Raccontare come sono le spiagge di Santorini..

..Merita davvero uno sforzo a sè. Preparatevi a leggere una pagina piuttosto lunga, perchè da raccontare ne abbiamo tanto e l’idea è quella di creare lo spazio più esaustivo che si trovi ad oggi in rete sull’argomento.
Santorini non è propriamente l’isola caraibica dalle spiagge bianche, fondale basso e noci di cocco appeso alla palma dietro l’ombrellone. In fin dei conti siamo su un vulcano, e a dominare sono le spiagge nere di sabbia lavica, che hanno contribuito a formare un ambiente naturale unico al mondo.

 

le spiagge di Santorini

 

le spiagge consigliate di SantoriniLe spiagge con bandiere blu

LATO CALDERA E LATO OPPOSTO

Vista la particolare conformazione fisica di Santorini, tutto il lato “interno” quello per intenderci dove si trovano Fira, Imerovigli, Firostefani e Oia non presenta alcuna spiaggia. Qui è tutto un precipitare. Questo è il lato caldera e per fortuna che esiste anche il suo lato opposto. Dove si trovano un’infinità di spiagge, quasi tutte attrezzate (ma ci sono km e km di spiagge libere dal facile accesso per tutti), affollate, eppure anche incontaminate e segrete. Nel “lato opposto” il mare si prende la sua rivincita e sarà in grado di accontentare ognuno di noi. Tutti possono essere rappresentati e tutti potranno trovare una propria preferita tra le spiagge di Santorini. Si, si, anche quelli con la puzza sotto il naso che non vanno a Santorini perché troppo turistica. È così facile. Basta essere curiosi e abbandonare i pregiudizi.

LE SPIAGGE DI SANTORINI VICINO A FIRA

Cominciamo dalla capoluogo dell’isola. Fira è la piccola capitale e uno si domanda subito. Bella ma… Le spiagge? Dove sono? Risposta semplice e veloce: non ci sono. Fira è costruita che più scenograficamente non si può, a cavallo della caldera. Il mare qui lo si guarda dall’alto e lo si immagina, piuttosto che tuffarcisi dentro. Poco male: Fira è centralissima e raggiungere il primo posto utile dove posare l’asciugamano sarà una questione di nemmeno 15 minuti. Fira è il cavallo di troia logistico perfetto perchè da qui si può andare al mare ovunque e senza patemi. Anche in bus. Kamari? 9km. Perissa? 12km. Monolithos? 6km. E così via. Fira allora è un’ottimo posto per godere delle spiagge di Santorini anche se “ha deciso” di non averne nessuna propria. Ha barattato con la vista. Possiamo darle torto?

LE SPIAGGE DI OIA

Oia fa rima con tramonto, hotel esclusivi e quelle famose cupole blu che siamo pazzi a photoshoppare. Si è scritto fiumi di parole di questo piccolo borgo che la modernità ha investito di una responsabilità più grande di quella che vorrebbe avere. Per fortuna le spiagge lo aiutano a sdrammatizzare. Chi avrebbe detto infatti che vicino a Oia si trovano le spiagge di Santorini meno turistiche e più incontaminate? Già perchè il mare in questa zona non è granché, e allora i clienti danarosi delle super suite di Oia fanno orecchie da mercante e si dirigono altrove. Lasciando a noi comuni mortali il godere della semplicità della comunione tra gli elementi. Sabbia, acqua e aria. A me e Katerina piace sopratutto la spiaggia di Baxedes. È ventoso, quello è vero, perchè siamo all’estremo nord. È tutto così silenzioso, remoto, desolato. Che contrasto con Perissa e Kamari!
Oia sotto di sè non ha spiagge, proprio come Fira. C’è solo il porticciolo di Ammoudi (dove non ci butta in acqua) e basta. Serve prendere la macchina o lo scooter e se si ha voglia di percorrere pochi km, basterà scegliere una delle tante spiagge raccontate qui sotto.

