Pochi voli ma buoni

Chios è isola da raggiungere in aereo, potendo. Per precisione dall’Italia con cambio ad Atene oppure a Salonicco, sia con Aegean che con Olympic Air con alcune piccole compagnie greche, come SkyExpress e Astra Airlines.
Ogni estate spunta sempre anche qualche charter dal NordEuropa, ma Chios non sarà mai isola per le masse, quanto per veri amatori della Grecia!

Uno sguardo ai traghetti

Via mare, invece, le ore dal Pireo sono circa 9, oppure meno di 3 se si sceglie di arrivare e partire per Samos, l’isola più vicina, 3 volte la settimana.
Per arrivare in traghetto a Chios sono quindi due le compagnie di navigazione di riferimento: Hellenic Seawyas e Blue Star Ferries. Entrambe si spingono fino ad Atene (Pireo) e sino al nord della Grecia (Salonicco e Kavala), passando per Lesbos, Samos e Ikaria, su sino a Limnos.
Una terza, piccolissima compagnia locale gestisce la nave che ha i collegamenti con la vicina isola di Psara, e una quarta fa lo stesso con l’altra “succursale” di Chios, Oinousses.

Trasporti Locali: muoversi a Chios

Grandi dimensioni, tanto da vedere, da fare, da scoprire. Paesini sempre nuovi, spiagge incontaminate e una linea dio costa sempre varia che è un piacere per gli occhi. Chios è isola da visitare in macchina. Troppi km per raccomandare lo scooter, e anche per il quad.

MEZZI PUBBLICI

Nessun problema comunque nel caso si decidesse viaggiare per Chios con i mezzi pubblici, che sono puntuali e capillari con corse anche verso i villaggi più remoti. A questo link il sito di Ktel Chios che gestisce tutti i bus.