Le isole greche consigliate da Andrea e Katerina

Queste sono le isole greche consigliate senza pretendere nient’altro che farvi conoscere un nostro gusto personale, più intimo, lontano da ogni glamour. Ci premeva scrivere a ruota libera. Mettere le mani sulla tastiera senza pensare a null’altro se non a mettere insieme la manciata di isole che nei nostri viaggi, durante gli anni, ci sono rimaste particolarmente sulla pelle. Sono isole greche consigliate per un sacco di motivi. Vanno bene per famiglie, per bambini, per vacanze da coppie ma anche solo per vacanze in Grecia da ricordare e avere nostalgia, anno dopo anno. Sono consigliate perché sono belle, perché sono una Grecia poco turistica e per molti versi ancora incontaminata, perché semplicemente ci siamo sentiti più “zen” e in armonia che da altre parti.  Alcune sono più conosciute delle altre, ma il succo non cambia, sono tutte isolette con un’anima, e che solamente per caso non sono finite nel canovaccio di Salvatores quando scriveva Mediterraneo. Sarebbero potute diventare isole da Oscar, invece si devono raccontare di essere una piccola comparsa su Grecia Mia. Quando si dice la sfiga.

  • Lesbos (isole dell’Egeo Nord orientale)

    isole greche consigliate Lesbos

    Lesbos è un’isola incredibile. È una di quelle isole di cui non si parla mai, e quando ne si legge è solo per la cronaca o per lo stereotipo. Prima o poi viene sempre la solita tiritera del “è l’isola dei migranti, c’è casino e insicurezza..”. Oppure “è l’isola dell’amore saffico” e allora uno si domanda che mai si troverà. Poi viaggiando sul posto è tutta un’altra musica, le incertezze spariscono e lasciano il posto ad una realtà intensamente greca. Dopo tanto viaggiare io e Katerina siamo giunti alla conclusione che le nostre isole preferite sono quelle dove si vive e si produce. Dove nello scaffale dei minimarket si trovano prodotti locali e dove l’opzione di scappare ad Atene appena finisce settembre è contemplata al massimo dagli studenti. Quelle che vivono l’estate con fastidio e vanno avanti giorno dopo giorno tutti i 12 mesi all’anno. Lesbo sa mettere insieme le dimensioni del turismo e del reale con charme e genuinità. È un’isola greca perfetta per famiglie, con spiagge chilometriche e deserte anche ad agosto, tantissime cose da vedere e monumenti da visitare, cittadine splendide dall’architettura unica, borghi di pescatori che non si riesce a credere esistano davvero. Non ultimo a Lesbo c’è il vicolo fiorito più magico del mondo, nella favolosa Mythimna (almeno secondo quelli di Bored Panda, e noi siamo piuttosto d’accordo con loro), ma bisogna arrivare entro maggio per vederlo. E infine il cibo e la gastronomia, che a Lesbo sono sempre protagonisti. Tra olive e ouzo, che è nato qui, a tavola sarà sempre una festa. Insomma, potremmo parlarne per un anno intero, e Lesbo sarebbe ancora la numero 1 delle nostre isole greche consigliate. Sta a voi decidere se accettare il suggerimento o meno.

    A questa pagina troverai come raggiungere Lesbos. L’isola è grande e difficilmente la si combina con altre, ma avendo il tempo necessario un viaggio a Lesbo ben si completa con Chios oppure Limnos. Scelta la logistica e le mete del viaggio, qui avrai l’opportunità di spulciare tra le nostre idee per sapere dove dormire a Lesbos con lo stile di Grecia Mia.

  • Chios (ISOLE DELL’EGEO NORD ORIENTALE)

