Sabbia, lunghi litorali e colorati ombrelloni

Non siamo ingenuità sappiamo che se Kos è turisticamente diventata quello che è, è tutto merito delle sue spiagge. Sabbia, sabbia e ancora sabbia. Mare cristallino e litorali aperti e spaziosi. Appunto quello si vuole quando si prenota una vacanza in Grecia. Vediamo insieme quello che Kos ha da offrire al bagnante, vera e propria divinità e maledizione di tutte le isole greche.

Lambi è di solito la prima spiaggia di cui si fa conoscenza.
A breve distanza dal centro della città, questa è anche una delle più famose spiagge organizzate con 1 km di spiaggia, tutta di sabbia, ca va sans dire.  Offre acqua cristallina (è premiata con la bandiera blu), e tutte le scelte possibili di intrattenimento, e bar sulla spiaggia, servizi di beach volley una pletora di taverne.

Sapendo cercare, anche chi rifugge la massa come noi avrà le sue dovute soddisfazioni i suoi piccoli angoli di paradiso, che non faranno rimpiangere la decisione di essersi fermati proprio a Kos. Magari a Kefalos, proprio con Paradise Beach che si sviluppa in 6 chilometri, con acque cristalline e alberi di cedro che quasi raggiungono il mare. Scenografica e organizzata,  è popolarissima ed a ragion veduta.

Le parti nord e sudovest di Kos sono quelle che contano sul serio quando si parla di spiagge. Non sono niente male anche quelle vicine a Kos città, come Platanas, ma ovviamente non possono reggere il passo con quelle più remote e isolate.
Camel Beach è la mia preferita. La sabbia è fine, le scogliere sui due lati la rendono varia e adatta a immersioni, e il fondale è morbido e delicato. Il cartello stradale che indica un cammello non la renderà troppo difficile da individuare!

 

“Sabbiose trasparenze”

 

Agios Theologos. Questa spiaggia si trova nel punto più meridionale di Kos. È sullo stesso altissimo livello di Camel Beach, unico peccato si trovi lontano dal centro, e che sia molto esposta alle condizioni del vento e del mare, cosa che però la rende molto adatta per il surf. Da non perdere un pranzo alla sua taverna.
Tigaki, a 10 km dal centro, è una popolare località turistica, la cui spiaggia è probabilmente la più gettonata dagli abitanti dell’isola: l’acqua è una gemma turchese ed è relativamente poco affollata. Consigliata.

Magic Beach (chiamata anche Polemi o Exotic Beach) è la spiaggia più orientale in questa zona e la prima spiaggia che si incontra lungo la strada che dall’aeroporto porta a Kefalos. Magic Beach è parzialmente organizzata con lettini e ombrelloni, ma ha anche spazio per i naturisti. Più avanti la spiaggia assume il nome di Psilos Gremos o Sunny Beach e può essere raggiunto dalla strada tramite un’uscita separata, ma in realtà, è proprio lo stesso tratto di sabbia. A Sunny Beach c’è una taverna, un po’ più in alto, circa 200 metri dalla spiaggia. Anche su questa spiaggia c’è spazio per togliere il costume. Ma soprattutto è  una spiaggia ampia e sabbiosa ed è facile andare in acqua.

E poi c’è la spiaggia di Therma, situata a 13km dalla città di Kos, che offrirà un’esperienza di una vera spa in un paesaggio selvaggio di una bellezza unica. Immergersi nelle acque termali, con una temperatura di 30-50 gradi Celsius, presso il piccolo lago  formato di fronte alla spiaggia e godere di un’esperienza indimenticabile!

 

le spiagge di KosLa spiaggia di Kardamena