Spili, una vita da mediano

Dobbiamo adorare questi piccoli paesi di campagna nell’interno di Creta, come Spili.
Siamo nell’immediato entroterra di Rethymno, là dove l’isola si fa finalmente “stretta”. Proprio sulla mediana, dove una volta tanto per superare le montagne, e per trovarsi di fronte al Mar Libico nella straordinaria costa sud cretese, non serve guidare oltre due ore.


Spili CretaSpili arrivando da Rethymno

 

Spili è un paesino gradevole, ormai abbastanza turistico da sapere il fatto suo, ma ancora abbastanza autentico da non disvelare troppi fatti suoi al visitatore che si accontenta di un paio foto e una veloce passeggiata. Quanto veloce lo deciderete voi, ma il nostro consiglio è quello di non avere fretta e sedersi con attitudine bradipica nella splendida piazzetta centrale. Sorseggiare un caffè e fare due chiacchiere con l’occhio a contare le mille fontane (va bene non esageriamo, di preciso sono 25, e sono retaggio di quando Venezia dominava le onde), rinfrescati dall’ombra di altrettanti e bellissimi platani.

LA PUNTA DEL COMPASSO

Spili è una tappa inevitabile quindi, nel senso che sarebbe stupido non dedicarle tempo, seppure piccola com’è si potrebbe anche bypassarla del tutto. Ma la sua posizione così baricentrica è semplicemente troppo strategica per non volerne approfittare. Da qui è tutto così vicino, che si riuscirà facilmente a concentrare le migliori cose da vedere a Creta facendo un’unica base e ottimizzando così al massimo il tempo della vacanza.

 

visitare Spili CretaLa piazza centrale di Spili, sotto l’ombra dei platani

DORMIRE A SPILI, COME FANNO I GRECI

E poi questa zona costa poco. Il mangiare e il dormire a Spili costano infatti un oncia rispetto alla popolarissima Rethymno, e per fortuna in zona si sono attrezzati di tutto punto. Studios, piccoli alberghi a gestione famigliare e taverne dove poter gustare un vero, tradizionale cibo cretese non mancano di certo. Ad esempio in questa terra di montagna alle pendici del monte Ida, ci sono agriturismi con una marcia in più come Drymos, nella vicina Patsos. Ma soprattutto, a Spili vengono in vacanza i greci, che ora trovano Rethymno troppo cara per le loro tasche saccheggiate dalla finanza internazionale. Scendono a fare il bagno a Triopetra, a mangiare a Plakias, o ancora vanno a scoprire una delle spiagge più incredibili di Creta, quella di Prevelis . Una spiaggia che è un tutt’uno con un magico monastero (non perderlo!) e ha pure dato il nome a una delle vecchie “carrette” che solcano l’Egeo di cui siamo innamorati . Abbiamo perso il conto delle volte che ci abbiamo viaggiato, con la Prevelis. Chi è stato ad Anafi capirà di cosa parliamo...

 

cosa vedere a Spili Creta
Le fontane del centro
il villaggio di Spili a Creta
Spili
artigianato a Spili
Ceramiche artigianali

SPILI È UNA DOMENICA MATTINA DI FESTA

Off-topic a parte, tutto questo offre Spili e non solo. Un paesino che ci piace perché ci piace la sua doppia anima. Lungo la strada principale è un paese come tanti a Creta. Massicci pick-up della Toyota parcheggiati lungostrada, negozi di cianfrusaglie turistiche, bicchierini ricordo (ebbene si, anche Kate li colleziona) e poi la Chiesa, la scuola, il comune. Tutto stretto in una valle verdissima dove fioriscono le orchidee, oliveti e una caratteristica formazione rocciosa che domina la scena, altra oltre 800mt (contro i 4 e rotti del centro del paesino). Poi c’è la piazzetta centrale con quelle fontane a forma di testa di leone, che lasciano spazio a quei violetti così tradizionali. Com’è bello sgranchirsi le gambe tra case ristrutturate e portoni diroccati, pipi di gatto e profumi di cucina casalinga. Spili è serena e rilassata come una mamma mentre mette a posto la casa la domenica mattina. Non ha il mare e fondamentalmente non gliene frega nulla, tanto le spiagge sono a nemmeno 20 minuti di macchina e sono quelle fantastiche di Plakias. E la sera fa bello fresco, quando la luna illumina i campi e gli uliveti.
Pensiamo non sarebbe male affittare una casa vacanza a Spili magari con il barbecue, dimenticare la carica del cellulare, e semplicemente vivere la vita mediterranea. Si potrebbe anche perdere il volo di ritorno, e iniziare una nuova vita. In inverno cercano stagionali, in questa zona. Raccogliere arance. Spili è un po’ così, a metà strada tra Rethymno e la costa sud di Creta. Forse, anche a metà strada tra la vita reale e quella che sogniamo.

 

i villaggi di Creta
I negozi del centro

ARRIVARE A SPILI È FACILE

Con una macchina sarà tutto un gioco da ragazzi: la città più grande della provincia, Rethymno dicevamo, è a soli 20 km da Spili, su una strada statale veloce e nemmeno troppo a zig zag. Anche ben segnalata, e vedrete che questo sarà un gran bel lusso a Creta, guidare per credere.
Agia Galini, Matala, Agios Pavlos, sono tutti villaggi caratteristici e visitabili in giornata. Addirittura vicino a Spili ci sono cascate e viste incredibili come a Lygres.
Per chi vuole risparmiare sul noleggio, durante la buona stagione (per circa sei mesi), c’è un bus extraurbano da Rethymno con cinque corse quotidiane con fermata a Spili – che scendono a tre-quattro nel periodo invernale.
Non male per una “caverna” come questa! (Il nome del villaggio deriva infatti dal greco spileon, ossia caverna). Pensare poi che alcuni ci arrivano a piedi: gli immediati dintorni sono eccellenti per gli escursionisti e la cittadina è anche una tappa della famosa Cretan way, che io e Katerina abbiamo senza dubbio in programma di percorrere per intero. L’allenamento c’è, il tempo un po’ meno…