Un microcosmo isolato e pieno di salsedine

Karpathos Diafani

Sono cinque i chilometri separano Olympos – qui la nostra pagina a lei dedicata– dal secondo, minuscolo porto dell’isola di Karpathos, Diafani. È bello percorrerli. Si scenderà, tra tornanti e curve, per una valle piena di luce che scende invitante sino al mare. E alla fine appare questo paesino, che si palesa da subito greco sino al midollo, la sua chiesa ortodossa dalla cupola granata, le sue case bianche disordinate eppure compatte quasi da voler fare muraglia contro le onde. È un amabile deja-vu provato sulla pelle tante altre volte in Grecia. Qualcuno è stato a Creta? Ecco, Diafani per noi assomiglia tantissimo ad Agia Roumeli, il microscopico villaggio al termine della Gola di Samaria. Oppure per i più esperti di Cicladi, la sensazione è un pò quella di ritrovarsi a Panormos, Tinos. Una bella sensazione, sia chiaro.

i villaggi di Karpathos Diafani
Diafani è tutta qui

DIAFANI, COME SECONDO LA TRECCANI

Che infatti Diafani ci piaccia da matti, non deve essere un mistero. Facciamo completamento il significato che proviene diretto dall’etimologia del suo nome, che viene fatto risalire alla parola “diafano”. Così racconta l’Enciclopedia Treccani: dïàfano agg. [dal gr. διαϕανής, der. di διαϕαίνω «lasciar trasparire», comp. di διά«attraverso» e ϕαίνω «mostrare»]. – In fisica, di corpo parzialmente trasparente, tale che guardando un oggetto attraverso di esso si vedano soltanto i contorni. Con sign. più generico, fuori dell’uso tecnico, trasparente, terso, limpido, riferito soprattutto all’aria e al cielo: un’atmosfera d.; Giù pei cieli d. e tranquilli (Pascoli); o tenue, pallido, riferito a luce o colore: la luce d. dell’alba; un d. chiarore lunare; i colori d. dell’autunno inoltrato. In senso fig., letter., riferito alla persona o a parti di essa, esile, di aspetto delicato e di colorito pallido, quasi alabastrino: un volto d.; mani d.; una figura d., eterea; occhi diafaniSotto il manto ondeggiante delle chiome (Onofri).”
Bello che per una una volta le cose siano così semplici, lineari. È così, per davvero: il mare, sulla spiaggia del paese, assume queste tonalità incredibili che solo tuffandocisi di persona lo si capisce. Quella di cui si gode passeggiando sul minuscolo lungomare di Diafani è una visione cristallina, limpida, euforica , e io e Katerina non ne abbiamo mai a basta.

il villaggio di Diafani Karpathos
La spiaggia
visitare Diafani Karpathos
Il molo

DIAFANI NON È CERTO PER TUTTI

In realtà, questo è solo un piccolo abitato che si esprime in toto su una piazzetta proprio dietro la spiaggia, due panchine (le più fotografate di tutta la Grecia!) alcune taverne e nient’altro. Negozi, shopping serale, facilità di raggiungere tutte le altre spiagge di Karpathos – scoprile qui – , no grazie. Quel ruolo lo lasciamo volentieri a Pigadia. Per molti, Diafani sarà finita in due minuti. Sappiamo però che per molti altri (noi compresi) il bello inizia proprio qui. Il bello si materializza nella pace che solo le isole greche sanno regalarci. Nella possibilità di stare bene tra di noi senza intermediari tra le scatole, e nel fare due chiacchiere dopo mangiato in riva al mare. Oppure quel sentirsi protetti dalle tenebre quando scende la sera, senza traffico, senza schiamazzi e senza motorini. È magico non avere niente da fare e sentirsi sollevati che sia così con buona coscienza, senza la pressione di dover sempre vedere cose nuove e dover completare la checklist del perfetto turista. Se poi vi piace fare trekking (ne vedremo nel paragrafo più sotto), siete a cavallo. Ora, sperando di avervi convinto, possiamo passare alle info pratiche.