    isole Greche più belle Chios

    Poco più in là da Lesbos c’è la sua vicina più famosa, Chios. Non potevamo non citare Chios! È una delle isole più divertenti e da veri esploratori di tutta la Grecia. Potremmo quasi dire che  per molti versi “c’è la Grecia… E c’è Chios”. Un’isola che è una festa di sapori, tradizioni, panorami da favola e mare che da sogno che non conosce ancora nessuno. I turisti infatti sono quasi tutti greci, che da buoni padroni di casa si godono spiagge di ciottoli con un mare che ruba i colori all’arcobaleno. Per noi è una tra le isole greche consigliate con più soddisfazione. Anche perché, una volta tanto, del turismo la gente comune da queste parti se n’è fregata il più a lungo possibile. E che prova a fregarsene anche in futuro, perché qui c’è un’economia tutta sua. Chios è il regno del mastice, la gomma resinosa degli alberi che è la base ad esempio del chewing gum. Vende in tutta la Grecia e con esso di fa di tutto, dai digestivi al dentifricio. Chios ha villaggi incantati e che sembrano usciti da un libro di Lewis Carroll. E poi è piccola e la si visita bene in una settimana. La parte nord è un mistero che solo lunghi km di strada senza benzinai sapranno svelare, curva dopo curva. Chios città dicono sia bruttina ma esplode invece di monumenti, da antiche mansioni genovesi a reminiscenze turche più vive che mai. Izmir, Smirne, dopo tutto è giusto al di lá del mare.

    A questa pagina potrai scoprire per filo e per segno come raggiungere Chios. Le isole vicine sono Oinousses, piccola e sconosciuta, Psarà, un nostro pallino, la magnifica Lesbo e Samos, la patria di Esopo ed Epicuro, tra gli altri. Scelte le mete del viaggio, ecco  le nostre idee per dove dormire a Chios.

  • Iraklia – (Piccole Cicladi)

    isole della Grecia consigliate

    Alzi la mano chi conosce Iraklia. Non è propriamente Santorini… Anzi ne è il suo contraltare. È Il caso di dire – tutto o niente. – Ma non è spesso proprio il niente ad attrarre fortemente, quando si arriva da posti che hanno tutto? Come una specie di “cupio dissolvi”, desiderio di sparire nel nulla. Anche i Metallica ne hanno cantato, per loro il nostro andare ad Iraklia era un “fade to black”, un dissolversi nel nero, dire a tutti “grazie, è stato bello, io mi fermo qui, in uno scoglio a dormire in silenzio, senza sveglia e senza sapere cosa farò tra un quarto d’ora”. Per questo non si capisce cosa è per davvero Iraklia finché non ci si viene e ci si ferma uno, due, tre, indefiniti giorni. È l’isola dove il mare lo senti per quello che in fin dei conti è sul serio, una barriera al mondo intero. Per testoni come noi che se una cosa la fanno tutti noi allora no, è evidente che non avremmo potuto non inserirla nella lista delle isole greche consigliate da Andre a Katerina.

    Come se fosse una periferia di Naxos, ecco qui come raggiungere Iraklia. Che andrebbe abbinata ad almeno una delle altre Piccole Cicladi, non importa quale sia, ma anche Amorgos. Ecco poi alcune nostre proposte su dove dormire a Iraklia.

  • Lefkada – (Isole ionie)

    isole Ionie da vedere

    C’è un'Iraklia nello Ionio. Anche se in realtà Lefkada non le assomiglia manco per nulla, per noi è così, nel senso che ha lo stesso potere taumaturgico, curativo. Lefkada è un’isola bellissima e lo è soprattutto per due elementi: i colori e la natura. Ci sono dei colori bellissimi a Lefkada, e sembrano quelli del famoso wallpaper di windows XP. Ve la ricordate quella collina verde con il cielo azzurro? Ecco, qui non ci sono prati all’inglese ma  pini, cipressi, un manto che scende morbido sino ad abbracciare un mare che più turchese non si può. E questa natura che si inventa cromoterapista a Lefkada domina la scena, oltre le montagne. Si tocca il cielo tra gli altipiani di Eglouvi, dove si coltivano le lenticchie.  Si corre lungo la costa ionica, dopo Dragano, oltre Athani, dove la strada si perde tra boschi, vigneti (si!) e fa zig zag tra mille tipi di uccelli. E lascia divertire il motore in un fantastico silenzio. Chi l’avrebbe mai detto, un’isola così famosa!