LE SPIAGGE A NORD DI SANTORINI

Le spiagge di Santorini a nord dell’isola sono quelle a cui si pensa meno. Anzi, siamo schietti: sono quelle che non conosce nessuno. Sono quelle dove non va anima viva anche ad agosto e sono quelle da scegliere per gli amanti della tranquillità e della libertà. Qui non ci sono stabilimenti se non piccoli baretti sulla spiaggia, non ci sono spiagge attrezzate. Si fa il bagno senza pretendere di essere nessuno, e alla fine della fiera si sta bene e in pace con se stessi.
Oltre alla sopracitata Baxedes, lunga, nera come la pece e dalla sabbia morbida e granulosa, lungo questo tratto di costa l’isola comincia a creare quelle conformazioni rocciose che la rendono unica al mondo. A proposito, qui si trova una delle più segrete spiagge di Santorini. È quella Koulombos che è solo per iniziati. Qui vengono i veri intenditori. Koloumpos è una spiaggia magica e nascosta, anche se ben segnalata, che ha un’atmosfera particolare grazie alle rocce che la delimitano e l’atmosfera da ultimo dei mohicani che vi si respira.
Dopo Koulompos, il profilo della sealine di Santorini si tranquillizza e soprattutto si raddrizza: prima si incontra la spiaggia di Pori e poi Vourvolos. Due spiagge che prendono a malincuore la parte del protagonista. Ci sono tante barchette di pescatori, ricovero per le reti, una sensazione di trovarsi lontani e meridionali, proprio nell’occhio del ciclone turistico dell’isola più massificata di Grecia. Sono sassi, in questa zona. Sassi e vento e quasi sempre quasi nessuno in giro. Ci sia può addirittura improvvisare nudisti!

AKROTIRI

Un’altra zona a cui si pensa poco quando si cercano informazioni sulle spiagge di Santorini è quella di Akrotiri. Questa è una zona decisamente più sviluppata turisticamente che il selvaggio nord di cui abbiamo appena parlato. E anche una zona più bella, gradevole, ed estiva, in tutta onestà.
La più famosa delle spiagge vicino ad Akrotiri è senza dubbio la mitica Red Beach, descritta più sotto.
Nel frattempo, basta sapere che oltre Red Beach si incontra solo un’altra spiaggia, si chiama Kavia Beach ed ha sassi enormi. È poco frequentata, perché vi si accede solo tramite sterrato.
La più “segreta” delle spiagge di Santorini in zona? La White Beach, si capisce. Vi si accede in caicco, con una delle mille barche turistiche che portano in escursione giornaliera. La White Beach è attrezzata ed è un vero spettacolo. Le possiamo perdonare che il suo mare sia sempre mosso.
Anche se è tutta pietre, un consiglio lo diamo comunque volentieri ed è quello di fare un salto alla spiaggia di Mesa Pigadia. Ci si arriva da una deviazione della strada che porta al faro di Akrotiri. Il “setting naturale” assomiglia molto a quello di Vlychada e il ristorante proprio sul retro spiaggia è ad alto tasso di emozioni.E poi ci sono le tipiche casette di pescatori, o meglio grotte usate come ricovero attrezzi, che fanno tanto chic anche se sono solo delle baracche che cadono a pezzi.

LA SPIAGGIA DI KAMARI

le migliori spiagge di SantoriniLa spiaggia di Kamari

 

Kamari è una di quelle spiagge di Santorini che non si possono perdere. Kamari è il posto migliore per chiunque intenda la vacanza come lunghe giornate al sole a fare quello che ci pare. Kamari si trova nelle vicinanze dell’aeroporto ed è lunga circa 2km. È attrezzata di tutto punto, e ha il suo classico colore grigio cenere vulcanica che vista dall’alto magari sarà anche brutto, ma quando ci sei sopra è più che piacevole. Rinfresca gli occhi dal solleone. La sabbia è morbida e il fondale relativamente basso. Ci sono un milione di taverne, un piccolo lungomare, e ogni genere di minimarket e appartamenti. La spiaggia di Kamari a Santorini è regno delle case vacanza sul mare, degli studios da pochi soldi ma anche di favolosi beach hotel dalla piscina a fil di bagnasciuga. È un posto costruito dall’estate e per l’estate. La spiaggia merita e insomma si sarà capito, anche se io e Katerina siamo gente da altri tipi di isole, a Kamari un bagno lo facciamo sempre più che volentieri.

LA SPIAGGIA DI PERISSA

spiagge per bambini a Santorini
Perissa beach
le spiagge più belle di Santorini
Perissa beach

 

Perissa è forse una delle più famose spiagge di Santorini. Qui vengono la maggioranza dei giovani, e la zona si è sviluppata come il centro balneare più attivo ed organizzato dell’isola. Perissa va bene a tutti. Come a Kamari, la sabbia è nera, morbida ed è un piacere al tatto. Gli stabilimenti balneari sono ariosi, per essere tali non ci si senta affatto schiacciati e il primo vicini di ombrellone è sempre alla distanza giusta. E poi a Perissa si può fare vacanza accontentando anche lo stomaco. Ci sono una marea di occasioni per mangiare qualcosa, da una fresca insalata a alla classica birra gelata, al cocktail bar un pò fighetto al tramonto. La spiaggia di Perissa è un microcosmo piacevole, che ci ricorda di essere al mare e che ci ricorda che in fin dei conti contano solo le cose semplici nella vita. Pancia piena, e stare bene vicino a chi vogliamo bene.