COME RAGGIUNGERE DIAFANI IN MACCHINA

Diafani è isolata, non c’è che dire. Si trova lontanissima da tutto dalle altre località di Karpathos, Olympos esclusa. E come la macchina non ce n’è. A proposito, per info, prezzi, e possibilità di noleggiare una macchina a Karpathos cliccate qui. Dicevamo che il villaggio è remoto, e dimostrazione lo è che ci vogliono quasi due ore (70km) di strada ben asfaltata ma tutta piena di curve per spostarsi tra il paese e l’aeroporto. Sono circa €80 di taxi, se qualcuno si domandasse.
Anche tra Pigadia e Diafani la distanza non è mica noccioline. Si tratta di percorrere 50km esatti e circa 1 ora e un quarto di strada, la stessa che collega Pigadia a Olympos.
Insomma, beato isolamento. Un guscio di mare, tranquillità e grecità. 

cosa vedere a Diafani KarpathosSaluti ellenici e felici

FERRY E CAICCHI PER DIAFANI

Senza macchina, volendo, si può arrivare a Diafani anche in nave. Un primo modo è quello di scegliere l’escursione giornaliera da Pigadia, che ha partenza la mattina ritorno ad orario aperitivo. Questo però lascia poco tempo esclusivo da dedicare a Diafani, perché la gita prosegue sempre sino all’isola di Saria e si fanno soste anche alle spiagge di Kyra Panagia, Achata e Apella.
Meglio allora, ma solo 2-3 volte la settimana, usare la nave passeggeri dal tragitto più lungo di tutta la Grecia. Si ferma infatti a Diafani una nave proveniente da Chalki e Rodi e diretta a Creta, Santorini e Atene. Si chiama Prevelis, e qui ne potrete consultare gli orari e acquistare i biglietti.

COM’È ARRIVARE A DIAFANI ANCHE IN BUS?

Ma certo, anzi meglio che in traghetto. Con una sola avvertenza: non è possibile farlo tutti i giorni! Le linee degli autobus di Karpathos non sono così sviluppate ed evolute e le frequenze sono ancora davvero all’acqua di rose; il bus sembra quasi non voler disturbare il beato isolamento di Diafani. Per approfondire, ne abbiamo parlato più in dettaglio nella nostra sezione su come muoversi a Karpathos, dove si troveranno anche gli orari nel dettaglio di partenza da Pigadia.

cosa fare a Diafani KarpathosIl centro di Diafani è tutto qui

LA SPIAGGIA DI DIAFANI.

Visto che Diafani è come se fosse la fine del mondo, una piacevolissima fine del mondo, vediamo cosa significa rintanarsi quassù e fare la vita del calamaro, che poi è quello che conta sul serio. Il mare è di qualità e sebbene la spiaggia principale del paese non sia di sabbia, poco male. Sono ciottoli grossolani, piatti, comodi per l’asciugamano per non far volare via l’ombrellone. La spiaggia è piccola ( si estende per circa 400 metri) e stretta, ma per fortuna la si trova quasi sempre poco affollata. È, possiamo definirla… proporzionata. La spiaggia di Diafani è super gradevole specie al mattino e la sera, quando i gitanti di giornata e le tavolate delle varie taverne hanno fatto ritorno a casa, e tutta Diafani si crogiola nella sua addormentata quiete. Oltre il villaggio, sul lato nord, la spiaggia diventa ancora più tranquilla e selvaggia, stretta tra un’acqua da favola e la scogliera. La si trova facilmente cercando il campo da calcio. Sul lato opposto c’è una seconda scogliera, e una seconda spiaggia non attrezzata e ancora più tranquilla, dall’acqua pulita e serena, perché protetta da un minuscolo promontorio. 

Diafani KarpathosIl bellissimo lungomare e la spiaggia del paese

E QUELLE PIÙ VICINE

  • Papa Nero beach

Con un quad (conviene affittarlo a Pigadia e farselo recapitare qui) si può percorrere lo sterrato che scende sino alla spiaggia di Papa Nero, un vero spettacolo di natura incontaminata e silenzio. Divertenti gli omini di pietra sul reto della spiaggia.

