Un piccolo battello da Corfù

Per arrivare a Paxos non c’è altro mezzo che la barca. Paxos è troppo piccola per avere un proprio aeroporto, e allora non c’è soluzione più veloce che scegliere un volo per Corfù, e da qui proseguire successivamente in traghetto. A Corfù il porto e l'aeroporto sono molto vicini (nemmeno 3km) e questo aiuta in caso di coincidenze serrate. Comodo anche che la distanza in mare non sia troppo eccessiva: Corfù città e Paxos sono divise da circa 30 miglia nautiche il che si traduce in una piccola traversata di circa 1 ora e mezza. Sempre a seconda della nave prescelta e disponibile, l'aliscafi impiega infatti la metà delle altre navi.
Un pò di link per sapere quali compagnie corrono sulla tratta:
Kamelia Lines
Ionion Lines
*Sui traghetti di Ionion Lines potrete imbarcare un’auto, sui Kamelia Lines no.
Poi c’è un terzo mezzo, il mezzo, l’idrovolante ILIDA II. Ma la compagnia non ha un sito in cui mostra gli orari se non la propria pagina Facebook. Per chi fosse connesso al social blu, basta controllare qui.
Non esistono invece collegamenti diretti tra il secondo porto di Corfù, Lefkimmi, e Paxos. Seppure più vicini tra loro, non c’è modo di spostarsi tra questi due porti. Lefkimmi ha invece ottime connessioni con Igoumenitsa e la terraferma.

ARRIVARE A PAXOS DA IGOUMENITSA E PARGA

Paxos, tra le altre località e città della Grecia che non siano Corfù, è collegata solamente a Igoumenitsa e Parga, quest’ultima solo in estate e per fortuna tutti i giorni, una sola volta al giorno.
Da Igoumenitsa si potrà scegliere tra la corsa della mattina e quella del tardo pomeriggio, entrambe in grado di caricare auto con sé. I biglietti non si acquistano in prevendita, solo sul posto, e e gli orari dettagliati possono essere trovati qui.
Per Parga invece le cose si fanno più complicate, perché la nave che collega Paxos a Paga viaggia solo in estate ed è più un caicco per turisti che un regolare servizio di linea. Parte da Parga ogni mattina e fa ritorno nel tardo pomeriggio, ma gli orari non sono mai pubblicati su internet e cambiano spesso, tanto che vale la pena verificare questa possibilità solo una volta sul posto.

Dall’Italia si può arrivare a Paxos via Otranto

Quella dell’aliscafo da Otranto è la soluzione più comoda veloce per arrivare a Paxos dall’Italia senza dover cambiare nessun traghetto. La corsa si effettua 4 volte la settimana, e ha un tempo di percorrenza di meno di ore, ed effettua una fermata anche a Corfù. Sul nostro blog più info, anche su come riservare i biglietti. Un collegamento ideale anche perché prevede la partenza dalla Puglia nel tardo pomeriggio, con un rientro mattutino in Italia, in modo da lasciare spazio anche per eventuali coincidenze per il Nord dall’aeroporto di Brindisi.
A proposito di Brindisi, da qui parte anche il secondo collegamento diretto per Paxos. La compagnia di navigazione Red Star Ferries ha infatti una corsa (che si effettua dal 18/07 al 30/08) con il traghetto RED STAR 1, meno veloce ma che può imbarcare anche la vostra auto. Ma siamo sicuri che non si voglia poi prolungare la vacanza in Salento?

 

*Aggiornamento estate 2019. Questa corsa è stata soppressa per l’estate 2018, le autorità portuali di Otranto sono già in trattativa per la riattivazione, appuntamento per l’estate 2019!