In aereo, no?

come arrivare a Mykonos

Mykonos è una destinazione turistica tra le più importanti in Europa, e il suo aeroporto ne è la dimostrazione. Anche troppo.. Il cielo è sempre occupato, il rombo dei motori è sempore ben presente nelle orecchie. Ma anche questo fa parte del “gioco” Mykonos.
Prenotando in anticipo, la stragrande maggioranza delle varie strutture alberghiere sarà ad attendervi già in aeroporto per accompagnarvi in camera. Quello di Mykonos è un aeroporto minimale, e neanche troppo bene organizzato, ma molto comodo per il centro. Ha un bancomat, un bar, e la fermata del bus si trova uscendo sulla destra. Gli orari sono segnalati approssimativamente, generalmente non si aspetta mai più di 1 ora.
Il taxi è però l’opzione principe, quella che usano praticamente tutti, e costa €15 per arrivare fino in pieno centro città, qualche euro in più per raggiungere il porto di Tourlos.
Lungo tutta la strada che conduce a Mykonos città ci sono attività di ogni tipo.

Sono molte, se non tutte, le compagnie che offrono il volo diretto per Mykonos dai vari aeroporti italiani.

Milano, Verona, Venezia, Roma, Napoli, Bari, Palermo, Catania, sono tutte coperte!
Rotte, orari, tariffe sono in continua evoluzione e il loro monitoraggio va oltre quello che un progetto come Grecia Mia può seguire di pari passo.

 

traghetti MykonosIl porto a Tourlos, Mykonos

Diamo un’occhiata ai traghetti

Se siete diretti in qualche isola delle Cicladi, è molto probabile che sceglierete di atterrare a Mykonos.
Per fortuna, essendo un’isola così importante, oltre a quelli aerei Mykonos non si fa certo mancare tanti collegamenti navali, per raggiungere l’isola greca dei vostri sogni, sia le più grandi che le più piccole.
L’unica aerea scoperta è il Dodecaneso, così lontano, ma in quel caso dovrebbero essere Kos e Rodi i vostri aeroporti di riferimento.

 

traghetti Mykonos

RAFINA

Un consiglio, per chi atterra in aeroporto ad Atene e non ha voglia di infilarsi nel traffico cittadino della capitale, il porto di Rafina è quello migliore per arrivare a Mykonos, dove partono anche le corse più economiche.

Mykonos ha due porti

Una volta arrivati a Mykonos è indispensabile sapere che ci sono due porti separati: quello in pieno centro, nella città vecchia, da cui partono gli aliscafi e i traghetti piccoli e veloci in genere, come ad esempio il Sea Jets per Koufonissi.
Quello più grande invece (che si chiama Tourlos) si trova leggermente fuori città e accoglie oltre che le navi da crociera anche i traghetti tradizionali che possono imbarcare anche le autovetture, ad esempio Blue Star Ferries e le navi per Andros e Tinos, e che dista una ventina di minuti a piedi dalla fine del lungomare principale dell’isola, o se volete 10 minuti di taxi dall’aeroporto.

Trasporti locali sull’isola

Talmente orientata al turismo com’è, Mykonos ha una buona rete di trasporti pubblici, che coprono le principali spiagge e i centri abitati fondamentali. Il sito sul quale controllare la mappa, orari e tariffe dei trasporti pubblici dell’isola è quello di KTEL Mykonos. Come si vede le distanze sono davvero contenute.
Per chi sbarca a Mykonos in attesa solo di un altro traghetto, interessantissimo il servizio offerto dal primo bar / agenzia sul lungomare davanti al molo per aliscafi (porto vecchio), che si offre di tenere le vostre valigie al prezzo di €1 per l’intera giornata. E ha connessione wifi.

come muoversi a Mykonos

Leggi anche: Come raggiungere il porto di Mykonos dall’aeroporto in questa pagina!