Si va a Kos attraversando le nuvole

Servono poche parole, perché l’alternativa migliore per arrivare a Kos è senza dubbio quella di salire su un aereo. Un volo e via, passa la paura, direbbe Katerina. Kos ha molti voli diretti da e per l’Italia, anche se un pò meno negli ultimi anni dato che si sente la mancanza di uno dei player più importanti del settore, Ryanair.
Tutte le più importanti città italiane sono comunque rappresentate: Milano, Venezia, Bologna, Pisa, Roma, Napoli, Bari, sono tutte coperte. Lasciamo la caccia aperta sul vostro motore di ricerca preferito, magari pensando anche al cambio ad Atene con conseguente volo interno.

come arrivare a Kos

I TRAGHETTI PER ARRIVARE A KOS

Diamo adesso uno sguardo alle varie opportunità che si aprono via traghetto per raggiungere Kos. L’isola è importante da questo punto di vista, perchè è il vero “hub” navale del Dodecaneso e da qui si può partire un pò per tutte le altre isole dell’arcipelago, comprese Lipsi e Patmos.
Kos è talmente grande che ha 3 porti diversi, da ognuno dei quali è possibile raggiungere isole differenti, con navi differenti, ad orari differenti. Proviamo a fare chiarezza, andando in ordine di importanza. Di tutti i traghetti indicati in questa pagina, potrete acquistare i biglietti e controllare gli orari esatti sempre aggiornati cliccando sul banner qui sotto:

 

traghetti Kos

1: Ecco le navi che partono da Kos città

Kos Città è come ovvio il porto principale dell’isola. Da qui, per fortuna, partono la quasi totalità delle navi, comprese quelle per Bodrum, la vecchia Alicarnasso della Turchia e tutti i caicchi che portano in escursione giornaliera nei vari isolotti e spiagge delle vicinanze.
La città è lontana dall’aeroporto, ad oltre mezz’ora e circa €30 di taxi, per cui consigliamo di fare attenzione a non avere troppa fretta di partire con la nave verso l’isoletta del cuore. In coincidenza con tutti i voli maggiori, dal piazzale dell’aeroporto viaggia sempre anche il bus locale che prima di arrivare in città effettua fermata anche a Mastichari e tutte le località balneari che si incontrano sulla strada. Il molo di partenza dei traghetti, una volta in centro a Kos città, è facilissimo da trovare: è proprio sul retro del lungomare, oltre le possenti mura che dominano la scena.

    • La lunga percorrenza è gestita da Blue Star Ferries.
      Per arrivare a Kos da Atene, e dalle altre isole maggiori come Rodi e Santorini, sono gestite da un’unica compagnia di navigazione: Blue Star Ferries. La quale inserisce Kos su due-tre rotte diverse, sempre notturne, passando sopratutto anche per le Cicladi. Blue Star Ferries è infatti anche l’unica che collega Kos a Santorini, Syros e Amorgos, a volte in piena notte, a volte la sera tardi. Una volte la settimana c’è anche la possibilità di raggiungere le isole più lontane e remote del Dodecaneso: Astypalea, e Karpathos, Kastellorizo, ma anche la bella Samos, appena una fermata più in là, nel grandioso arcipelago delle isole dell'Egeo Nord Orientale.
    • Il catamarano di Dodekanisos Seaways copre tutto il resto del Dodecaneso.
      I veloci Catamarani di Dodekanisos Seaways hanno in Kos un loro snodo importantissimo. Intanto sono il mezzo più veloce per raggiungere la parte nord del Dodecaneso, ossia Patmos e Lipsi, ma anche Leros e Kalymnos e Samos (Pythagorion), passando alcuni giorni la settimana per Ikaria e le Isole Fourni. La realtà include anche la piccola e deliziosa Agathonissi, certo non tutti i giorni. E Dodekanesos Seaways pensa anche alla parte sud, ovviamente! Con il catamarano si va a Nisyros, Tilos, Chalki e Rodi.Non basta; si possono raggiungere anche altre isole a cui pochi pensano, nel Nord Egeo: penso alle poco turistiche isole Fourni, Ikaria e Samos! Potrete scoprire tutte queste isole conoscendole nella nostra pagina riassuntiva su tutto il Dodecaneso.

2: Il porto di Mastichari: si va a Kalymnos e Pserimos


Mastichari è il secondo porticciolo di Kos, sulla costa nord.È piuttosto importante per una serie di motivi: intanto perchè è molto vicino all’aeroporto, solo 4km, e poi perchè si trova proprio di fronte al capoluogo di Kalymnos, Pothia. Per questa ragione, consigliamo sempre a tutti quelli diretti a Kalymnos di prendere la nave qui, senza muoversi nella direzione opposta verso Kos città, da dove partono meno navi per Kalymnos (e più care), senza pensare al tempo di percorrenza, che diventa automaticamente il doppio. Il servizio di navetta che collega Mastichari a Kalymnos spesso effettua fermata anche a Pserimos, piccola isola molto interessante, ancora poco fuori dal circuito turistico se non si contano le gite giornaliere da Kos città.

3: Da Kardamena si va Nisyros

Kardamena è il regno dell’Inghilterra, del charter e dei pacchetti preconfezionati. Ma non solo, è anche un porticciolo con un discreto fascino lungo la sua spiaggia, ovviamente sabbiosa, e il porto di partenza sia invernale che estivo per la fronteggiante isola di Nisyros.
Da Kardamena partono infatti numerose gite di giornata, che includono anche la visita allo spettacolare vulcano attivo, ed è base della nave locale usata da tutti gli abitanti di Nisyros, la Panagia Spiliani. Questa viaggia da Nisyros tutti i giorni con orari che permettono di visitare Kos in giornata, una volte la settimana evita Kardamena e si spinge sino a Kos Città.