rebetes. Musicisti maledetti di cui questa è una storia. Siamo a Salonicco, nel 1942. E qui c’è una bettola di poliziotti, mercanti della borsa nera, spie, delatori e partigiani. Tutto sta per cambiare. Tutto cambierà in un turbine di musica rebetika, intrighi, amore e tradimenti. Questo romanzo nato, scritto e vissuto a Salonicco, respira di Macedonia, di malinconie balcaniche e di tragica follia. L’ultimo rebetiko dipinge un mondo fragile come quello dei giorni nostri, dove tutto è appeso a un filo, dove tutto è già diverso da ieri e nessuno lo ha ancora capito. Proprio per questo pensiamo che sia uno dei libri sulla Grecia da leggere più indovinati che sia possibile consigliare!



Erotokritos

Alzi la mano chi non è mai stato in Grecia e non si sia imbattuto in qualche negozio chiamato “Erotokritos”: che sia un ristorante o una taverna o un souvlaki. Ed infatti, Erotokritos è anche il nome del nostro panificio preferito a Santorini. Il vero Erotokritos è però ben altro, un poema epico di romanticismo rinascimentale, e canzoni di gesta medievali. Un “romanzo d’amore e di cortesie e di coraggio”. Cosa di più necessario c’è, di questi tempi? Proprio ora che siamo tutti nascosti e distanziati dietro una mascherina: come si fa ad innamorarsi, come essere cortesi con l’ansia di finire in terapia intensiva per un colpo di tosse? Erotokritos ci proietta lontano, in un mondo dove il pericolo era sempre presente e quindi, forse, faceva meno paura. Un libro che prende il dialetto di Creta, e lo rende grande. e che gli dona dignità e rango di lingua letteraria per la prima volta. Erotokritos è uno di quei libri sulla Grecia difficili ma stimolanti, unici, in grado di fare luce su ambienti diversi, dai circoli letterari alla saggezza di tradizione popolare. L’autore, poi, farà venire dolci ricordi a molti. Si tratta infatti di quel Vintzentios Kornaros a cui è stata intitolata una nave che chiunque ami la Grecia, avrà incontrato almeno una volta ormeggiata al Pireo. Negli ultimi anni faceva la spola tra Atene e Creta, appunto, passando per le isole di Citera e Anticitera!



La peste di Rodi

Continuiamo ad esorcizzare il coronavirus, quindi, ricordandoci che gli uomini nella storia sono sopravissuti a molto peggio. Come ad esempio la peste. Peste che se noi italiani siamo abituati a riscoprirla negli scritti del Manzoni, poco sappiamo di come fosse vissuta altrove, ad esempio in Grecia. La peste di Rodi è un libro importante perchè ci regala uno sguardo sull'epidemia scritto con penna da cronista. Un racconto vissuto in prima persona dall'autore, sopravvissuto alla pestilenza che fece disastro a Rodi a cavallo tra il 1498 e il 1499.
In questo libro sulla Grecia sarà interessante vedere come se la cavarono, all’epoca: in un modo non troppo distante da quello che stiamo vivendo noi oggi, scopriremo. Le sofferenze, e il nostalgico ricordo del bel vivere prima della pestilenza, sono quasi le stesse. Il senso di colpa, allora esplicitato nella punizione divina per i peccati e oggi metabolizzato nell'odio per i giovani e per chi non segue le regole dei "virologi", è uguale. Tra tutti i libri di autori greci sin qui proposti, La peste di Rodi è il più vicino ad un reportage giornalistico, che vuole semplicemente raccontare fatti e stati d’animo in un momento drammatico della vita dell’isola. E per questo si rivela così prezioso e terribilmente attuale.




Delitto a Kolonaki

Per concludere, alleggeriamo la selezione e buttiamoci a tutta fantasia in una storia di intrighi e deduzioni da seguire a cuor leggero. Questa piccola classifica sui nostri suggerimenti di libri sulla Grecia ci permette infatti anche di saltare con leggerezza di palo in frasca a livello temporale, tra il medioevo e il presente, o quasi. Per gli amanti dei gialli, consigliamo di salire sulla macchina del tempo destinazione Atene, anno 1953. Anno in cui Kostas Floràs, finanziere, viene accusato dell’assassinio di Nassos Karnezis, pittore. Un delitto consumato nella parte chic della capitale, nell’esclusiva Kolonaki. Altro non diciamo, anche per non spoilerare le indagini condotte impeccabilmente dal commissario Jorgos Bekas. Uno scritto a cura di Jannis Marìs, uno dei migliori autori greci del secolo scorso e che ci piace anche perchè nacque a Skopelos: nulla di cattivo più uscire da un’isola così bella, non è vero?



Libri greci antichi, moderni e contemporanei

Questi 5 libri sulla Grecia che siamo andati a proporre attraversano epoche diverse e ci faranno sentire connessi all'Ellada, cosa di cui abbiamo estremamente bisogno proprio adesso che viaggiare all'estero è un percorso ad ostacoli, tra voli cancellati e test molecolari. Ci faranno sentiri vivi ed elettrizzati tra le pulsioni - anche assassine - di Atene, ci faranno trovare la forza di sopportare il contagio come fossimo cavalieri cretesi e magari ci permetteranno di riascoltare le note di quella canzone bellissima che non abbiamo potuto sentire sino in fondo, quella sera nella taverna dove la musica faceva a botte con il chiacchiericcio dei tavoli e l’agitarsi delle onde.

Libri sulla Grecia ideali per una vita sotto pandemia, di autori greci famosi e di altri che non hanno mai fatto breccia nel grande pubblico. Così, se il lockdown ci ha bloccato in casa, rivoluzionato le vite tra tamponi e quarantene, vietato concedere un sorriso ad uno sconosciuto mentre si fa la spesa... Per sentirci ancora vivi, non ci resta che leggere.