    Parlavamo  a pranzo con una delle nostre migliore amiche / clienti di come Lefkada più che una delle isole greche consigliate da noi dovrebbe essere una delle isole OBBLIGATE da Andrea e Katerina. È talmente mozzafiato che dovrebbero andare tutti, prima o poi. Meglio ancora se abbinata  a dei giorni a Cefalonia, ma non imbarcatevi in questa impresa di visitarle assieme con meno di 14 giorni da poter spendere, che sono isole grandicelle. Appurato questo, ecco  come raggiungere Lefkada e risolto il puzzle degli spostamenti, dove dormire a Lefkada nelle strutture di Grecia Mia

  • Alonissos – (isole sporadi)

    isole Sporadi da vedere

    Negli anni abbiamo scoperto di amare maggiormente le isole verdi, ci siamo un pò allontanati dalla lunare brullezza (e bellezza) delle Cicladi. Così non poteva non piacerci Alonissos. Alonissos è un’isola fantastica, tutta mare e agiata rilassatezza. Amiamo salire alla Chora al tramonto, e sentire come da poche altre parti di essere in alto, a dominare l’Egeo. Già perché Alonissos è l’ultima fermata delle Sporadi, quella più lontana dalla terraferma, e salendo quassù, al kastro, le si possono vedere quasi tutte, in fila indiana. Alonissos è in una sola parola la felicità dell’estate, il sogno di una seconda casa, dove prepararsi degli spaghetti all’aragosta e andare a digerirli in uno dei lettini della spiaggia di Agios Dimitrios. Fa caldo in Grecia, mica si possono sempre fare cose impegnative, no? Mica possiamo sempre rimbambirvi di cose da fare e da vedere, girare di qua e di là. Se vi piace l’idea, venite ad oziare ad Alonissos che tanto le spiagge sono tutte attrezzate e se non fa troppo caldo il pisolino è dietro l’angolo. Coppia o famiglia non fa differenza, l’importante è sapere che qui si sta bene, altrimenti non sarebbe una delle nostre isole greche consigliate. E si mangia pure bene (le pite di spinaci e formaggio qui le fanno XXL), spendendo poco, il che non guasta mai.

    Scoprirete a questa pagina come raggiungere Alonissos. Ci sono altre isole greche consigliate per proseguire la vacanza oltre a lei? Ma certo, la risposta è ovvia ed è Skopelos, e per gli amanti della sabbia mettiamoci pure anche Skiathos. Siete fortunati ed avete la macchina al seguito? La penisola di Pelion è una gemma sconosciuta da non perdere, giusto al di là di uno spicchio di mare. Se vi avessimo convinto, ecco le nostre proposte su dove dormire ad Alonissos.

  • Paros (isole cicladi)

    isole Cicladi consigliate

    Si scriveva poco sopra delle Cicladi, che ci hanno stancato. È vero ma solo sino ad un certo punto. Paros ad esempio non ci potrebbe stancare mai. Paros è un pò la perfezione. Uno di quei posti che spuntano fuori quando non sai più dove andare, ti senti esausto dopo mesi di “m’ama non m’ama” come sfogliando una margherita. Alla fine il dove-vado-dove-non-vado diventa “va bene, e Paros sia”. E si rivela una vittoria su tutta la linea. A Paros ci sono spiagge pazzesche, tutte di sabbia e in tutte le direzioni per sfuggire al meltemi, che dopo i politici e i giornalisti abbiamo scoperto essere il nemico 3 degli italiani. Le case, i paesini, sono quelli bianchi e blu come da copione. I contorni delle montagne assomigliano più a delle dolci colline, da accarezzare con lo sguardo e che non nascondono niente alla vista. Sia mai che voltando lo sguardo ci si perdesse anche solo 5 minuti di vista mare: noi vogliamo massimizzare la resa della vacanza! E poi a Paros si può fare un pò di sana vita notturna, sbocciare qualche bottiglia a Naoussa e svegliarsi tardi con la coscienza pulita. E per una volta si può scrivere senza tanti giri di parole: Paros è bella e va visitata. Niente seghe mentali, nessuna seduzione intellettuale. Solo una sana, semplice attrazione fisica a cui è difficile, se non impossibile, resistere.

    A questa pagina troverete come raggiungere Paros. Quali altre isole greche consigliate vanno bene con lei per allungare la vacanza? Sono troppe per essere citate tutte, perchè il bello di Paros è che si arriva quasi ovunque nelle Cicladi con al massimo 3 ore di nave. Noi sceglieremmo Iraklia, un caricabatterie naturale che ha pure nave diretta pere Paros, 4 volte la settimana. Altrimenti, Naxos ma anche Astypalea, o per i più curiosi di eventi, festival e cose da fare, Syros. A questa pagina troverete i nostri alloggi per scegliere con stile dove dormire a Paros.

