Carrello

Il carrello è vuoto

Subtotale
Acconto (30% del totale)
  • American Express
  • Apple Pay
  • Mastercard
  • PayPal
  • Visa
Cosa vedere ad Anafi

Cosa vedere ad Anafi

Cosa vedere ad Anafi: nella botte piccola…

Scopriremo in questa pagina cosa vedere ad Anafi e scopriremo che più di quello che uno potrebbe immaginare, in un'isoletta remota e poco conosciuta come questa. Ad Anafi c’è l’imbarazzo della scelta di panorami, bagnasciuga, e sensazioni e iconici monasteri. Come potrebbe essere altrimenti in un’isola così così autentica?

Anafi cosa vedere

Chora

A soli 10 minuti di bus dal porto, 3 km di una strada che si arrampica sul fianco della montagna tra un tornante e l’altro, Chora è l’unico villaggio abitato tutto l’anno da 270 moderni eremiti.
La chora di Anafi è talmente bella che sembra dipinta su qualche tela oppure uscito da chissà quale documentario di National Geographic. Per noi è forse uno dei centri storici più fotografici di tutte le Isole Cicladi, perfettamente imbiancata, con i sui vicoletti da dove si adocchia il mare e dove si passeggia sulla calce così bianca da abbacinare lo sguardo.

Ogni tanto si affaccia qui e là una sparuta pensioncina, un tot di negozi e appare un bar, sempre con una vista mozzafiato sul mare sottostante. Chora, costruita su un eccezionale balcone naturale sul mare sottostante, si esplora in orizzontale: spalle al Kastro, il gruppo di case più antiche, si è direttamente proiettati su un mare limitato solo dall’orizzonte.

La nostra scelta di hotel ad Anafi

Alla chora di Anafi non troveremo nessuna macchina, e un'architettura tipica che qui si esprime in una miriade di piccole case con il tetto a semibotte: più economiche da costruire, e in più antisismiche. Il bianco domina, ovviamente. Il vento si intrufola tra i vicoli, la fermata dell’autobus è il luogo più ventoso conosca: attenzione a guidare il motorino, l’asfalto è liscio e guidare controvento non è uno scherzo. Ogni pochi passi, spunta fuori un antico forno circolare, di cui tanti sono usati anche oggi per fare il pane.

l bello di passeggiare per la chora di Anafi è che i locali li vedi, non sono chissà dove nascosti: le porte sono aperte, si vedono tv che raccontano della crisi e donne fare le pulizie, e uomini che le aiutano e magari ti fermano per bere insieme un raki.

L’inverno è duro, ad Anafi. Buio, e freddo, e solitudine. Bisogna avere una grande famiglia per resistere, e caricare la batteria prima della stagione turistica. Ma il legame con l’isola è forte e se negli anni sono stati tantissimi ad aver cercato la fortuna oltreoceano, adesso tutti cercano di rimanere. Magari creando delle eccellenze in cucina, come Margarita Kalogeropoulou.

Anafi cosa vedere

Agios Nikolaos

Bisogna invece scendere in riva al mare per prelevare dal bancomat. Chi è affamato troverà ad Agios Nikòlaos come è anche chiamato il porto anche un paio di taverne dove sfidare l’appetito.

Sicuramente il porto di Anafi, con le sue case costruite proprio sotto una roccia, è decadente e pittoresco, demodè e marinaro. Un amore totale.
Qualche barca da pesca, qualche rete stesa ad asciugare sul lungomare, pescatori che massaggiano i polipi per renderne tenera la carne per la cena. Questa è la scena che si ripete da anni immemori. Il molo grande, dove attraccano i traghetti, sembra lontano e deserto.

noleggio scooter Anafi

Il monastero di Zoodochos Pigi

Il monastero di Zoodochos Pigi è la più classica delle cose da vedere ad Anafi. Si trova alla fine della strada asfaltata, perso nel niente ma vicino al tutto. Va scoperto con rispetto, magari facendo due parole con chi gestisce il piccolo negozietto e facendo due passi nel piccolo chiostro. A poca distanza c'è anche un sito archeologico, tutto da vedere e con una fanstastica vista. Il bello poi è che è anche vicinissimo alla spiaggia di Monastiri (appunto, la spiaggia del monastero) per cui sarà facilissimo mescolare sacro e profano!

Cosa fare ad Anafi

Monastero di Kalamiotissa

Il monastero della vergine di Kalamiotissa, costruito in epoche diverse tra il 1600 e il 1715, è uno dei più incredibili di tutta la Grecia, "arrampicato" com'è su una vertiginosa montagna (il monte Kalamos) che domina l'Egeo. Si raggiunge con un buon sentiero segnalato (no infradito!!) in partenza dal monastero di Zoodochos Pigi2, con un dislivello dall'inizio al monastero di quasi 400 metri e un tempo di salita di circa 1 ora. Inutile a dirsi che il panorama è incredibile - non adatto a chi soffre di vertigini - specie all'alba e al tramonto. Secondo la tradizione locale, il monastero si chiama così perché un'icona della Vergine Maria è stata trovata appesa a una canna ('kalami' in greco) su una roccia nelle vicinanze.

L'antica città di Kastelli

L'antica città di Anafi si chiama Kastelli e si trova nell'entroterra dell'isola, su una deviazione dalla strada principale poco dopo la spiaggia di Roukounas. Pare che Kastelli sia stata fondata già nel 800 a.C. e si trova in alto, con una splendida vista. Merita un salto a visitarla per scoprire le sue mura, vedere una notevole cisterna dove veniva immagazzinata l'acqua, oltre a varie tombe. Come sempre in Grecia manca la cartellonistica, per cui è necessario informarsi prima di raggiungerla, per potersi godere la scoperta al meglio.

I forni e la diga

I forni di Anafi, vicino alla spiaggia di Roukounas, sono due enormi fornaci risalenti ad almeno 100 anni fa. Venivano utilizzate per cuocere il pane per tutti gli isolani e vicino ci sono delle stanze di servizio. In generale è una delle cose da vedere ad Anafi più inaspettate ed inconsuete che si possano vedere sull'isola, molto utile per capire com'era la quotidianità ai tempi dei nostri trisnonni!

In zona c'è anche la riserva d'acqua, una dga artificiale preziosissima per gli anafioti: può essere interessante raggiungerla (sempre zona Roukounas) per capire quanta acqua piovana porti l'inverno ad Anafi e quanto sia difficile mantenerla sino alla fine dell'estate.

Anafi cosa fare

Fare trekking

Tra le cose da fare ad Anafi non può mancare l'hiking. Chi ama camminare, e non ha paura di un’impegnativa salita sotto il solleone, potrà decidere di raggiungere Chora dal porto a piedi, il sentiero è segnalato e ben tenuto; passeggiata che dà ancora più soddisfazione è quella che conduce alla vicina spiaggia di Klissidi e successivamente a quella di Katsouni.

Molto interessante è il trail che sale a Viglia, a 581 metri slm, la cima più alta di tutta Anafi, a circa 1 ora di camminata dal centro di Chora, un luogo lunare e dove la solitudine regna sovrana ed assoluta!

Anafi Grecia

Godere della vista

Una delle cose da fare ad Anafi, si sarà capito, è senza dubbio il godere dei suoi panorami, perdersi nella bianchissima Chora, cercare con passo lento le più belle spiagge sul lato sud dell’isola: in fondo non si può sbagliare. In armonia: amiamo come questo ad Anafi sia ancora, squisitamente, possibile. La conta dei luoghi in cui questo è ancora possibile si restringe sempre più, fortunato chi si voglia regalare l’opportunità di respirare così piano.