E venne il giorno del primo post scritto in nave.

Grecia Mia è in viaggio tra le isole greche per controllare le strutture alberghiere da proporvi , incontrare vecchi e nuovi amici, vedere che nulla sia cambiato e tastare il polso della stagione appena alle spalle nell’anno della Grande Crisi.

Quello che posso anticipare è che nelle isole i più sono soddisfatti: ci sono stati tanti turisti e il bilancio si chiude in positivo. Solo le elezioni a Giugno, con la loro conseguente paura di uscita dall’euro, hanno spaventato tante famiglie. In comunità così piccole come le quelle delle isole greche, l’economia è sempre più forte, e risente meno del declino di Atene e Salonicco. Insomma, tutto come sempre e anzi, sto notando tanti passi avanti nell’ospitalità: continui piccoli rinnovamenti, attenzione all’arredamento, molto giovani entusiasti alla guida dell’albergo di famiglia.

Merkel, Trojka, BCE, hanno sempre il fiato sul collo su questo azzurro angolo di mondo: la meravigliosa natura greca di questo però se ne è infischia, e le meravigliose spiagge sono sempre li, ti chiedono immediatamente di saltare in acqua e si piegano solo al vento.

A proposito di vento, in questi giorni la “fortuna” come qui si chiama picchia duro, e il viaggio di due giorni fa sull’Express Scopelitis è stato un vero e proprio rimbalzo tra onde quasi autunnali. Oggi il tempo è più tranquillo e ci stiamo muovendo tra lo sconvolgente paesaggio di Amorgos fino alla dolce Schinoussa.

Vi salutiamo con una foto, una nuova ogni giorno per comporre un piccolo reportage delle tappe di questo viaggio che non abbiamo fretta di portare a termine!