  • Vananda beach

A nord dell’abitato, invece, è veramente d’obbligo percorrere la strada (sempre sterrata, ma molto semplice e adatta a tutti, lunga nemmeno 3km) che porta a Vananda Beach. Questa è probabilmente la migliore spiaggia di tutto il circondario. Non è attrezzata, ha acqua alle sue spalle, e il colore è manco a dirlo stellare. In più non è molto conosciuta, una garanzia di pace e tranquillità.

In definitiva, Diafani a livello di spiagge non è certamente Naxos – per capirci queste sono le sue spiagge – ma chissenefrega. Qui ci si arrostisce al sole meglio che a Naxos e con più lentezza di Naxos. E poi il tuffetto sarà sempre in “chiare, fresche dolci acque”: anzi, diafane, cosa sennò.

DIAFANI È PERFETTA PER CONOSCERE L’ISOLA DI SARIA

Questa è l’escursione principe. Ci sono un paio di caicchi che partono tutte le mattine in gita sino all’isola di Saria, all’estremo nord di Karpathos. Una gita che può essere fatta anche in partenza da Pigadia, ma che da qui sarà molto più gratificante. Essendo Saria molto più vicina a Diafani rispetto al capoluogo, si passerà in barca e la giornata diventerà decisamente più vacanziera e meno stressante. Funziona così. Si parte la mattina intorno alle 10, e la gita alterna, oltre all’isola disabitata di Saria, alcune spiagge di Karpathos non raggiungibili da terra, e Tristomo, di cui abbiamo raccontato meglio nei luoghi di interesse a Karpathos. All’ora di pranzo, poi, ci si ferma su una spiaggia e il capitano si mette all’opera sul barbecue a cucinare per tutti! Dopo mangiato e dopo un pò di riposo, si riparte nel pomeriggio per altre spiagge, per poi tornare al porto di Diafani intorno alle 18. Il prezzo, l’ultima volta che io e Katerina siamo stati a Karpathos, era poco più di €30 pranzo compreso.

 

cosa fare e vedere a Diafani
Scrutando l'orizzonte

DIAFANI È UN PARADISO PER IL TREKKING

Diafani non è solo mare. Anno dopo anno, nelle stagioni meno calde, il paesino attrae una piccola ma fedele comunità di appassionati di trekking. Karpathos è infatti un’isola che offre opportunità meravigliose per gli escursionisti e questo è specialmente vero nel nord dell’isola. Intorno al paese ci sono delle camminate di particolare interesse, e si potrà arrivare a piedi ad Olympos, Avlona, Saria, Tristomo, e molto altro ancora.
I sentieri sono molti, sempre segnalati, e le passeggiate vanno da facili gite di un paio d’ore verso le baie più vicine come Papa Nero o Vananda, a escursioni più toste come quelle che permettono di salire sulle varie cime della zona. Sarà in ogni caso sempre facile poi tornare alla base la sera, pronti per una doccia e sopratutto per mettere le gambe sotto il tavolo.

ROOMS, HOTEL E STUDIOS A DIAFANI

È romantico avere una propria piccola stanzetta a Diafani, magari proprio sulle onde! Abitare in questo piccolo paese di mare sarà una parte integrante della vostra vacanza a Karpathos. Vista l’estensione dell’isola, a meno di non essere aficionados del posto (c’è il rischio di diventarlo…) non ci sarà bisogno di fermarsi quassù per tutta la durata della vacanza. Però tre o quattro notti, magari alla fine della permanenza, potrebbero dare veramente un valore aggiunto notevole all’esperienza-Karpathos che ci sarete costruiti.
Tramite Grecia Mia potrete prenotare le seguenti strutture, che si trovano sempre nel paese, a distanza di nemmeno dieci passi dal lungomare. Ricordiamo che a Diafani non serve mai la macchina e sarà fantastico avere tutto a portata nel raggio di un centinaio di metri. Per conoscere invece tutte le nostre altre proposte di accommodation sull’isola,, basterà dare un’occhiata alla pagina in cui riassumiamo tutti i nostri hotel a Karpathos.