Raggiungere Ai Stratis passando da Atene, Limnos o Kavala

come arrivare ad Agios Efstratios Grecia

I migliori punti di partenza per arrivare ad Agios Efstratios, questa micro e affascinante isoletta nord-egea sono i seguenti porti:
Lavrio, il terzo porto di Atene.
-L’isola di Limnos, il capoluogo amministrativo di Agios Efstratios.
Kavala, una città della terraferma greca, in Macedonia a circa 2 ore di autostrada da Salonicco.

CI SONO SOLO DUE NAVI PER ARRIVARE AD AGIOS EFSTRARIOS.

Ad Agios Efstratios fermano solamente 2 navi, sembrano poche ma in realtà garantiscono che l’isola sia collegata al mondo esterno praticamente ogni giorno.
La prima nave con cui fare conoscenza è il piccolo traghetto locale Aeolis, una vecchia ma robusta nave costruita in Norvegia nel 1967 e più volte rimodernata, che collega Agios Efstratios a Limnos tutti i giorni tranne la domenica. Questa nave tra l’altro è basata proprio ad Agios ed offre quindi un servizio pensato per gli isolani, in modo che possano sbrigare in giornata le loro commissioni a Limnos, e fare subito ritorno a casa.
C’è poi la nave per le rotte a lunga percorrenza, quella operata da Hellenic Seawyas, che include la piccola Agios Efstratios nella rotta tra Kavala e Lavrio, passando anche per Limnos 3 volte la settimana.

ATTERRARE AD ATENE

Ricapitolando: il modo più veloce di raggiungere Agios Efstratios dall’Italia è quello di volare ad Atene, da qui spostarsi a Lavrio e rilassarsi per le 8 ore di viaggio in traghetto. Questo permetterà anche di imbarcare un mezzo con sé. Oppure volare subito a Limnos con un cambio volo interno con Aegean Airlines e poi ultima tratta in traghetto.

ATTERRARE A SALONICCO

Agios Efstratios Grecia come arrivareAi Stratis al tramonto

Per chi non si faccia problemi a cambiare più mezzi, invece, buona idea è quella di volare a Salonicco, dato che generalmente i voli costano meno, e poi:
– Volare a Limnos con un volo interno e cambiare nave sino ad Agios Eftratios
– Prendere un bus di KTEL da Salonicco a Kavala (2h e 30 di percorrenza) e poi proseguire con la nave di Hellenic.
Sembra complicato, e un pochino lo è, ma nulla è gratis nella vita. Si tratta del prezzo da pagare per raggiungere questi piccoli, ultimi paradisi greci!