Le Spiagge di Antipaxos

le spiagge di Antipaxos

Le migliori spiagge di Antipaxos si chiamano Vrika e Voutoumi e sono entrambe di sabbia. Sabbia bianca, fine, leggera come polvere e morbida come un cuscino.
L’acqua è cristallina, il fondale basso e ideale per far giocare i bambini e sono perfette anche per chi non sa nuotare. Queste spiagge sono insomma un vero incanto, in parole povere!
Sia Vrika che Voutoumi sono immerse in una scenografia stupenda: la baia é delimitata da un muro di roccia bianchissima, che si intreccia in stupende convessità, incappucciandosi in una bellissima e verdissima vegetazione tipicamente mediterranea, anzi asiatica, come se fossimo in una piccola Thailandia fatta in Grecia.
Sono collegate tra loro da un sentiero che si percorre in circa 30 minuti, che si snoda nel rigoglioso entroterra, accessibile a tutti.

 

le spiagge di AntipaxosQuesta è Vrika. Che sia il paradiso?

UN BAGNO A VRIKA E VOUTOUMI

Vrika Beach è la prima che si incontra arrivando con la barchetta, è la più vicina a Paxos e si trova proprio sulla punta più settentrionale dell’isola. Ha due taverne, un molo dove attraccare, ed è veramente molto accogliente.
Voutoumi si trova immediatamente dietro il promontorio che protegge Vrika, la si raggiungere con lo stesso taxi-boat in arrivo da Paxos, e se possibile è ancora più bella. Ancora più bianca e ancora più irreale. Forse è Voutoumi la spiaggia più bella di Grecia? Niente ansia da classifiche “alla Tripadvisor” però. Semplicemente, per noi è bello sapere di aver avuto la fortuna di poter godere, anche solo che per qualche ora, di un posto così meraviglioso.

ANCORA UN PAIO DI CALETTE

Il 90% di chi visita Antipaxos si limita a fare il bagno a Vrika e Voutoumi. Ma l’entroterra è percorso da molti sentieri, e con l’accortezza di avere delle scarpe da ginnastica nello zaino le opportunità aumentano! Sopra Voutoumi c’è un panoramico mulino, e dietro di esso una piccola spiaggetta sempre poco frequentata. Poi c’è il porticciolo ufficiale, da cui parte la strada che conduce al faro, molto bella tra rosmarino, cedri e mirto. Ogni tanto alcune deviazioni, sconnesse e pietrose, scendono ripide sino al mare. Perché non provarci?