RED BEACH È LA PIÙ UNICA DELLE SPIAGGE DI SANTORINI

Poco sopra avevamo promesso di parlare della Red Beach e dedicarle un paragrafo apposta. Promessa mantenuta. La Red Beach merita attenzione a parte perchè è davvero unica. Santorini è stata fortunata ad avere una freccia la suo arco come lei, tale da spezzare l’egemonia delle case di Oia e Fira in quelle pallosissime pagine di Facebook dove sembra che la Grecia sia solo quelle tre case in croce sulla caldera.

quali spiagge a Santorini
Spiaggia rossa

Se a Santorini si può vivere del mare straordinario, con spiagge diverse da tutte le altre, è senza dubbio grazie a Red Beach e a Vlychada. L’ambiente di Red Beach è grandioso. Una parete di roccia rossissima, dal colore granata intenso, che si butta irrequiete in una mare che assume le tonalità dell’argento. Red Beach è sempre affollata ma va anche detto che sono pochi quelli che si fermano per tutta la giornata: la maggior parte si limita a scattare veloci foto di rito e poi via verso la prossima avventura.
Si arriva a Red Beach scendo da Akrotiri e parcheggiando accanto all’ingresso del sito archeologico. Poi basta una breve passeggiata in cui si troverà anche un chioschetto, ideale per dissetarsi perchè cavolo se a Santorini fa caldo. La zona di Akrotiri e Red Beach è all’estremo sud e qui siamo sempre molto riparati dal vento. Una volta in spiaggia, ci sono lettini e ombrelloni ma in quantità non tale da rovinare la magia del posto.
Concludendo, anche per viaggiatori esperti e “rutinati” come me e Katerina, trovarsi di fronte alla Red Beach è sempre un’emozione. Per assaporare la potenza della natura e ricordarci con gratitudine quanto della sua generosità.

VLYCHADA, COME FOSSE USCITA DA UNA FAVOLA

Oh bella Vlychada! A volte capita a Santorini di sentirsi demoralizzati, in tutta verità. La massa non è un problema, qui c’è casino e si sa, ma siamo animali sociali e mica si può sempre fare la vita dell’eremita. Il fatto è che tra ombrelloni, lettini, e tutti che vogliono stare solo a Kamari e Perissa, è facile inciampare nella sensazione di trovarsi in un luogo banale come gli altri. Trovarsi a pensare se davvero valeva la pena di aver scelto di fermarsi a Santorini quando si sarebbe potuto prendere la nave e scappare subito a Paros, Milos e Koufonissi. Ecco, Vlychada è importante perché scaccia via questi cattivi pensieri. Vlychada è un ambiente unico al mondo e ci ricorda senza esitazioni l’unicità di Santorini. Si, vale la pena venire su quest’isola anche solo per il mare.
Perché ci piace così tanto Vlychada? Intanto perché le sue pareti dei roccia creano figure uniche, geroglifici incantati, come se Vlychada avesse voluto mandarci dei segnali in codice che noi non siamo stati in grado di interpretare. E poi perché la zona in cui si trova è rilassante. Vedrete che bella la strada che scende verso il porticciolo invernale, dove i pescatori ci sono per davvero, mentre si attraversano dolci vigneti e campagna coltivata. E tutto questo a Santorini, chi l’avrebbe mai detto!
Vlychada è lunga quasi 2km; la parte più lontana dal parcheggio non è più attrezzata, la prima invece si e pure alla grande, mai in modo troppo invasivo. Anzi, sono state costruite delle passerelle in legno che rendono più facile camminare sul bagnasciuga. Il fondale è basso; l’esperienza di fare un bagno a Vlychada è sempre molto piacevole dunque, con gente di tutte le nazionalità e piccoli bar sulla spiaggia che spuntano qua e la in ordine sparso.

 

consigli spiagge a Santorini
La spiaggia di Vlychada
migliori spiagge attrezzate a Santorini
Vlychada

CI SONO SPIAGGE A IMEROVIGLI?

No, ad Imerovigli non ci sono spiagge. Come potrebbe essere altrimenti quando il paese si trova a oltre 300 metri sul livello del mare, abbarbicato come un nido d’aquila sul bordo della caldera? Valgono le indicazioni fatte per Oia, comunque. Da Imerovigli, Kamari e Monolithos sono le spiagge più vicine. Nemmeno 10km di strada in entrambi i casi.