  • Leros – (dodecaneso)

    isole consigliate Dodecaneso

    Una colonna di idee. Appunti di viaggio e di una Grecia che abbiamo vissuto e che ci è piaciuta più del previsto. Abbiamo inserito Leros per tanti motivi, uno è quello della incredibile vista che si ha dal Kastro, uno dei più belli di tutte le isole. Poi per le mattinate tranquille passate a vedere arrivare i pescatori nel porto di Agia Marina. Ci sono calette calme e tranquille, e Agios Isidoros è una di quelle chiesette dove vuoi giurarti eterno amore. Poi perché a Leros sono disordinatamente organizzati a modo loro, con le navi che arrivano un giorno in un porto e un giorno nell’altro, e solo il capitano lo sa. E infine perché il legame con l’Italia è forte, profondo, emozionante. C’è Lakki, la nostra vecchia Portolago. Una parte di noi ha perso la guerra, da queste parti, e sarebbe da senza cuore non avere un debole per gli sconfitti.

    Come per tutte le isole greche consigliate ecco qui le indicazioni per come raggiungere Leros. Le isole vicine, per completare la vacanza, sono praticamente obbligate. Sarebbe un peccato venire sino qui senza fare la conoscenza anche di Patmos e Lipsi. Per i più intraprendenti consigliamo anche Kalymnos e non volendo allontanarsi troppo dall’aeroporto, Kos. Una volta prenotato, ecco dove di proponiamo di dormire a Leros.

  • Astypalea (dodecaneso)

    isole greche da vedere

    E se l’ultima in lista fosse la prima nella realtà ? Beh, perché no, anzi, in certi versi si. L’ultima isola di questo articolo è stata la prima che io e Katerina visitammo come coppia, la nostra prima vacanza, ben prima Grecia Mia esistesse. Le prescelte furono Patmos, Kalymnos  e Astypalea, appunto. Un gran finale, si suol dire. Astypalea è una di quelle isole di cui finisci per adorare tutto, ogni singola roccia, ogni singola persona, ogni singolo granello di sabbia. Si comincia con un regalo della signora che ti ospita, un piatto di buonissimo loukoumades alla cannella, e si conclude così, senza un motivo, solo perchè è arrivato il momento di salire in nave e tornare a casa. Fino al prossimo viaggio, e per noi, fino al prossimo articolo.

    L’isola è molto remota ma vale ben la pena del viaggio. Ecco come raggiungere Astypalea sapendo che le isole con cui è collegata sono Amorgos, Donoussa, Naxos Paros e la segreta e Kalymnos, la patria delle spugne di mare. Infine, ecco dove dormire ad Astypalea.

In conclusione: quali isole per le mie vacanze?

Scorrendo la classifica qui sopra, crediamo in molti non saranno sorpresi. Nessuna delle prime due appartiene alle Cicladi! Siamo certo che ben pochi avranno pensato per davvero di andare in vacanza a Lesbo e Chios.. forse anche perchè non ci sono quelle famose casette bianche dagli infissi blu. La nostra è anche una sfida, ed un incoraggiamento: vogliamo dimostrare che non c’è da aver paura ad avere coraggio. Si può scegliere di andare in vacanza in un’isola della Grecia mai nemmeno sentita nominare in precedenza. Si può decidere a caso, pescando a random nell'elenco. Giuro che lo abbiamo fatto molte volte, e anzi, quasi sempre il divertimento maggiore è risultato essere proprio questo. Ancora di più nell'era degli smartphone, quando troppa informazione finisce per tarpare la voglia di osare!

L’elenco completo per approfondire le isole greche consigliate

Di queste isole greche consigliate da noi (e di tutte le altre, si capisce) abbiamo raccontato tutto o quasi ai raggi X nelle pagine del nostro sito. Per ognuna parliamo delle spiagge, dei trasporti, di come arrivare e muoversi, e di dove dormire, e i link già utili li abbiamo segnalati poco sopra, per non dover perdere troppo tempo ad aprire mille tabù diversi. L’elenco definitivo è nella pagina isole greche, dove il padrone di casa è il caro vecchio ordine alfabetico!