LE SPIAGGE DI SANTORINI VICINO AL PORTO

Iderm come sopra. Siamo nel “lato caldera” dell’isola. Ciò significa che non esistono spiagge di Santorini vicino al porto. Nemmeno alloggi e hotel se per quello. Il porto di Santorini è come non esistesse, è il classico non-luogo. Certo è spettacolare come nessun altro al mondo. Ma non ci si ferma. E tantomeno ci si fa il bagno. A meno di non voler essere triturati dalle eliche di qualche aliscafo, cosa che non vi consigliamo di certo!

SANTORINI: SPIAGGE PER BAMBINI

Ne abbiamo quante ne vogliamo. Santorini è una buonissima destinazione per i più piccoli. Quanto inaccessibile è il “lato caldera”, quanto è sabbioso e per lunghi chilometri accessibile il lato opposto, quello est per intenderci. Le migliori spiagge di Santorini per bambini sono quelle “più commerciali”, come Kamari e Perissa. Ma anche Monolithos e Perivolos e Akrotiri. Dove non mancheranno opportunità di trovare compagni di gioco per i nostri cuccioli e farli divertire in tranquillità. Il nostro consiglio è quello di scegliere come base per l’alloggio una di queste spiagge, tanto poi anche le altre saranno sempre facilmente a portata di una gita di poche ore. Come clientela, generalmente è Kamari a detenere il premio di “più amata dalle famiglie”.

SANTORINI: SPIAGGE PER NUDISTI

Non esiste ufficialmente alcuna spiaggia nudista in tutta Santorini. Non potrebbe essere altrimenti in un’isola così massificata e presa d’assalto da ogni tipo di turista a livello globale.
Ci sono alcuni punti, però, dove con attenzione e discrezione, si potrà gettare via il costume nella borsa da mare, almeno per un pò. La prima idea è quella di Koloumpos, vicino a Oia. Non esistono mezzi pubblici per arrivarci. Questa è una spiaggia sempre poco popolata. Il periodo migliore è la mattina, quando prima che arrivi la maggior parte dei bagnanti, fare il bagno nudi è sempre possibile.
Non lo si direbbe mai, ma un altro ottimo posto per praticare il naturismo a Santorini è la spiaggia di Vlychada. Basta allontanarsi il più possibile dal parcheggio, fare una passeggiata di circa 2km fino alla fine della spiaggia et voilá. Mission accomplished.
E poi, a macchia di leopardo, potrebbero esserci altre idee. Come ad esempio la parte finale e meno frequentata di Perissa/Perivolos, e alcune zone non frequentate di Monolithos, subito dietro l’aeroporto.

SANTORINI: SPIAGGE LIBERE

Ce ne sono tante per fortuna di spiagge libere a Santorini. Non sono la maggioranza ma chiunque non voglia pagare nulla per lettino ed ombrellone, non avrà alcun problema. Tutte le spiagge sono sempre accessibili pubblicamente. Non sarà mai richiesto alcun ticket per entrare. Inoltre, anche dove gli stabilimenti sono più fitti, come ad esempio a Kamari e Perissa, è sempre possibile accedere alla spiaggia con il proprio asciugamano e mettersi un pò dove si vuole. Insomma fantasia e iniziativa sono sempre ben accetti.
In ogni caso, c’è anche da dire che Santorini non è Mykonos: il costo del lettino è sempre generalmente basso, e di solito con una decina di euro a testa non solo si avrà diritto a sdraiarsi, ma anche ad una consumazione inclusa nel prezzo.

SANTORINI APERITIVI SULLA SPIAGGIA

Quando si parla delle spiagge di Santorini non possiamo limitarci solo all’atto di fare il bagno! Siamo o non siamo italiani? E allora siamo il popolo degli aperitivi. Credo non esista in Grecia un’isola migliore per gli aperitivi in spiaggia rispetto a Santorini.
Il posto top è senza dubio Perissa, qui di bar ce ne sono un’infinità, e la location è splendida, proprio stretta tra il mare e la montagna di Profitis Ilias che sembra faccia finire il mondo dopo di noi. Tanti altri bar ci sono a Kamari, e come potrebbe essere altrimenti. Attenzione che stiamo parlando solo di aperitivi in spiaggia, non sguardo al tramonto. Li si apre tutto un nuovo capitolo. Perché, Santorini è famosa per questo e allora si deve andare a Oia. Anche se io e Katerina preferiamo la zona di Akrotiri e Megalochori. Molto più tranquilla e rilassata, il tramonto è bello uguale, e i cocktails e le birrette costano sempre meno.