Isole greche consigliate poco turistiche

Tranne forse un paio, Paros e Lefkada, tutte queste 8 destinazioni che abbiamo appena raccontato non avrebbero sfigurato anche in altre classifiche. Ad esempio in quella che abbiamo dedicato alle isole meno famose, quelle la cui economia ha anche altro per la testa, quelle che per un motivo per l'altro sono meno conosciute. Non vogliamo svelare sin da ora quali di queste siano le migliori ma ecco uno spoiler di classifica

Isole greche consigliate ed economiche 

Per fortuna, nel mondo delle vacanze in Grecia, non vale di certo il parallelismo più bello = più caro. Se l’unica intenzione è quella di risparmiare sarà bello sapere che molte delle 8 isole greche consigliate in questo post costano anche poco. Come tutte le isole dell’Egeo Nord Orientale, a Lesbos e Chios il dormire e il mangiare costano in generale meno che nel resto della Grecia. Anche Lefkada se la cava bene, e remota com’è, anche Astypalea. Iraklia è la più economica delle Piccole Cicladi e Paros seppure più chic, costa comunque meno che la vicina Mykonos. Leros e Alonissos non vi spenneranno nemmeno loro e allora sotto con la scelta. Ancora indecisi?

Isole greche consigliate per bambini

Tutte queste 8 nostre isole greche consigliate sono ideali anche per famiglie con bambini, nessuna esclusa. E lo saranno in mille modi diversi, tanto quanto la fantasia della nostra famiglia e di come ci piace giocare con i nostri frugoletti. Le migliori in assoluto sono quelle per cui il viaggio necessario per raggiungerle sia semplice, che ci siano paesini caratteristici, spiagge basse ed attrezzate, parchi gioco e ristoranti vicino al mare. E visto tutto ciò, con i seguenti nomi si andrà a colpo sicuro.

  • Skiathos
  • Thassos
  • Koufonissi
  • Creta
  • E tutte le altre isole (e penisole, e cittadine della Grecia Continentale) che abbiamo deciso di consigliare per dove andare in Grecia con i bambini.

Isole greche consigliate per coppie

Se si può fare l'amore con il sapore, si può farlo anche con un'isola greca? Come no. Ci sono fior di isole che hanno stampato nel dna il gene del romanticismo, isole che sembrano esistere apposta per essere vissute in coppia, e magari scambiarsi quella proposta che ci portiamo dentro da tanto tempo. Se l'anello è il prossimo passo, nulla di meglio di queste isole per indossarlo con orgoglio o prepararsi al fatidico passo.

Isole greche consigliate per ragazzi

Dove andare in Grecia a fare festa e baldoria? Alcool, musica a bombazza, zero ore di sonno, in spiaggia senza crema e scene che si ricorderanno per decenni nelle serate invernali al pub sotto casa. Sappiamo perfettamente di cosa parliamo, perchè è come se fosse ieri.  Anzi lo era. 

  • Rodi
  • Creta
  • Ios
  • e la inevitabile numero uno da scoprire leggendo la nostra classifica sulle isole greche per ragazzi, quelle dove la festa non finisce mai. 

Isole greche consigliate per la sabbia

Sapete benissimo che noi siamo genovesi: dalle nostre parti le spiagge sono solo o pietre o ciottoli, per cui se si cambia orizzonte uno prova sempre a farlo in meglio. Comunque, non abbiamo selezionato in base al fatto che siano sabbiose o meno, per noi la vita balneare è solo una parte dell’esperienza che vogliamo vivere durante una vacanza in Grecia. Lesbos, Paros, Lefkada, Iraklia hanno però tantissime spiagge morbide, bianche e fini: sono isole greche sabbiose che non possono deludere nessuno. Chios ha solo ciottoli e sassolini, metre Alonissos, Astypalea e Leros sono un gustoso e quanto mai variegato fritto misto.

Per adesso basta  parole e grazie di aver avuto la pazienza di leggere sino a qui. Ci farete contenti se deciderete di prenotare le vostre vacanze nei nostri alloggi, e sarà un modo per contribuire al nostro progetto. Ogni viaggio, nuove sensazioni, solo così potremo rendere Grecia Mia sempre più completa e appassionante!